(Minghui.org) Influenzata dalla cultura del PCC, crescendo sono diventata una donna moderna forte. Sono diventata il tipo di persona di cui parla il Maestro:

“Le donne sono forti e astute

Impetuose, pungenti e dominanti”

(Yin e Yang invertiti; Hong Yin III)

Il mio carattere dominante mi ha creato grandi ostacoli nella vita. Solo dopo aver cominciato a praticare la Falun Dafa, mi sono resa conto gradualmente che questa non era la mia vera natura. Il comportamento dominante proveniva dall'egoismo; tuttavia, visto che me lo porto appresso da decine di anni, è diventato molto forte e difficile da rimuovere.

In genere ero ostinata sulle mie idee: ho capito che l'egoismo è una caratteristica del vecchio universo, ma era così radicato che mi causava continuamente problemi durante la coltivazione; si era fuso in me diventando parte integrante e a volte non mi rendevo nemmeno conto che era lui a dominare le mie azioni. Ogni volta che cercavo di eliminarlo, il processo era molto doloroso. Ero invidiosa, mi sentivo a disagio e mi capitava persino di non riuscire a dormire.

Insistere sulle proprie idee

Mio marito mi ha sopportata, bonariamente, per più di 30 anni; posso scendere a compromessi sulle piccole cose, ma di solito non cedo sulle grandi decisioni domestiche.

Una volta, quando abbiamo ristrutturato casa, ho sperato che mio marito potesse prendere in mano la situazione senza coinvolgermi. Tuttavia, lui che abitualmente è parsimonioso, voleva fare un buon affare senza spendere molti soldi. Com'è possibile? Alla fine l'ho sostituito e ho preso io le decisioni. Durante i lavori, potevo accettare piccoli suggerimenti dai miei famigliari, ma per le decisioni più importanti non cedevo. Non consideravo affatto i sentimenti degli altri e mi concentravo solo sul raggiungimento dei miei obiettivi.

A volte mi rendevo conto di essermi allontanata da un buono stato di coltivazione, ma non riuscivo a controllare il mio comportamento e continuavo a commettere errori, me ne pentivo e speravo di migliorare la volta successiva. In questo modo ho perso molte occasioni per eliminare il mio attaccamento.

Recriminare quando le cose non vanno come vorrei

Se ero costretta ad accettare le decisioni degli altri, subito affiorava il risentimento. Quando diventavo irrazionale, sfogavo la mia rabbia lamentandomi con altre persone.

Per esempio: quando nostra nipote era ancora piccola, abbiamo comprato una casa vicino alla scuola elementare perché fosse più facile andare a prenderla all'uscita. Passati 3 anni, mia nipote era cresciuta abbastanza per frequentare la scuola, ma mio figlio e mia nuora l'hanno voluta mandare in un'altra, un po' più lontana. Credevano che quella che avevano scelto fosse migliore per la bambina. Anche se a malincuore, ho dovuto accettare perché l'istruzione è molto importante. Tuttavia, ogni volta che andavo a prendere mia nipote, appena incontravo difficoltà mi lamentavo. Pensavo che le giovani generazioni fossero egoiste e non considerassero i bisogni dei loro genitori.

Il mio pensiero si accaniva su chi aveva preso la decisione. Se quella scuola l'avessi scelta io, non mi sarei lamentata.

Insistere sulla mia comprensione

Come praticante, quando condivido con gli altri la mia comprensione della coltivazione a volte insisto. Più ne parlo, più mi sento bene. Continuo a parlarne senza prestare attenzione ai pensieri degli altri; credevo persino che la mia comprensione fosse superiore a quella degli altri praticanti.

Col tempo i miei pensieri sono diventati irrazionali e si sono allontanati dalla Dafa. Sembrava che non potessi controllare la mia coscienza principale, credevo che la mia mente fosse manipolata. Era terrificante!

Il mio atteggiamento dominante era un riflesso della cultura del PCC e non potevo tollerare che qualcuno mi mettesse in discussione o avesse un'altra opinione. Avevo dimenticato completamente che la comunicazione è bidirezionale. Questo problema era la ragione principale per cui non riuscivo a chiarire bene i fatti agli altri.

Evidenziare l'egoismo

Insistere sulle proprie idee è una manifestazione di egoismo e di egocentrismo. La mia incapacità di ascoltare le opinioni degli altri andava completamente all'opposto di ciò che diceva il Maestro:

“... dovrete innanzitutto considerare gli altri, in modo tale da conseguire la retta illuminazione sull’altruismo”. (La natura di Budda è senza omissioni; Elementi essenziali per un ulteriore avanzamento)

Anche se, come praticante, avrei dovuto sostenere gli altri incondizionatamente e con gentilezza per ottenere risultati migliori, quando le mie idee non venivano accettate, desideravo inconsciamente che gli altri programmi fallissero per dimostrare che avevo ragione.

È molto dannoso per i praticanti insistere sulle proprie idee. Se prendiamo i benefici degli altri per soddisfare i nostri desideri, perderemo la virtù. Quando lottiamo per le cose della gente comune e discutiamo in base ai loro principi, i coltivatori non sono in grado di migliorarsi. Non dobbiamo prendere le cose del mondo molto seriamente.

Conclusione

La mentalità egoista di insistere sulle proprie idee può manifestarsi in diversi modi. La vecchia natura egoista dell'universo può rimanere nascosta nella propria dimensione. In quanto praticanti, non dobbiamo aver paura di affrontare questi conflitti perché possiamo riconoscere le cause, guardarci dentro e migliorarci. Tuttavia, i problemi persistono quando non riusciamo a identificare il nostro egoismo. Ancora peggio, potremmo fare affidamento su di esso ed essere riluttanti a liberarcene per godere dei cosiddetti piaceri umani.

In ogni prova o conflitto, se i praticanti potessero lasciar andare l'attaccamento a sostenere le proprie idee, otterrebbero finalmente il controllo e farebbero la cosa giusta, sperimentando la serenità di un coltivatore. Questa tranquillità non viene dall'alleggerimento della pressione nella vita umana, ma viene dall'aver ripulito i nostri campi nelle altre dimensioni.

Dopo che il Maestro ci ha aiutati a rimuovere uno spesso strato di sostanze cattive dal nostro corpo, realizziamo profondamente il bellissimo stato di:

“Quando c’è un conflitto, noi diciamo che, facendo un passo indietro, si vedono le cose sotto una luce completamente diversa”. (Nona lezione, Zhuan Falun)

Grazie, Maestro, e amici praticanti!

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale

Versione cinese