(Minghui.org) Il 13 maggio scorso si è celebrata la Giornata Mondiale della Falun Dafa e il compleanno del nostro compassionevole Maestro. Avendo praticato la Falun Dafa per un solo anno, sono estremamente grato al Maestro e sono molto felice di augurargli un felice compleanno e di rendergli i miei più alti rispetti! Grazie, Maestro!

Tremende difficoltà prima di praticare la Falun Dafa

Quando ero insegnante di scuola elementare, ero una persona schietta e non ero d'accordo con la tirannia del Partito Comunista Cinese (PCC). Esprimevo spesso le mie opinioni, che erano diverse dalla propaganda del PCC, di conseguenza sono stato soppresso e perseguitato dalla mia scuola e dal governo locale.

Durante il movimento democratico degli studenti del 4 giugno, ho portato i miei allievi in strada per sostenere gli studenti di Pechino, e ho fatto loro delle donazioni. In seguito la mia scuola mi ha degradato, dandomi l'incarico di custode. Mi sentivo perso e depresso, ma il direttore dell’ufficio, un praticante della Falun Dafa, mi ha dato un aiuto. Mi spiegò il significato e il valore della vita e mi insegnò gli esercizi della Falun Dafa. Con grande rammarico, non ho iniziato subito a praticare, ma ora, questa meraviglia è radicata nel mio cuore.

Ho sperimentato delle tribolazioni a causa della persecuzione del PCC e sono stato costretto a lasciare la Cina, andando a vivere nella terra libera e pacifica dell'Australia.

Una volta arrivato in Australia ho toccato il fondo. Spesso perdevo la calma e piangevo senza motivo e non riuscivo a dormire. Mi venne la "nevralgia del trigemino", il dolore più lancinante che si conosca. Il dolore arrivava senza preavviso e poteva tornare in pochi minuti o addirittura secondi. Mi sentivo come se fossi sottoposto a scosse elettriche o infilzato con aghi. Non potevo parlareforte, non potevo ridere, non potevo mangiare cibo caldo o freddo, e non potevo nemmeno lavarmi la faccia. Nei momenti peggiori, ho pensato di porre fine alla mia vita.

Nell’ottobre del 2019, il dolore si è scatenato di nuovo quando mi stavo lavando i capelli. Sono stato ricoverato in un grande ospedale e più tardi il medico ha riferito che dovevo prendere dei farmaci per il resto della mia vita. Ho dovuto aumentare la dose fino a quando non mi facevano più effetto. Avrei dovuto affrontare un intervento chirurgico per tagliare i nervi, ma la percentuale di successo dell'operazione era molto bassa, e sarei potuto finire con una paralisi facciale.

Poiché il dolore è stato una tortura, ho perso il coraggio e la voglia di vivere e ho pensato al suicidio. Ho chiesto a mia figlia di farmi delle belle foto, poi ho scritto un elogio funebre per me stesso, e ho scelto il luogo migliore per buttarmi in mare e morire.

Mia figlia e i miei amici erano molto preoccupati per me, e mi dissero di andare in una chiesa per cercare conforto. Quando ero in chiesa, ho sentito una melodia familiare e ho pensato cosa fosse, alla fine mi ricordava la musica degli esercizi della Falun Dafa che avevo sentito molti anni prima. Così ho iniziato a cercare la Dafa nei parchi e nelle biblioteche, ma non la trovavo. Un sabato mattina, mentre stavo andando alla clinica, ho sentito la musica della Dafa fuori da una scuola, ho dato un’occhiata e ho visto un gruppo di persone che stavano facendo gli esercizi, e mi sono unito a loro senza esitazione.

Coltivare diligentemente

Da allora, sono un autentico praticante della Falun Dafa, che mi ha teso le mani calorose quando mi sentivo senza speranza. Mi ha mostrato che la vita è un'opportunità, e sono rinato. Con l'aiuto degli altri praticanti, ora mi alzo alle 5:00 del mattino ogni giorno. Studio lo Zhuan Falun e le altre conferenze del Maestro e recito Hong Yin.

Mi metto le cuffie e ascolto Radio Minghui e le telefonate che i praticanti fanno alla gente in Cina. Quando rientro a casa dal lavoro faccio gli esercizi. Sono immerso nella luce della Fa ogni giorno.

Mia figlia ha detto che sono diventato una persona diversa da quando pratico la Falun Dafa. Parlo dolcemente, non perdo più la calma e sono di buon umore. Anche il mio capo dice che sono cambiato radicalmente.

Dopo il lavoro cammino velocemente e mi affretto per rientrare a casa, così posso avere più tempo per fare gli esercizi. Mi piace la sensazione di fare gli esercizi, e non mi sento bene se non li faccio. Non ho perso un solo giorno nel farli.

Sono guarito completamente dal dolore al nervo del trigemino, un mese dopo aver iniziato a praticare. Quel mese non ho preso nessuna medicina. Un giorno il mio medico di famiglia mi ha chiamato per chiedermi perché non ero andato nel suo studio e gli ho risposto che ero guarito e che non prendevo più alcun farmaco. Era sorpreso ed ha detto che l'avrebbe divulgato agli altri pazienti.

