(Minghui.org) Il 4 dicembre, il Segretario di Stato americano Mike Pompeo ha rilasciato una dichiarazione, annunciando che il Dipartimento di Stato sta terminando cinque ispezioni su organizzazioni che promuovono un finto “scambio culturale”, portato avanti dal Partito Comunista Cinese (PCC).

I cinque programmi includono: Il viaggio educativo per i politici in Cina, il riconoscimento dell’amicizia tra Stati Uniti e Cina, lo scambio di leadership tra i due Stati, il programma di scambio transpacifico ed il programma educativo e culturale con Hong Kong.

Nella dichiarazione Pompeo ha affermato: «Tali programmi, condotti dalla Sezione 108A del Mutual Educational and Cultural Exchange Act (MECEA), consentono ai dipendenti del governo degli Stati Uniti di viaggiare utilizzando fondi governativi stranieri».

Il Segretario di Stato americano ha aggiunto che mentre la maggior parte dei programmi MECEA sono reciprocamente vantaggiosi, i cinque in questione sono interamente finanziati e gestiti dal PCC, tra questi gli strumenti di propaganda di soft power. Tali programmi, attentamente curati, sono accessibili solo ai funzionari del PCC ma non al popolo cinese, che è stato privato della libertà di parola e di riunione sotto il regime comunista.

Ha concluso: «Gli Stati Uniti accolgono con favore lo scambio reciproco ed equo di programmi culturali con i funzionari della RPC e il popolo cinese, ma quelli unidirezionali non sono reciprocamente vantaggiosi».

Versione cinese