(Minghui.org) Fin da giovane ho desiderato coltivare me stesso. Avevo imparato molte pratiche di qigong di basso livello, ma nessuna di quelle mi aveva insegnato il significato più profondo che sta dietro la coltivazione. Mi sentivo andare alla deriva senza meta, incapace di discernere il mio vero scopo e la mia vera direzione nella vita. Come molti altri, riflettevo sul significato della mia esistenza e mi chiedevo se fossi destinato a seguire le masse e ad agire in base ai miei sentimenti.

Nel 1994 ho partecipato al seminario della Falun Dafa che si è tenuto nella città di Zhengzhou. Questa esperienza ha sconvolto le mie convinzioni di lunga data e mi ha illuminato riguardo alla verità.

Ero fortemente dipendente dall’alcol. Bevevo tutto il giorno e finivo per ubriacarmi al punto da necessitare di essere riaccompagnato a casa. Nel corso del tempo i miei compagni di bevute hanno cominciato a collassare per problemi di salute e questo è diventato naturalmente una fonte di preoccupazione per i miei genitori anziani e per mia moglie. Ho giurato molte volte di smettere ma, semplicemente, non ci riuscivo. Durante la lezione a Zhengzhou ho sentito il Maestro Li spiegare che se una persona voleva realmente coltivare, doveva smettere di bere alcolici. Ha detto che coloro che in seguito avessero tentato nuovamente di bere lo avrebbero trovato sgradevole e quelli che si fossero ostinati a bere avrebbero avuto il mal di stomaco! Mi era difficile crederlo.

Dopo la lezione sono entrato in un bar e ho ordinato una bottiglia di vino. In quel momento il vino aveva un odore strano, ma l’ho attribuito alla mia momentanea suggestione e immaginazione. Ho quindi bevuto un grosso sorso e ho iniziato a sentire i crampi allo stomaco. In pochi secondi il vino è tornato su ed è fuoriuscito dalla mia bocca. Allora sono passato a bere birra, ma ho ottenuto risultati simili. Da allora mi martellava la testa e veniva la nausea ogni volta che sentivo odore di alcol. A quel punto ho avuto un'improvvisa realizzazione. Cercare di testare la veridicità di questa Fa sul mio corpo era solo andare in cerca di guai! Lo stomaco ha continuato a farmi male per tutta la notte, cessando soltanto dopo aver raggiunto la sede della lezione della Falun Dafa il giorno seguente. La mia dipendenza era stata curata, per la gioia della mia famiglia.

Durante la lezione ho assistito a quanto fosse magico e semplice per il Maestro guarire il corpo di un praticante. Tutto ciò che il Maestro ha fatto è stato spiegare gentilmente: “Purificherò i corpi dei veri coltivatori. Avrete una reazione dopo aver lasciato questa lezione”. Quei maestri di qigong che avevo consultato in passato usavano tutti i tipi di metodi complessi per cercare di praticare una cura, come il massaggio tradizionale, la stimolazione dei punti di agopuntura, l'invio del qi ed esercizi dai movimenti ripetitivi. Nella mia esperienza, nessuno di questi aveva prodotto sensibili miglioramenti.

I sintomi hanno iniziato a manifestarsi dopo essere tornati ai nostri alloggi; si trattava di alloggi temporanei che ospitavano da cento a duecento studenti della Falun Dafa. Quella notte tutti i bagni disponibili nella struttura erano assediati da studenti che vomitavano e avevano la diarrea. I nostri sintomi sono svaniti il giorno dopo, nel momento in cui siamo entrati nella sala del corso, per poi riapparire quando abbiamo messo di nuovo piede nel nostro dormitorio. Nel giro di due o tre giorni i nostri corpi erano completamente purificati e le nostre malattie erano scomparse. Avendo personalmente sperimentato e assistito a questo miracolo mi sono convinto che la Dafa avesse potere e saggezza illimitati.

Il Maestro ha condotto personalmente l'insegnamento della Falun Dafa a Zhengzhou. Studenti di altre aree, tra cui Wuhan, Pechino e Tianjin, hanno seguito il Maestro e partecipato diligentemente alle lezioni. Alcuni partecipanti abituali avevano frequentato più di una dozzina di seminari. La persona più felice e fortunata è quella che conosce il suo obiettivo nella vita. Questo è certamente il caso dei praticanti che hanno seguito il Maestro sulla via della divinità!

Le nostre lezioni si sono svolte in una semplice palestra all'interno del ginnasio di Zhengzhou. L’ingresso e i corridoi erano gremiti di gente. Poco dopo le ore 14 del secondo giorno un'improvvisa raffica di vento ha soffiato attraverso l'edificio e una nube temporalesca è apparsa dal nulla. È saltata la corrente, le luci nella hall si sono spente e siamo rimasti immediatamente al buio. Pioggia forte e grandine si sono abbattute sull'edificio, accompagnate da tuoni e fulmini. I supporti strutturali in metallo hanno iniziato a scricchiolare e il vento sferzante minacciava di scoperchiare il tetto. La tempesta ha anche sradicato e spezzato gli alberi circostanti. Migliaia di partecipanti terrorizzati hanno iniziato a farsi prendere dal panico.

