(Minghui.org) Il famoso poeta Rabindranath Tagore una volta disse: “Ogni bambino che nasce porta con sé la speranza che Dio non venga ancora deluso dall'uomo”.

I bambini sono immacolati e innocenti, e sono gli esseri più vicini al paradiso. La nascita di un bambino non è solo fonte di gioia per la famiglia, ma anche speranza per una nazione. Pertanto le persone previdenti di tutto il mondo si impegnano per garantire loro un'assistenza sana e perfetta.

Tuttavia, negli ultimi cento anni dalla fondazione del Partito Comunista Cinese (PCC), non solo l'antica cultura tradizionale cinese è stata completamente distrutta, ma anche i bambini innocenti, le cui menti e corpi sono stati sottoposti a danni senza precedenti.

A scuola, ai bambini viene insegnata la storia contorta instillata con l'ideologia del comunismo e della cultura del Partito del PCC; la cultura adulta prevalentemente erotica danneggia senza scrupoli le ragazze giovani e tende trappole; i genitori che sono emigrati hanno lasciato a casa sessanta milioni di bambini; le famiglie “4-2-1” (si riferiscono a famiglie con quattro nonni e due giovani genitori con il loro unico figlio, vista la politica del figlio unico in Cina) creano continuamente nonni che stravedono per i loro nipoti e assecondano ogni loro capriccio, genitori che irrealisticamente perseguono le proprie ambizioni, e bambini che non comprendono i principi di base della vita o dei comportamenti.

La Giornata dei Bambini Distorta dalla Dottrina del Partito del PCC

Nel 1942, per mano dei nazisti tedeschi, morirono ottantotto bambini innocenti nel villaggio ceco di Lidice. Per condannare un crimine così malvagio, nel 1949, la Federazione democratica internazionale delle donne, ha designato il 1 giugno come Giornata internazionale dell'infanzia. In questa giornata viene issata la bandiera della Giornata internazionale dell'infanzia (si può visualizzarne l’immagine su https: //www.crwflags.com/fotw/flags/int-chdn.html).

Lo sfondo verde della bandiera simboleggia la vita e la prosperità; la figura umana blu in alto simboleggia l'amore e la protezione per le persone da parte di Dio; le figure umane rosse, bianche, gialle e nere in basso simboleggiano razze diverse; nel complesso, rappresenta i continenti, e indica che siamo tutti parte di un'unica vera razza, la razza umana, e che il Divino ci ama tutti. Dovremmo proteggere la terra insieme, unirci e vivere in armonia e creare un bellissimo futuro insieme.

Tuttavia, nel Giorno dei bambini della Cina comunista le strade sono sempre piene di bandiere rosse insanguinate e il giorno è sempre usato per promuovere l'ideologia del PCC. I bambini negli asili devono cantare le “canzoni rosse” e le lodi della festa; gli alunni delle scuole elementari sono costretti ad unirsi ai Giovani Pionieri, indossare sciarpe rosse e giurare di dedicare il proprio sangue e la propria vita al PCC.

Il lavaggio del cervello forzato del PCC a bambini innocenti che non sono ancora in grado di discernere il bene dal male e la sua contaminazione delle loro menti innocenti fanno sì che questi sviluppino una mentalità dipendente e riconoscente nei confronti del PCC, nella misura in cui arrivano a giurare di dare la propria vita per la causa.

Quando questi bambini crescono, è più facile che diventino dei “piccoli rosa” (giovani a cui il PCC ha fatto un profondo lavaggio del cervello e che cercano di influenzare le conversazioni tradizionali sui social media sia all'interno che all'esterno della Cina). Tale lavaggio del cervello fin dalla giovane età ha anche distrutto la Cina come antica civiltà con una raffinata cultura e valori tradizionali e l'ha trasformata in un regime totalitario del PCC.

