(Minghui.org) Il 2 ottobre 2020 l'Ufficio di Cittadinanza e servizi di immigrazione degli Stati Uniti (USCIS) ha aggiornato il suo manuale delle politiche, nel quale si afferma che “qualsiasi immigrato che è o è stato membro o affiliato al Partito Comunista o a qualsiasi altro partito totalitario (o suddivisione o organizzazione affiliata), nazionale o estero, non è ammesso nel Paese”. Quello delle dimissioni dal Partito è diventato quindi uno dei principali argomenti di ricerca su Internet. Il Centro servizi per le dimissioni dal Partito Comunista Cinese (PCC) di Hong Kong (HK) ha immediatamente lanciato una linea diretta per aiutare le persone a dimettersi dal PCC e dalle sue organizzazioni giovanili.

L'avvocato per i diritti umani Chen Guangcheng, esiliato dalla Cina e attualmente residente negli Stati Uniti, ha previsto una nuova ondata di dimissioni dalle organizzazioni del PCC. Chen chiede a coloro che sono ancora membri del Partito di recidere rapidamente i legami, “altrimenti l'unico futuro che vi aspetta è di andare a fondo con il PCC”. Secondo lui, la maggior parte delle persone concorda con l'idea che “il Cielo eliminerà il PCC” a causa dei numerosi crimini che ha commesso contro l'umanità.

L'avvocato per i diritti umani Chen Guangcheng

Lu Jie, capo del Centro servizi per le dimissioni dal PCC di Hong Kong, ha affermato che negli ultimi quattordici anni, dopo che Epoch Times ha pubblicato la serie editoriale intitolata Nove commenti sul Partito Comunista, oltre trecentosessanta milioni di persone hanno lasciato il PCC e le sue organizzazioni affiliate. I volontari del Centro servizi di Hong Kong sono per lo più praticanti del Falun Gong che negli anni sono stati di stanza in diversi luoghi della città per distribuire copie dei Nove Commentari e aiutare le persone a lasciare il Partito. Lu ha detto: “Il PCC non è la Cina, e il National Security Act della Cina non dovrebbe diventare il PCC Security Act”. Ha anche detto che continueranno a denunciare i crimini commessi dal Partito e ad aiutare le persone a dare le dimissioni.

Lu Jie, capo del Centro servizi per le dimissioni dal PCC di Hong Kong

Lu ha detto che la nuova linea di condotta prevista dal manuale delle politiche dell'USCIS ha “portato a una nuova ondata di richieste di dimissioni dal PCC”. I movimenti politici negli ultimi due anni hanno permesso a molti hongkonghesi di vedere la natura malvagia del PCC e questo dovrebbe incoraggiare le persone a dimettersi. Questa è la ragione per cui lei e altri volontari hanno deciso di gestire una linea diretta e un account di posta elettronica per aiutare coloro che sono sinceri. Allo stesso tempo, nella città ci sono una dozzina di centri di assistenza. I volontari aiutano anche le persone a richiedere il certificato per ritirarsi dal PCC.

Secondo quanto riferisce la signora Zhou, una volontaria, sono numerose le persone che hanno chiamato la linea diretta per chiedere informazioni sulle dimissioni dal PCC. Una di queste ha chiamato dalla Cina e ha chiesto le dimissioni a nome di tutta la famiglia.

Gli Stati Uniti non risparmiano sforzi per combattere il PCC

Nel suo discorso alla Convenzione nazionale del Partito Repubblicano degli USA (RNC) del 2020, l'avvocato Chen ha descritto il PCC come “il nemico dell'umanità”. Il discorso è stato twittato dal presidente Trump. Chen ha parlato dell'infezione da COVID-19 del Presidente: “Non si può capire veramente la minaccia che il PCC ha posto e sta tuttora ponendo al mondo libero e il danno che ha fatto. Dopo aver contratto il virus del PCC ed essersi ripreso, il Presidente dovrebbe aver ben chiaro che finché il PCC esiste, nessuno al mondo, non solo i cinesi, è al sicuro”.

Chen si aspetta che gli Stati Uniti intraprendano misure più complete per combattere il PCC e prenderne le distanze.

Parlando di dimissioni dal PCC, ha detto che i membri del Partito non hanno mai creduto nel comunismo o nel socialismo ma “hanno aderito al PCC solo per avanzare nella carriera e per interesse personale”. Chen era convinto che, sapendo che non c'è alcun vantaggio in vista, numerose persone avrebbero lasciato il Partito per stare al sicuro in futuro. Ha affermato: “Il PCC è terrorizzato dalle ondate di persone che si dimettano!”.

Le persone in Cina sono d'accordo con l'idea che “Il Cielo eliminerà il PCC”

Nel 2005 Chen era agli arresti domiciliari nella provincia dello Shandong. Ha raccontato: “A volte mi svegliavo la mattina e vedevo molti volantini che dicevano: 'Il cielo eliminerà il PCC' e 'Dimettiti dal PCC e dalle sue organizzazioni affiliate', che erano stati affissi per le strade e sui ponti durante la notte. Potevo vedere che questo terrorizzava il PCC perché la sua censura e le sue minacce non funzionavano. Il popolo cinese disapprova le azioni del Partito, inclusa la persecuzione che sta attuando nei confronti del Falun Gong”.

Chen ha raccontato di aver visto alcuni bambini che stavano cercando di rimuovere un volantino da un monumento, ma i loro genitori li hanno fermati. Ha detto: “Penso che i genitori fossero d'accordo con quello che c'era scritto nel volantino, 'Il Cielo eliminerà il PCC', e non volevano che i loro figli lo sabotassero”.

Informazioni di contatto importanti

Linea diretta di HK per dimettersi dal PCC: 852-65963278

Email di HK per dimettersi dal PCC: hktuidang@gmail.com

Sito web del Centro servizi globali per dimettersi dal PCC: www.tuidang.org

Versione cinese