(Minghui.org) Quando a fine gennaio 2020 il virus del PCC si è propagato come un incendio, la città di Wuhan è stata improvvisamente bloccata senza alcun preavviso. Tutti erano ansiosi e preoccupati. Poiché è accaduto durante le festività del Capodanno cinese, le persone hanno potuto farsi gli auguri solamente tramite telefono anziché di persona.

La moglie di mio nipote

La moglie di mio nipote ha contratto il virus ed è stata messa in quarantena a casa. Suo marito era preoccupato e turbato. Gli ho detto di non preoccuparsi. Gli ho ricordato che se lui e sua moglie avessero recitato sinceramente le frasi di buon auspicio: “La Falun Dafa è buona” e “Verità, Compassione e Tolleranza sono buone”, avrebbero sperimentato dei benefici.

Il giorno successivo l'ho chiamato di nuovo. Sembrava molto più calmo e mi ha detto che sua moglie stava migliorando.

Diversi giorni dopo era completamente guarita.

Mio cugino

Mia zia è sull'ottantina. Mi ha chiamato per dirmi che suo figlio minore aveva contratto la “polmonite di Wuhan” ma che si era rifiutato di recitare le frasi di buon auspicio menzionate sopra. In passato mia zia e suo figlio mi avevano sentito parlare della Falun Dafa molte volte e si erano già dimessi dal Partito Comunista Cinese (PCC) e dalle sue organizzazioni affiliate.

Ho detto a mia zia di calmarsi e poi ho chiamato mio cugino. Quando l'ho chiamato la prima volta, non ha risposto al telefono, quindi ho chiamato suo fratello e gli ho chiesto di riferirgli le mie parole. Lui ha ripetuto ad alta voce le frasi al telefono e ha detto che avrebbe chiamato subito suo fratello.

Quando ho chiamato la seconda volta mio cugino colpito dal virus, mi ha risposto e mi ha detto che aveva fatto ciò che suo fratello gli aveva riferito. Ha detto che si sentiva già molto meglio. Ha continuato a recitare le frasi fino a quando, giorni dopo, la febbre è sparita e ha recuperato il suo normale stato di salute.

I miei zii

Poco dopo che mio cugino si è ripreso, ha contratto il virus anche suo padre e si è ammalato gravemente. Le sue condizioni sono peggiorate molto rapidamente. Prima che potessi parlare con lui, era già morto.

Dopo la morte di mio zio, i funzionari del villaggio volevano mettere mia zia in quarantena in una struttura apposita, ma lei ha rifiutato. Alla fine, hanno accettato di lasciarle trascorrere la quarantena a casa sua.

Mia zia ha recitato le due frasi ogni giorno. Non ha mai avuto sintomi. In seguito i funzionari del villaggio l'hanno fatta sottoporre al test in ospedale e il risultato è stato negativo. Sono rimasti sorpresi dal fatto che non avesse contratto il virus, essendo stati suo figlio e suo marito entrambi infettati.

Versione Cinese