(Minghui.org) Il 4 giugno scorso i praticanti della Falun Dafa si sono riuniti per mostrare le cinque serie di esercizi su un palco nella Larmtorget di Kalmar, in Svezia. Nonostante il trambusto tutto attorno alla piazza, la gente è stata attratta dalla scena dei movimenti delicati mostrati dai praticanti sul palco. Le persone che passavano di fretta, rallentavano il passo per osservare gli esercizi. Alcuni si sono fermati a leggere i cartelloni, mentre altri hanno iniziato ad imparare i movimenti.

Kalmar è una delle più antiche città della Svezia ed è situata sul Mar Baltico. È conosciuta per i chilometri di spiagge, i rilassanti parchi e l'architettura storica, nonché per il suo castello, che ha una storia di più di 800 anni. Larmtorget, è una piazza pubblica della città, nota per ristoranti tipici ed il centro commerciale.

I praticanti della Falun Dafa mostrano gli esercizi nella Larmtorget di Kalmar, in Svezia


I residenti imparano a conoscere la Falun Dafa e firmano la petizione per porre fine alla persecuzione

"Spero che più persone capiscano la verità sulla Falun Dafa"

Due studenti universitari si sono fermati a parlare con un praticante della Falun Dafa. Uno di loro si era interessato agli eventi accaduti ad Hong Kong ed in Cina, perché suo padre possiede delle imprese in entrambi i paesi. È venuto a conoscenza sulle questioni relative ai diritti umani dai social media e si è detto solidale con i praticanti della Falun Dafa perseguitati in Cina. Voleva fare qualcosa per aiutarli. Ha firmato la petizione per chiedere la fine della persecuzione, affermando: "Voglio informare anche i miei amici, e spero che sempre più persone capiscano la verità sulla Falun Dafa e firmino la petizione".

Una signora turca è rimasta impressionata dalle atrocità sui diritti umani perpetrate dal Partito Comunista Cinese (PCC). Ha letto della Falun Dafa e della persecuzione in Cina sui cartelloni che i praticanti hanno allestito intorno alla piazza. Un praticante le ha inoltre spiegato il prelievo forzato di organi dai prigionieri di coscienza, la maggior parte dei quali sono praticanti della Falun Dafa. Ha fotografato i cartelloni con il suo cellulare ed ha firmato la petizione.

"Vi sostengo e firmo la petizione"

Monika è un politico. Aveva conosciuto per la prima volta la Falun Dafa nel 1999. Rivolgendosi ai praticanti nella Larmtorget, ha affermato: "Grazie per essere qui, oggi! Grazie per tutto quello che fate! Grazie ancora!".

Una donna anziana svedese si è avvicinata ed ha ricevuto un volantino da un praticante. Ha chiesto: "Sono stata qui circa diciassette anni fa ed ho saputo allora della persecuzione. Non è ancora finita? È ancora in corso?" Un praticante le ha spiegato che anzi, è peggiorata, e anche lui è stato brutalmente perseguitato in Cina per il suo credo. Ha detto che sperava che gli svedesi avrebbero aiutato a ritenere il PCC responsabile dei suoi crimini. La donna ha sottolineato: "Come possiamo tollerare un governo dittatoriale che perseguita il suo popolo? Vi sostengo e firmo la petizione".

Due giovani turisti francesi hanno detto di essere apatici nei confronti della politica e che non c'era niente che potessero fare contro la persecuzione. Tuttavia, un praticante della Falun Dafa ha spiegato che la pandemia ha colpito la vita di tutti e quindi smascherare l'inganno del PCC non era più una questione di politica. I turisti erano d'accordo, affermando che anche il governo francese è intimidito dal PCC. Hanno cominciato a conoscere la Falun Dafa ed a capire perché il PCC ha voluto perseguitarla.

I due turisti hanno anche appreso che il PCC perseguita il popolo di Hong Kong e di come vuole corrompere i valori morali universali. Hanno detto di aver compreso l'importanza di fermare i crimini del PCC ed che avrebbero firmato la petizione online.

Reporter segue la persecuzione della Falun Dafa

Anders, un noto reporter locale, stava passando da Larmtorget e si è messo a parlare con un praticante. Ha chiesto cos'è la Falun Dafa e perché viene perseguitata dal PCC. Un praticante gli ha mostrato un volantino, spiegardogli i valori universali di "Verità-Compassione-Tolleranza" e dei cambiamenti che ha portato alla mente ed al corpo delle persone. Il praticante ha anche parlato dei crimini del PCC e della sua fondamentale opposizione a tali valori.

Prima di andarsene, Anders, stringendo tra le mani il volantino, ha detto che avrebbe continuato ad informarsi riguardo alla Falun Dafa ed a tenersi aggiornato sulla persecuzione in Cina.

Persone di tutte le età imparano gli esercizi

Un gruppo di ragazzini si è incuriosito ad osservare i praticanti che eseguivano gli esercizi della Falun Dafa sul palco. Sono corsi da loro ed hanno provato a fare il quinto esercizio, che consiste nella meditazione seduta. Un praticante ha spiegato loro cos'è la Falun Dafa, li ha portati vicino ai cartelloni, raccontando loro sia i primi giorni di popolarità della Falun Dafa, che la successiva persecuzione.

I giovani ragazzi hanno prestato tutta la loro attenzione al praticante. Hanno firmato la petizione ed hanno provato ad imparare il primo esercizio della Falun Dafa.

Tre giovani ragazzi imparano la prima serie di esercizi della Falun Dafa

Lisa è una donna cinese che vive in Svezia. Aveva sentito che ci sarebbe stata un'attività tenuta dai praticanti della Falun Dafa, così è venuta da una città vicina, per imparare gli esercizi. Era riluttante ad andarsene al termine dell'attività ed ha detto che non vedeva l'ora di rivederli.

Lisa impara l'esercizio di meditazione della Falun Dafa

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale

Versione cinese