In questo anno di coltivazione sono stato attento alle mie parole e azioni, ricordo sempre a me stesso che ora sono un praticante della Dafa e che devo guardarmi dentro in caso di conflitto. Sono stato testimone del suo potere, e la mia fede è incrollabile. Attraverso lo studio dello Zhuan Falun, ho capito che la Falun Dafa aiuta ogni praticante ad assimilare i principi di Verità-Compassione-Tolleranza, e ad elevarsi moralmente e nel carattere.

Con una coltivazione solida e l’esperienza di essere libero dalla malattia, i miei pensieri retti si sono rafforzati. Mi impegno a continuare a coltivare fino alla fine. Studio di più la Fa e pratico più diligentemente gli esercizi. Ogni giorno leggo una lezione dello Zhuan Falun, l’ha memorizzo e poi l'ha recito.

Mi sto illuminando ai significati più profondi della Dafa. Memorizzo le poesie nel libro Hong Yin, e quando ho memorizzato la decima, non sono riuscito a trattenere le lacrime. Prima di praticare la Falun Dafa, la mia memoria era molto scarsa e non riuscivo a ricordare nulla, perdevo sempre le cose. Ora il Maestro mi ha dato la saggezza.

Credere nel Maestro e nella Fa e salvare gli esseri senzienti

Ricordo che i praticanti della Dafa devono fare bene le tre cose, salvando gli esseri senzienti. Un giorno ho parlato con una signora mentre aspettavamo l'autobus. Mi disse di essere un"orfana di Shanghai". A causa della carestia nazionale dal 1959 al 1961 (il PCC la chiama tre anni di "disastri naturali"), i genitori della provincia dello Jiangsu e della provincia dello Zhejiang lasciavano i loro figli a Shanghai, così venivano chiamati "orfani di Shanghai". Venivano poi mandati in una delle venti province, come quella dello Shanxi e della Mongolia Interna. Secondo una cauta stima, ce n'erano 50.000 di questi orfani.

Mi ha detto che deve ringraziare il PCC, altrimenti sarebbe morta di fame. Ho capito che questa era un'opportunità che il Maestro mi aveva preparato per salvarla.

Ho chiesto al Maestro di rafforzarmi e le ho raccontato che ero stato a Melbourne per due anni. Poi le ho detto che volevo conoscere di più sul PCC, e capire cosa era successo da quando è al potere. Ho detto: "Questi tre anni di carestia non sono stati causati dalla natura, ma dall'uomo. Il PCC ha lanciato una campagna politica chiamata 'Grande balzo in avanti', che ha causato la grande carestia. Migliaia e migliaia di persone sono morte di fame. I tuoi genitori potrebbero essere stati tra loro. Se non fosse stato per la tirannia del PCC, avresti potuto vivere felicemente con i tuoi genitori, e non ti avrebbero lasciato a Shanghai. Quanto deve essere stato straziante per loro! Se tu conoscessi i fatti, non vorresti ringraziare il Partito, che ha causato la morte dei tuoi genitori. Il PCC ha trasformato molte persone di buon cuore nei suoi agenti, che sono diventati 'utili idioti', come diceva Lenin".

Ho capito che era profondamente avvelenata dal PCC e aveva bisogno di tempo per cambiare il suo pensiero - dovevo essere paziente. Ho detto: "Il PCC ha mandato 3.000 orfani di Shanghai nella Mongolia Interna. Tu sei sopravvissuta, ma in che modo? Ti mancano i tuoi genitori? È stato giusto per te non vederli più?". Lei non ha detto nulla e mi ha guardato con aria assente.

L'autobus si stava avvicinando, così le ho chiesto il suo numero di telefono. Ce lo siamo scambiato e poi mi ha guardato e detto: "Prima non ho sentito molto di quello che hai detto, sei molto gentile. Penso che prenderò il prossimo autobus. Per te va bene?"

Così abbiamo continuato a parlare, abbiamo parlato del movimento democratico studentesco del 4 giugno e della Falun Dafa. Lei ha detto che la pratica era buona, ma l'auto-immolazione di piazza Tiananmen non era buona. Le ho spiegato che quella era una bufala che il PCC aveva usato per incastrare la Falun Dafa, per incitare all'odio, e come scusa per perseguitare ulteriormente i suoi praticanti. Il Partito preleva organi dai praticanti vivi per profitto. Questa è la cosa più malvagia del mondo. Le ho detto che la Falun Dafa si è diffusa in più di cento paesi e che lo Zhuan Falun è stato tradotto in più di quaranta lingue. Le ho detto anche, che la Falun Dafa insegna alle persone ad essere buone, e chiede loro di seguire i principi di Verità, Compassione e Tolleranza. È un tesoro. Quello che i praticanti stanno facendo non è per loro stessi, ma per tutte le persone.