Come il PCC ha seminato violenza e odio nelle menti dei bambini

Secondo il libro I Nove Commentari sul Partito Comunista, l'ex presidente degli Stati Uniti Herbert Hoover ha incoraggiato le persone a leggere il libro di Padre Raymond J. de Jaegher “Il nemico interno: un resoconto oculare della conquista comunista della Cina”, affermando che il libro rappresentasse “la realtà del comunismo in azione in tutto il suo nudo orrore. Lo consiglio ai miei concittadini americani che vogliono vedere e conoscere, da vicino, la forza demoniaca ora liberata nel nostro mondo”.

Padre Raymond, un missionario cattolico che è stato in Cina tra il 1931 e il 1945, ha descritto gli orrori su come il PCC ha costretto i bambini a guardare gli omicidi di altre persone.

In un capitolo del libro, il PCC ha portato ogni abitante del villaggio in una piazza pubblica. I bambini del villaggio vi sono stati pure condotti dai loro insegnanti per assistere alle esecuzioni di tredici giovani condannati per essersi opposti al PCC. Dopo aver parlato di alcune accuse infondate, i funzionari hanno ordinato agli insegnanti “che erano impalliditi dalla paura” di istruire i loro studenti a cantare canzoni pro-PCC. Mentre cantavano un soldato comunista che brandiva un machete d'acciaio è entrato in scena.

Camminando verso la prima vittima, il soldato impugnava il machete con entrambe le braccia e con un colpo solo mozzava la testa della vittima. La testa rotolava a terra, sprizzando sangue. Il canto isterico dei bambini irrompeva in un caos scoordinato, mentre gli insegnanti cercavano di far loro tenere il ritmo.

Il soldato ha agitato il suo machete tredici volte e tredici teste sono rotolate. Altri soldati si sono poi uniti, aprendo i corpi per rimuovere i cuori delle vittime per cucinare. Tutto questo è accaduto davanti ai bambini. Gli studenti erano pallidi per la paura, e alcuni hanno iniziato a vomitare. Gli insegnanti hanno rimproverato questi studenti mentre li allineavano per farli tornare indietro per tornare a scuola.

Secondo de Jaegher, i bambini sono stati costretti più volte ad assistere a queste esecuzioni. Ben presto sono divenuti insensibili alla violenza e al sangue, e alcuni hanno persino iniziato a provare gioia con questi “divertimenti”.

Nel corso degli anni il PCC ha usato modi simili per trasformare le menti dei bambini innocenti in menti diaboliche. Le loro tattiche possono essere diventate più oscure, ma la natura e lo scopo non sono mai cambiati, ovvero mantenere la Cina saldamente sotto il controllo del PCC.

Bambini abbandonati che badano a loro stessi in campagna

Con la rapida urbanizzazione della Cina continentale degli ultimi anni, il divario tra ricchi e poveri si è rapidamente ampliato, causando la migrazione di un gran numero di lavoratori rurali verso le città. Secondo un rapporto pubblicato dalla squadra di ricerca della Federazione delle donne cinesi nel 2013, ci sono circa sessanta milioni di bambini “abbandonati” in tutta la Cina, insieme a un numero impressionante di trentacinque milioni di lavoratori migranti provenienti dalle aree rurali in cerca di lavoro nelle città e quasi cento milioni di bambini senza una famiglia completa.

Poiché questi bambini vengono tenuti lontani dai genitori per molto tempo, un gran numero di loro non è in grado di stabilire nozioni adeguate nella loro educazione. Insieme alla mancanza di insegnanti nelle aree rurali, i bambini lasciati indietro sono spesso soggetti a un apprendimento della conoscenza e a una guida morale inadeguati. Di conseguenza, molti di loro soffrono anche di problemi psicologici. Tutti questi fattori avversi hanno portato a un tasso di suicidi e di criminalità relativamente alto tra i bambini “abbandonati”.

Per fare alcuni esempi, quattro bambini abbandonati di una famiglia a Bijie, provincia del Guizhou, si sono suicidati in casa bevendo pesticidi nel novembre 2012. Il più grande aveva solo tredici anni e il più piccolo cinque. I loro genitori stavano facendo cose strane, posti di lavoro altrove per lungo tempo, lasciandoli indietro a badare a se stessi. Quando era troppo difficile andare avanti, le loro giovani vite sono finite in una tragedia del genere.