A quel punto il Maestro ha osservato dolcemente: “La situazione si è spinta troppo oltre!”. Seduto sul tavolo con le gambe incrociate ha iniziato a eseguire dei grandi gesti con le mani. Sebbene la sala fosse ancora buia, era come se le braccia del Maestro emettessero raggi dorati che si propagavano dritti verso il cielo. In un istante il miasma oscuro è svanito. Le nuvole scure si sono dissipate, permettendo alla luce del sole di entrare, e la sala si è illuminata. Tutti avevano assistito ai poteri magici del Maestro in questa battaglia tra il bene e il male! Dopo un momento di sbigottimento silenzioso è improvvisamente scoppiato un fragoroso applauso in tutta la sala. Il Maestro ha agitato la mano e detto con calma: “Ora iniziamo la lezione”. Successivamente, quando uno studente ha cercato di ottenere dal Maestro ulteriori dettagli, il Maestro ha rifiutato di addentrarsi ulteriormente nell'argomento. Nonostante la profondità e l'ampiezza della sua conoscenza e del suo potere, il Maestro è rimasto con i piedi per terra e senza pretese.

Questa serie di lezioni di otto giorni ha cambiato interamente il mio punto di vista sulla vita. Mi ritenevo fortunato di aver ottenuto la Fa e ho giurato di coltivare diligentemente sotto la guida del Maestro!

Nel 1996 il Maestro ha visitato l'Hebei e ha accettato di incontrarci. Eravamo felicissimi e ci siamo precipitati a vederlo. Ero davanti alla porta del ristorante quando ho notato il Maestro, girato di spalle, che stava mangiando. In quel momento si è voltato spontaneamente e ha sorriso, facendomi cenno di entrare. Ero scioccato. Migliaia di partecipanti avevano assistito alle lezioni a Zhengzhou e come la maggior parte di loro non avevo avuto la possibilità di entrare in stretto contatto con il Maestro, tuttavia due anni dopo, nonostante fosse girato di spalle, il Maestro è stato in grado di riconoscermi come praticante della Dafa! Ho trovato l'esperienza incredibile!

Abbiamo finito per sederci faccia a faccia nella sua stanza d'albergo. Mi sono seduto molto vicino al Maestro e, solo per un momento, ha avuto uno spasmo incontrollabile a una gamba. Il Maestro mi ha guardato con calma e poi ha guardato la mia gamba. In un istante, del calore ha iniziato a fluire su e giù per la mia gamba e uno schiocco acuto è risuonato all’interno della stanza. Due giorni prima avevo tentato di sedermi nella posizione del loto, tuttavia il mio ostinato attaccamento al raggiungimento di questo obiettivo aveva provocato la frattura e la lussazione di un osso nella parte inferiore della gamba. Volendo salvare la faccia, avevo taciuto riguardo al problema. Il Maestro aveva rimesso a posto l'osso! Le parole erano inadeguate per esprimere la mia gratitudine.

A causa del mio attaccamento e della mia avidità, mentre stavamo uscendo dalla stanza dopo il nostro incontro, ho chiesto sfacciatamente al Maestro a proposito del punto di agopuntura bloccato vicino alla base della mia colonna vertebrale. Il Maestro è rimasto in silenzio, ma un amico praticante mi ha preso da parte e ha detto: “Hai già coltivato per un bel po' di tempo, come puoi ancora fare al Maestro una domanda del genere?”.

Nell'ascensore, mi è capitato di trovarmi in piedi accanto al Maestro. Come un giovane studente che aveva commesso un errore, mi vergognavo di me stesso. All'improvviso l'ascensore ha avuto un malfunzionamento e si è fermato. Mentre stavamo tutti in silenzio ho sentito un'improvvisa ondata di calore propagarsi in tutto il mio corpo. Il sudore mi ha inzuppato la camicia e le parole del Maestro hanno iniziato improvvisamente ad apparire davanti ai miei occhi:

“Ogni volta che, durante la nostra pratica, non riusciamo a superare un passaggio, o il nostro qi non è in grado di ridiscendere, dovremmo cercarne le cause nella nostra xinxing. «Ho indugiato troppo a lungo su quel livello, ed è ora di migliorare la mia xinxing?» Quando avrete migliorato veramente la vostra xinxing, vedrete che il qi ridiscenderà. Se vi concentrate solamente sul trasformare il gong, trascurando di cambiare la vostra xinxing, non vi libererete di quel problema; solo quando migliorerete la vostra xinxing si potranno verificare dei cambiamenti radicali”. (Sesta lezione, Zhuan Falun)

Con uno scossone, sono diventato consapevole dei miei difetti. In un istante il mio punto baihui è pulsato due volte e quello che sembrava un ruscello di acqua sorgiva rinfrescante ha iniziato a scorrere nelle mie vene. Tutto questo è avvenuto nell'arco di meno di cinque minuti! A quel punto l'ascensore ha ripreso a scendere. A quel punto ero traboccante di eccitazione, gioia e gratitudine. Mentre le lacrime mi scorrevano sul viso, ho ringraziato silenziosamente il Maestro per la sua generosità e gentilezza!

Il coordinatore della nostra area ha chiesto di fare una foto di gruppo con il Maestro e, quando lui ha acconsentito, è andato a prendere la sua macchina fotografica. Il Maestro stava aspettando pazientemente nel corridoio, ma il coordinatore tardava ad arrivare. I praticanti che l'avevano accompagnato hanno osservato: “Maestro, anche questo loro attaccamento deve essere eliminato!”. In risposta, il Maestro ha semplicemente sorriso e, pochi minuti dopo ha osservato: “Penso che non saranno in grado di recuperare la fotocamera. Abbiamo ancora molta strada da fare e non possiamo più aspettare. Ricordati di riferire le mie parole ai tuoi amici praticanti”. Il Maestro ha stretto la mano a ciascuno di noi e ci ha salutati. Dopo un po' il nostro coordinatore è tornato trafelato con alcuni degli altri praticanti, a mani vuote. Avevano cercato dappertutto nella sua casa ma senza successo. In seguito ha trovato la fotocamera in bella vista sulla sua libreria. Ancora oggi non riusciamo a trovare una spiegazione all'accaduto.

Versione cinese