(Minghui.org) Il 20 luglio 2020 segna la ricorrenza del 21° anno di persecuzione del Falun Gong, una disciplina spirituale pacifica, da parte del Partito Comunista Cinese (PCC). Dieci funzionari eletti di cinque partiti dell'Assia, Germania, tra cui membri del Parlamento europeo (MEP), membri del Parlamento federale (MFP), membri del Parlamento statale (MSP) e il consigliere comunale di Francoforte hanno inviato lettere per sostenere i praticanti del Falun Gong e condannato la brutalità del PCC.

Alcuni funzionari eletti che sostengono lo sforzo dei praticanti contro la persecuzione: (da sinistra a destra nella fila in alto) Michael Gahler, Engin Eroglu, Ulli Nissen e Karin Mueller; (da sinistra a destra nella riga inferiore) Martina Feldmayer, Dirk Bamberger, Oliver Stirbock e Heiko Kasseckert

Tre funzionari eletti firmano la dichiarazione congiunta

Al 19 luglio 2020 oltre seicento funzionari eletti di trenta Paesi avevano firmato una dichiarazione congiunta per esortare il PCC a cessare immediatamente la persecuzione del Falun Gong che perdura da ventuno anni.

L'eurodeputato Michael Gahler dell'Unione Cristiano-Democratica di Germania (CDU), l'eurodeputato Engin Eroglu, membro dei Liberi Elettori del Parlamento europeo, e la parlamentare federale Ulli Nissen del Partito Socialdemocratico hanno firmato la dichiarazione.

L'eurodeputato Michael Gahler dell'Unione Cristiano-Democratica (CDU)

L'eurodeputato Engin Eroglu, membro dei Liberi Elettori del Parlamento europeo

Il membro del Parlamento federale Ulli Nissen del Partito Socialdemocratico

La dichiarazione congiunta è la prima azione globale contro la persecuzione. Questa azione comune deriva dalla coalizione internazionale contro il PCC per la sua cattiva gestione dell'epidemia di coronavirus e la violazione della pace mondiale. Politici di Europa, Nord America, Medio Oriente, Asia-Pacifico e Sud America chiedono congiuntamente al PCC di cessare la persecuzione del Falun Gong.

La dichiarazione congiunta sottolinea: “La persecuzione del Falun Gong in Cina è una delle campagne più dure contro un gruppo religioso nei tempi moderni”. Richiama in particolare l'attenzione sul prelievo di organi, autorizzato dal PCC, da praticanti vivi del Falun Gong e sollecita la fine immediata della persecuzione e il rilascio tutti i praticanti e i prigionieri di coscienza che sono imprigionati o detenuti.

Tre eurodeputate dell'Alleanza 90/I Verdi firmano una lettera

Da sinistra a destra: la MSP Karin Mueller, vice presidente del Parlamento dell'Assia; la MSP Martina Feldmayer; e la MSP Miriam Dahlke

La lettera delle tre deputate Karin Mueller, Martina Feldmayer e Miriam Dahlke

Nella lettera, si legge: “Il Falun Gong è stato bandito dal PCC per ventuno anni e il 20 luglio è un anniversario davvero triste. È giunto il momento per la Cina di riconoscere il rispetto dei diritti umani e della libertà di parola e di favorire una democrazia senza oppressione e discriminazione”.

“In qualità di membri dell'Alleanza 90 del Parlamento statale dell'Assia, amiamo i diritti umani e li consideriamo una base indispensabile per la coesistenza pacifica del mondo. Pertanto, siamo fermamente contrarie a tutte le forme di persecuzione e violenza contro i praticanti del Falun Gong che perseguono la pace”.

Lettera del parlamentare statale Heiko Kasseckert dell'Unione Cristiano-Democratica

Il parlamentare statale Heiko Kasseckert

La lettera del deputato Heiko Kasseckert

Nella lettera, si legge: “Nel commemorare il 21° anniversario della protesta del Falun Gong contro la persecuzione, sono molto felice di fare le congratulazioni ed esprimere il sostegno ai praticanti del Falun Gong e alle loro attività pacifiche”.

“Il 20 luglio è il giorno in cui i praticanti del Falun Gong di tutto il mondo commemorano le vittime di questa persecuzione e resistenza pacifica”.

“Dal 1992 milioni di persone in tutto il mondo hanno praticato e vissuto in conformità con i valori di 'Verità, Compassione e Tolleranza'. Ora questi valori sono particolarmente importanti per noi. I praticanti del Falun Gong ottengono la pace interiore e la salute fisica attraverso la pratica”.

“A partire dal luglio 1999 c'è stata una brutale persecuzione contro il Falun Gong; i praticanti sono stati brutalmente torturati e costretti a rinunciare alla loro fede. Per ventuno anni hanno persistentemente e pacificamente protestato contro questa persecuzione demoniaca”.

“Pertanto è estremamente importante per noi schierarci e parlare, esprimere la nostra posizione e piangere le persone che sono state perseguitate a morte, ed esprimere la nostra resistenza alla violenza e al comportamento crudele”.