In un altro caso, sempre a novembre a Bijie, cinque ragazzi, il più grande di trredici anni, e il più giovane di nove, sono finiti in un grande bidone della spazzatura in una notte di pioggia e hanno cercato di accendere un fuoco per scaldarsi. Tuttavia, come risultato, sono tutti morti a causa del monossido di carbonio.

È stato riferito a Bijie nel 2014 che dodici bambini delle scuole elementari, il più giovane di otto anni, sono stati violentati e maltrattati dal loro insegnante.

Shi Yanfang, una studiosa della Cina continentale, ha sottolineato nel suo articolo “Perché la delinquenza giovanile è così comune: una nuova indagine sulle cause della delinquenza giovanile nel nostro Paese” che nel 2011 i bambini “abbandonati” in Cina rappresentavano il 20% dei minori del Paese, ma che commettevano il 70% dei reati.

Un crimine di minore ampiamente noto si è verificato nel nord-est della Cina nel 2019, quando un ragazzo di tredici anni ha violentato e ucciso una bambina di dieci. Il ragazzo è stato mandato in un centro di detenzione per soli tre anni e il tribunale ha stabilito che i suoi genitori risarcissero alla famiglia della vittima 1,28 milioni di yuan.

Nello stesso anno un ragazzo di dodici anni ha colpito sua madre più di venti volte con un coltello da cucina semplicemente perché non gli piaceva il modo in cui cercava di educarlo. Non ha mostrato alcun rimorso per quello che ha fatto e ha detto: “Ho ucciso solo mia madre, non quella di un altro”. Alla fine è stato liberato senza alcuna punizione perché aveva meno di quattordici anni, pochi per affrontare una condanna penale.

I genitori vanno all'estremo e i bambini soffrono di disturbi della personalità

Nell'antica Cina, la gente prestava attenzione alla “moderazione delle parole e delle azioni” nell'educare i giovani e insegnava loro a sostenere la “benevolenza” nel trattare gli altri. Tuttavia, nella Cina di oggi, sotto il dominio del PCC, i due concetti estremi di educazione dei giovani, vale a dire “Papà aquila” o “completamente viziato” sono comuni.

Cosa significa essere un “Papà aquila”? È un metodo educativo estremamente rigoroso che dà molta pressione, mirante ad evitare che il proprio figlio perda il punto di partenza. C'è stato un caso ben noto che coinvolgeva una celebrità della rete di genitori “il papà di Yide”.

“Il papà di Yide” è un noto blogger di genitori nella città di Guangzhou, nella provincia del Guandong. Quando Yide aveva meno di un anno, sua madre se n’è andata e suo padre è divenuto un padre single. Ha lasciato il lavoro come supervisore e ha portato il figlio a vivere in campagna, dove gli ha costruito una piccola fattoria. La sua attività è divenuta presto un noto luogo educativo e molte madri del Guangzhou si sono recate sul luogo per imparare dalla sua esperienza nell'educazione del figlio.

Per dieci anni, il padre di Yide non ha mai cucinato lo stesso piatto per suo figlio. Per tenere un registro dettagliato dell'educazione di suo figlio, ha scattato 200.000 foto di Yide e ha consumato 5 fotocamere. Allo stesso tempo, ha pubblicato due libri su come ha educato suo figlio. Tuttavia, sebbene Yide si sia diplomato al liceo con prestazioni eccezionali e sia stato ammesso in una prestigiosa università americana, ha sofferto di una grave depressione e alla fine si è suicidato, lasciando il suo vecchio padre e molti altri con infiniti dubbi e rimpianti.

Il “Papà di Yide” è un letterato di buone maniere, ma la sua genitorialità ha ignorato i bisogni psicologici di un bambino, come la virtù morale e la benevolenza. Il suo pensiero e la sua condotta hanno ereditato la cultura di partito del PCC. Al fine di “diventare una grande potenza”, il PCC governa la Cina monitorando costantemente l'intero Paese.