Se un partito al potere si oppone alla Verità-Compassione-Tolleranza, cosa dovrà affrontare? Ho alzato la voce e ho detto che sarebbe stato distrutto, che il cielo lo avrebbe eliminato. Il PCC perseguita la Falun Dafa, sopprime i dissidenti, inganna la gente e nasconde la verità. Le ho chiesto se ringraziava ancora il PCC e con calma, mi ha chiesto se ero una praticante della Falun Dafa, aggiungendo che quando era in Cina, un praticante l'aveva chiamata e le aveva chiesto di lasciare il partito, ma lei non lo fece perché non ci aveva creduto, ora dopo aver sentito le mie parole ci voleva pensare. Ci siamo strette la mano e ci siamo lasciate.

Mi ha chiamato una settimana dopo e abbiamo parlato a lungo. Mi ha ascoltata e mi ha parlato dei video di chiarimento della verità che aveva visto. Alcuni giorni dopo mi ha richiamato e mi ha chiesto di aiutarla a lasciare il PCC usando il suo vero nome. Ha detto che avrebbe avvisato anche gli altri orfani di Shanghai su chi dovevano ringraziare e chi dovevano odiare. Le ho detto che ero felice per lei e che l'avrei inclusa nel mio articolo sulla condivisione delle esperienze. Mi rispose che era d'accordo, dicendo che se poteva aiutare a salvare le persone, di scrivere di lei tranquillamente.

Chiarire la verità al lavoro

Al lavoro, durante tutto il tempo ricordo a me stesso che sono un praticante della Falun Dafa, e faccio sapere ai miei colleghi che i praticanti sono persone buone e che la Dafa insegna ad essere buoni. Chiarisco loro la verità e li aiuto a lasciare il PCC.

Un giorno ho messo le cuffie per ascoltare Radio Minghui, la mia collega che sedeva di fronte a me mi ha chiesto cosa ascoltavo ogni giorno, e se poteva ascoltare anche lei. Ho capito che il Maestro mi stava chiedendo di chiarire la verità sul lavoro attraverso lei. Ho collegato il mio cellulare all'altoparlante e ho fatto ascoltare la Terza Lezione dell'insegnamento del Maestro a Guangzhou. Tutti ascoltarono in silenzio e l'ora passò velocemente. Un collega mi chiese cosa fosse, e se ne avevo altre, voleva continuare ad ascoltare perché era una bella cosa. Gli ho detto che era una lezione tenuta dal Maestro Li della Falun Dafa, che lui chiede alle persone di essere buone, di guardarsi dentro nei conflitti, e di "non reagire o controbattere". Mi ha detto che sono cambiato radicalmente.

Con l'aiuto di altri praticanti, ho scaricato le nove conferenze del Maestro sul mio cellulare. Le ho fatte sentire al lavoro e tutti hanno ascoltato in silenzio. Quando siamo arrivati alla quarta lezione, il Maestro ha menzionato che gli operai restituivano alla fabbrica i pezzi di asciugamani che portavano a casa. Il mio capo era seduto lì ad ascoltare senza che me ne rendessi conto e al termine della quarta lezione, ha spostato l’altoparlante su uno sgabello in mezzo a noi ed abbiamo ascoltato nuovamente la lezione. In seguito abbiamo ascoltato la Fa del Maestro ogni volta che le condizioni lo permettevano. I miei colleghi, mi chiedevano se non capivano qualcosa, questo mi ha motivato a studiare di più la Fa. Se non capivo, studiavo di più la Fa, leggevo più materiale e lo condividevo con altri praticanti. Ho spiegato ai miei colleghi perché dovevano lasciare il PCC e le sue organizzazioni giovanili, hanno capito e accettato di lasciarlo.

Una collega di una provincia del nord-est della Cina mi ha dato un pezzo di carta con i nomi di suo fratello e di sua moglie negli Stati Uniti, chiedendomi di aiutarli a ritirarsi dal PCC. Mi ha detto di aiutare il padre di sua cognata a lasciare il partito. Era morto ed era un generale del PCC. Potevo sentire che era grata al Maestro. Vedendo gli esseri senzienti e i loro familiari che venivano salvati, mi sentivo felice per loro. Grazie Maestro, per avermi rafforzato e per avermi dato dei suggerimenti per permettermi di salvare le persone al lavoro, i loro familiari e quelli che sono morti.

Grazie Maestro, per avermi permesso di vivere ogni giorno con una tale felicità e per avermi permesso di passare ogni giorno a studiare la Fa, a fare gli esercizi e a coltivare me stesso. Il Maestro mi ha protetto durante tutte le mie reincarnazioni. Non so come ripagarlo. Vorrei diventare una particella della Dafa, salvare gli esseri senzienti, essere degno della salvezza compassionevole del Maestro, e vivere all'altezza delle aspettative degli esseri senzienti.

Auguro di nuovo Buon Compleanno al nostro Compassionevole e Venerabile Maestro!

Auguro ai miei compagni praticanti di tutto il mondo Felice Giorno della Falun Dafa!

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione non commerciale è consentita, ma richiede l'attribuzione del titolo dell'articolo e un link all'articolo originale.

Versione cinese