Propaganda

Auto-immolazione sulla Piazza Tiananmen

L'imbroglio dell'auto-immolazione in Piazza Tiananmen

La messa in scena “dell'auto immolazione” di Piazza Tiananmen – Un'imponente propaganda escogitata per demonizzare il Falun Gong nelle menti dei cinesi

Scenario: Alla fine del 2000 – un anno e mezzo dopo che il Partito Comunista Cinese (PCC) aveva lanciato la soppressione del Falun Gong – la campagna non era riuscita a guadagnare il sostegno di molti tra i membri del PCC. Nei primi mesi del 2000 l'allora il leader del PCC ,Jiang Zemin, aveva fatto il giro delle province meridionali nella speranza di rafforzare il sostegno alla campagna tra i leader politici locali. Nel frattempo era ormai tramontata la possibilità di un più ampio sostegno pubblico della campagna. Il 23 gennaio 2001 cinque individui si sono presumibilmente dati fuoco in Piazza Tiananmen a Pechino. L'intera scena è stata ripresa dalle telecamere da più angolazioni. Poche ore dopo l'evento i media controllati dallo Stato sono stati inondati da servizi e articoli che sostenevano che gli auto-immolati erano praticanti del Falun Gong. Questi servizi includevano raccapriccianti filmati delle vittime che descrivevano gli insegnamenti del Falun Gong come direttamente responsabili della tragedia.

Il problema: Nelle settimane successive all'evento un abbondante numero di prove scoperte (tra cui un articolo del Washington Post dove si dichiarava che due degli auto-immolati non avevano mai praticato il Falun Gong) ha indicato che l'incidente è stato completamente inscenato. Tuttavia, dal momento che le persone all'interno della Cina non hanno avuto accesso a queste informazioni, i media statali cinesi hanno continuato una campagna martellante per ritrarre gli “auto-immolati” come praticanti del Falun Gong. Le persone di tutta la Cina hanno cambiato atteggiamento verso la pratica, dal rispettarla ed essere solidali nei suoi confronti, a divenire furiosi ed attaccarla. I crimini di odio che prendevano di mira i praticanti del Falun Gong sono aumentati e il PCC ha intensificato la sua persecuzione aumentando gli arresti, le torture, le uccisioni e il prelievo forzato di organi.

Perché è importante: Con 70 -100 milioni di praticanti del Falun Gong in Cina, nel 1999 la disciplina tradizionale era arrivata ad essere ampiamente familiare e rispettata. Tuttavia la messa in scena “dell'auto-immolazione” ha cambiato tutto lo scenario e ad oggi rimane il fattore più influente tra il popolo cinese nel raccogliere disgusto ed odio verso il Falun Gong. La risultante apatia e ostilità verso il Falun Gong in Cina ha notevolmente facilitato il tentativo del regime di sradicare la pratica ed è una delle principali cause delle decine di migliaia di denunce di abusi e torture.

ANALISI CHIAVE

Finte fiamme (Video)

Questo è un'autorevole documentario sui punti sospetti dell'incidente “dell'auto-immolazione” inscenato dal regime. Il filmato ha vinto il premio onorario al 51° Columbia International Film Festival per il suo approccio analitico e per aver smascherato il tragico evento.

PROVE INDICANO CHE “L'AUTO-IMMOLAZIONE” È STATA INSCENATA

Analisi: 54 fatti che rivelano come la “auto-immolazione” di Piazza Tiananmen fu effettivamente messa in scena per scopi propagandistici

Parte 1 - Parte 2 - Parte 3 - Parte 4 - Parte 5

Altri articoli sulla messa in scena “dell'auto-immolazione”

Leggi articolo completo »

La verità sull’ autoimmolazione

Video

Falun Gong-Le cause della persecuzione

Video

© Copyright Minghui.org 1999-2017