Contrariamente ai “Papà aquila” o alle “Mamme tigri”, molti altri genitori optano per la modalità “completamente viziato” o la “genitorialità ruspante” con caratteristiche cinesi distintive.

A causa della completa distruzione della cultura tradizionale cinese da parte del PCC durante la “Rivoluzione culturale”, generazioni di cinesi sono stati privati dell'opportunità di ricevere un'istruzione tradizionale e, di conseguenza, hanno poca comprensione dell'etica e della morale e spesso si comportano in modo distorto.

Inoltre, la politica della famiglia del figlio unico, entrata in vigore nel 1979, ha prodotto lotti di piccoli “imperatori” e “principesse” terribilmente viziati dai loro genitori e nonni. Possono giocare abilmente sui telefoni cellulari prima di imparare a leggere o scrivere, navigare su “TikTok” mentre mangiano e fanno i capricci ogni volta che non riescono a ottenere ciò che vogliono. Di conseguenza, già in tenera età diventano piccoli padroni egoisti, a sangue freddo e ribelli nella loro famiglia.

Secondo un notiziario del 2015, quando una ragazzina di tredici anni ha appreso che sua madre era incinta di un secondo figlio, ha minacciato i suoi genitori di scappare di casa, di tentare il suicidio, ecc. La madre è stata così costretta ad abortire. Ai suoi occhi i suoi genitori non hanno alcuna indipendenza o libertà di scelta, perché la loro stessa esistenza è basata sui suoi interessi e bisogni, e lei deve ottenere tutto ciò che desidera con mezzi giusti e non.

Pensateci, come possiamo aspettarci che i bambini come lei siano gentili con gli altri e portino del bene alle altre persone e alla società quando cresceranno?

Frequenti casi di giovani violentate in Cina

D'altra parte, si hanno spesso notizie di ragazze minorenni stuprate e abusate sessualmente in Cina. Indignati da crimini così orrendi, la gente non poteva fare a meno di chiedersi: cosa c'è di sbagliato in questa società?

Il fatto che tali criminali psicopatici includano guardie di sicurezza, insegnanti e funzionari governativi dipinge una realtà molto triste su tali abusi, che si sono ampiamente diffusi e a tutti i livelli sociali nella Cina di oggi, una conseguenza inevitabile del via libera del PCC all'industria del porno.

Sebbene il pubblico in generale così come i genitori delle vittime abbiano chiesto la pena capitale per questi criminali, il PCC è stato molto indulgente nei loro confronti e definisce il loro crimine come “prostituzione con ragazze minorenni” invece del molto più grave reato di stupro.

C'è stato un caso famigerato a Xishui, provincia del Guizhou, in cui funzionari del governo del PCC hanno partecipato allo stupro di un gran numero di ragazze minorenni in numerose occasioni tra il 2007 e il 2008. Sono però stati condannati solo per “prostituzione con ragazze minorenni” nel processo che ne è seguito.

Il giudizio oltraggiosamente indulgente ha causato un forte tumulto tra la gente. Tuttavia solo il 29 agosto 2015 il PCC ha abolito con riluttanza questa disposizione sulla “prostituzione con ragazze minorenni” sotto la grande pressione sociale di tutti i ceti sociali.

I bambini in Cina avrebbero sicurezza e futuro solo con Verità-Compassione-Tolleranza nei loro cuori

Che ne sarà dei nostri figli, della nostra società e della nostra nazione, se continueremo a vivere in un ambiente permeato di utilitarismo, lotta gli uni contro gli altri e odio? Tutti coloro che hanno a cuore il futuro della Cina dovrebbero riflettere a fondo su questo tema di grande urgenza e importanza. Cosa possiamo fare in termini di educazione dei nostri figli in un ambiente corrotto sotto la morsa degli artigli del malvagio PCC? In effetti, ci sono modi molto validi ed efficaci per aiutare i nostri piccoli.

Prima di tutto, dobbiamo fare del nostro meglio per aiutare i bambini a tenersi lontani dalla cultura anti-natura e anti-umanità del PCC, dimettendosi dalle organizzazioni del PCC, tra cui la Lega della Gioventù e i Giovani Pionieri, e aiutarli a imparare a rispettare natura, rispettare la vita, rispettare la gentilezza umana e la libertà di pensiero.