“Spero che continuerete a farvi forza e coraggio per percorrere questo cammino di pace che avete scelto e per seguire i vostri principi di fede liberamente e senza persecuzioni. Vi supporterò sicuramente”.

Lettera del parlamentare statale Dirk Bamberger dell'Unione Cristiano-Democratica

Il parlamentare statale Dirk Bamberger

La lettera del deputato Dirk Bamberger

Il deputato Dirk Bamberger ha scritto: “Il 20 luglio 2020 segna il 21° anno della terribile persecuzione dei praticanti del Falun Gong in Cina. È anche il 21° anniversario del giorno in cui i praticanti del Falun Gong e i loro sostenitori hanno iniziato con straordinaria perseveranza una lotta pacifica contro la persecuzione”.

“Per l'evento commemorativo che pianificate di tenere a Francoforte il 25 luglio, non esito a inviare un messaggio di congratulazioni. Oggi sono molto felice di inviarvi questo messaggio di congratulazioni per esprimere il mio sostegno a voi e al movimento del Falun Gong che cerca giustizia, riconoscimento e tolleranza. Per favore considerate i miei saluti come un segnale per stare con i praticanti del Falun Gong e stare con voi. È anche un segnale per mostrarvi la mia indignazione per la persecuzione e per comunicarvi che farò del mio meglio per aiutarvi a resistere”.

“'Ognuno nasce libero e con la stessa dignità e gli stessi diritti degli altri'. Con questa frase le Nazioni Unite hanno affermato che tutti, indipendentemente dal colore della pelle, dal sesso, dalla lingua, dalla religione, dall'opinione politica, dallo status sociale, dalla nazionalità e dalla nascita sociale, godono degli stessi diritti e libertà. Il 10 dicembre 1948 le Nazioni Unite hanno adottato la Dichiarazione dei diritti umani e quello è stato un momento decisamente positivo e storico”.

“La persecuzione degli ebrei nel Terzo Reich ha raggiunto un picco terribile, atroce e inumano. Poco dopo la fine di quella persecuzione è nata la Dichiarazione dei diritti umani. Tra questi, l'articolo 18 stabilisce che ognuno ha il diritto alla libertà di pensiero, coscienza e religione. Questo diritto include la libertà di esprimere la propria religione o credo nella dottrina, nella pratica, nell'adorazione e nei precetti individualmente o collettivamente, apertamente o segretamente. Questo diritto umano è illimitato e si applica a tutti in ogni momento”.

“Come membro eletto del Parlamento dello Stato dell'Assia, sostengo il fatto che tutti abbiano la possibilità di pianificare liberamente la propria vita senza essere oppressi e tiranneggiati. Sostengo il fatto che le libertà fondamentali di tutti debbano essere rispettate e garantite. Farò del mio meglio per proteggere il movimento del Falun Gong ed esprimerò la mia forte protesta personale a coloro che sono coinvolti nella persecuzione del movimento del Falun Gong”.

Lettera del parlamentare statale Oliver Stirbock del Partito Liberal-Democratico

Il deputato Oliver Stirbock del Partito Liberal-Democratico

La lettera del deputato Oliver Stirbock

La lettera recita: “Per ventuno anni, avete lavorato duramente per fermare la persecuzione dei praticanti del Falun Gong. Da più di due decenni non potete praticare liberamente la vostra pacifica disciplina spirituale nella Repubblica Popolare Cinese e dovete anche preoccuparvi della vostra vita”.

“I valori di 'Verità, Compassione e Tolleranza' rappresentati dal Falun Gong sono nobili e degni di rispetto, e devono essere garantiti attraverso politiche. Tuttavia, l'approccio del governo cinese al Falun Gong è esattamente l'opposto. Non ha rispetto, né umanità né Stato di diritto. La comunità internazionale deve prestare attenzione a questi crimini. La vostra esistenza è buona e il Partito Liberal-Democratico è dalla vostra parte”.

“Vi sostengo nel resistere pacificamente a questa crudele persecuzione, perché noi membri del Partito Liberal-Democratico sosteniamo la libertà e il libero sviluppo degli individui e resistiamo a ogni repressione nazionale che minaccia ogni giorno la libertà su scala globale”.

Il dottor Nils Kobler dell'Unione Cristiano-Democratica (CDU), presidente del Consiglio comunale di Francoforte, sostiene i diritti umani dei praticanti del Falun Gong

Il dottor Nils Kobler, presidente del Consiglio comunale di Francoforte

Il dottor Nils Kobler ha inviato una e-mail per esprimere supporto per gli eventi del 20 luglio: “Francoforte è una città aperta e inclusiva a livello internazionale. Noi del CDU di Francoforte continuiamo a impegnarci a sostenere i valori per cui lottate pacificamente, perché riteniamo che siano essenziali per la coesistenza pacifica dell'umanità”.

“Sono molto felice che i praticanti del Falun Gong a Francoforte possano fare gli esercizi liberamente senza interferenze. Il perseguimento dell'auto-coltivazione e il rispetto degli standard di 'Verità, Compassione e Tolleranza' mostrano che questo movimento si basa sulla pace”.

Versione cinese