(Minghui.org) Una sessantacinquenne residente a Shenyang, nella provincia del Liaoning, è stata recentemente condannata a cinque anni di carcere per la sua fede nel Falun Gong, una pratica per il benessere della mente e del corpo perseguitata dal 1999 dal regime comunista cinese.

Il 26 febbraio di quest’anno la signora Jiang Shumei è stata arrestata mentre studiava gli insegnamenti del Falun Gong a casa sua con un'altra praticante, la signora Xu Zhenying di settantasei anni. La polizia ha perquisito la casa di Jiang, confiscandole i suoi libri del Falun Gong, il computer e la stampante.

Sia Jiang che Xu sono state arrestate e recluse segretamente nel centro di detenzione della città di Shenyang.

Il 20 maggioXu è stata processata tramite un'udienza virtuale dal tribunale distrettuale di Huanggu e successivamente condannata a due anni. A giugnolei ha presentato appello presso il tribunale intermedio della città di Shenyang, ed è ancora in attesa del verdetto.

Jiang è stata successivamente condannata a cinque anni di carcere dal tribunale distrettuale di Huanggu. I dettagli della sua condanna non erano chiari al momento della sentenza.

Persecuzione passata

Prima del suo ultimo arresto Jiang, per aver praticato il Falun Gong, è stata ripetutamente arrestata ed incarcerata per un totale di nove anni.

Nel 2000 è stata arrestata e condannata ad un anno di detenzione da scontare nel famigerato campo di lavoro forzato di Masanjia.

Dopo il 25 febbraio 2004, data del suo successivo arresto, all’interno della stazione di polizia è stata picchiata, ammanettata dietro la schiena e percossa con bastoni elettrici. Le ferite riportate alle gambe erano così gravi da non essere più in grado di camminare da sola. Prima di essere condannata ad otto anni di detenzione da scontare nella prigione femminile della provincia del Liaoning, dopo un mese trascorso al centro di lavaggio del cervello Zhangshi, è stata trasferita nel centro di detenzione della città di Shenyang.

Xu è stata anche ripetutamente presa di mira per la sua fede nel Falun Gong. All'inizio di febbraio dello scorso anno è stata arrestata e la sua casa è stata perquisita. Anche suo marito (che non pratica il Falun Gong) è stato arrestato insieme ai suoi due figli, Chen Xin e Chen Fe.

Suo marito è stato rilasciato qualche ora dopo. Poichè il centro di detenzione locale si è rifiutato di accettare Xu ed i suoi due figli a causa della pandemia, successivamente li ha rilasciati per far loro scontare sei mesi di arresti domiciliari.

Xu è stata successivamente incriminata ed il suo caso è stato trasferito al tribunale distrettuale di Huanggu dove, nell'agosto dello scorso anno, è stata convocata per rispondere ad alcune domande. Per evitare di essere condannata si è nascosta, solo per essere arrestata mesi dopo.

Informazioni di contatto dei perpetratori:

Sun Yadong (孙亚东), capo dell'ufficio per la sicurezza interna del distretto di Huanggu: +86-15502419765

Xu Hongjie (徐宏捷), presidente della procura del distretto di Huanggu: +86-24-86403033;

Zhang Libin (张立斌), presidente del tribunale distrettuale di Huanggu: +86-24-26219613, +86-26219500, +86-86863333.

(Ulteriori informazioni di contatto dei perpetratori sono disponibili nell'articolo cinese originale).

Articoli correlati:

Liaoning: Due donne detenute in isolamento per oltre due mesi

76-year-old Woman Sentenced to Two Years for Practicing Falun Gong

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale.


Versione cinese