In secondo luogo, i genitori devono imparare a creare un ambiente sano in cui i loro figli possano imparare e crescere. Non bisogna mai andare agli estremi nel fare le cose, ma si possono adottare gli approcci più appropriati misurati da Verità-Compassione-Tolleranza, i tre principi della Falun Dafa, un'antica disciplina per il benessere della mente e del corpo.

Sebbene la Falun Dafa sia stata oggetto di crudele persecuzione per ventidue anni da parte del PCC, ci sono ancora innumerevoli persone in tutto il mondo che stanno diligentemente al passo con la pratica e godono di grandi benefici sia fisici che mentali seguendo i principi di Verità-Compassione-Tolleranza nella loro vita quotidiana.

Molti insegnanti, studenti, genitori e professori hanno condiviso le loro esperienze su Minghui.org, raccontando i loro successi con gli insegnamenti della Falun Dafa.

Un genitore ha detto: “Mia figlia Wenwen ha undici anni. Ora è più autodisciplinata, meno testarda, più tollerante e più aperta. Studiando la Fa, Wenwen è diventata più saggia. È facile per lei imparare le lezioni a scuola e fare i compiti. Può apprendere qualsiasi abilità. Suo padre è un insegnante di pianoforte, ma Wenwen potrebbe impararlo da sola. Studia la maggior parte del tempo, e fa anche da assistente per gli studenti di pianoforte di suo padre”.

Durante la pandemia, Wenwen ha seguito corsi di danza e pittura online ed è migliorata rapidamente. In pochi mesi, le sue capacità hanno raggiunto il livello di altri bambini.

Il suo cambiamento più importante dopo aver praticato la Dafa è quello di riuscire a calmarsi. Qualunque cosa faccia, può concentrarsi a lungo e non ha bisogno della supervisione dei genitori. Segue Verità-Compassione-Tolleranza nella sua vita quotidiana ed è diventata molto lucida quando si tratta di discernere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato.

Logan è un ragazzo che era dipendente dai videogiochi e non riusciva a controllarsi. Giocava per la maggior parte della giornata e i suoi occhi, il collo e le mani erano sempre in movimento.

Dopo aver studiato gli insegnamenti della Falun Dafa con altri giovani, in particolare gli insegnamenti del Maestro Li sulla questione dei videogiochi, non ha avuto più interesse a continuare a giocare. Ha imparato a usare i principi di Verità-Compassione-Tolleranza per giudicare cosa dovrebbe e non dovrebbe fare.

“Può anche sopportare più difficoltà, ed è diventato migliore nel distinguere il bene dal male, nel rifiutare le cose deformate, nell'aiutare nelle faccende domestiche, nel lavare i piatti, nell'aspirare il pavimento e nel mettere in ordine la sua stanza. Inoltre impara facilmente, e l'insegnante della sua classe è rimasta molto colpita dai suoi progressi”, hanno detto i suoi genitori.

Il dodicenne Ruirui aveva una forte personalità ed era testardo. Sua madre ha avuto difficoltà a educarlo a causa del suo carattere ribelle. Dopo aver partecipato allo studio di gruppo degli insegnamenti della Falun Dafa, è diventato pacifico e gentile, e la cosa è ben visibile dal suo viso.

Nel 2021 un insegnante gli ha fatto notare che era diventato più tollerante. Un bambino che soffre di ADHD nella sua classe bullizza spesso Ruirui. In passato avrebbe reagito, ma ora è tollerante quando ha a che fare con lui. Anche se viene trattato male, non se la prende e anzi spesso aiuta questo bambino.

I principi universali di Verità-Compassione-Tolleranza hanno illuminato e beneficiato innumerevoli persone in tutto il mondo e ci forniscono una guida molto necessaria, non solo per l'educazione dei nostri giovani, ma anche per il miglioramento dell'intera umanità.

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale

Versione cinese