(Minghui.org) Pratico la Falun Dafa da 24 anni. Vorrei condividere alcune delle molte cose miracolose che mi sono successe durante questo periodo di tempo, per esprimere la mia gratitudine per la grazia illimitata del Maestro Li, il fondatore della Falun Dafa.

Ho iniziato a praticare la Dafa nella primavera del 1997, quando ero costretta a letto e la mia vita era appesa a un filo. Quando mia zia è venuta a trovarmi, mi ha portato le registrazioni audio della conferenza del Maestro a Jinan. Le abbiamo ascoltate insieme e mi ha insegnato gli esercizi della Falun Dafa. Tre giorni dopo aver iniziato ad ascoltare le conferenze, il Maestro ha iniziato a purificare il mio corpo, e il giorno dopo sono riuscita miracolosamente ad alzarmi dal letto. Una settimana dopo, potevo fare le faccende domestiche e in tre settimane ho recuperato completamente la mia salute. Ero persino in grado di lavorare nei campi.

Ascoltavo ogni giorno le conferenze del Maestro e più le ascoltavo, più mi piacevano. Volevo incontrare il Maestro e spesso mi chiedevo che aspetto avesse una persona così grande e compassionevole. Ho chiesto più volte a mia zia di poterlo vedere. Lei mi ha detto che aveva visto il Maestro solo nelle registrazioni video delle conferenze. Ha detto che sembrava molto giovane e sicuro di sé, e che sebbene il Maestro avesse già 40 anni, sembrava un ventenne.

Nell’autunno del 1997 mia zia mi ha dato una copia del libro Zhuan Falun. Ho preso il prezioso libro e l’ho aperto alla pagina con la foto del Maestro. Sembrava che conoscessi il Maestro da molto tempo. Quando ho guardato i caratteri cinesi “Zhuan Falun” sulla copertina, il mio corpo ha tremato come mai prima di allora. Ho letto i caratteri “Zhuan Falun” diverse volte, ma non conoscevo il vero significato di quelle parole. Quello stesso giorno ho iniziato a leggere con entusiasmo lo Zhuan Falun.

Mentre stavo leggendo la Terza Lezione dello Zhuan Falun, ho iniziato ad assopirmi e ho sentito una voce maschile che mi diceva chiaramente: “Il vero scopo della vita è tornare al proprio vero sé originale”. La voce era molto chiara e nitida ed è risuonata nella mia mente per molto tempo. Tuttavia, dato che ero una nuova praticante, non sapevo cosa significasse veramente tornare al proprio vero sé originale.

Un pomeriggio, dopo aver finito di leggere lo Zhuan Falun, mi stavo preparando per un pisolino. Prima di chiudere gli occhi, ho visto e sentito un grande Falun colorato che emetteva un suono stridente. Risuonava nelle mie orecchie mentre ruotava in senso orario e antiorario. Era magnifico e molto bello. Il Falun colorato ruotava nella mia stanza, emettendo una luce radiosa. Ero così incantata che l’ho fissato per circa cinque minuti. Era veramente meraviglioso! Non avevo ancora visto nulla di simile nel mondo umano! Quando ho pensato: “Ho finito di guardarlo”, il Falun è scomparso, quasi come se mi avesse letto nel pensiero. Mi sono pentita di aver pensato di non volerlo più vedere.

Nel marzo 1999 sono andata insieme ad un’altra praticante ad una conferenza locale della Fa in autobus. Circa a metà strada, un praticante ha gridato: “Vedo un drago nel cielo!”. Tutti hanno cominciato a guardare fuori dal finestrino. Altri praticanti hanno iniziato a gridare: “Vedo un drago blu” o “Vedo un drago rosso”. In quel momento ho visto un drago blu che danzava tra le nuvole. Più tardi, io e altri praticanti abbiamo visto dei Falun di ogni colore. Ci hanno accompagnato per tutto il viaggio e tutti erano molto felici. Abbiamo visto Falun durante tutto il viaggio e ci siamo sentiti molto benedetti! Le parole non possono descrivere i miracoli e le meraviglie che abbiamo incontrato durante il nostro viaggio!

Quando l’epidemia di SARS è scoppiata in Cina, nella primavera del 2003, c’erano stretti punti di controllo di sicurezza e agenti di pubblica sicurezza in tutti i mezzi di trasporto. All’epoca ero costantemente in movimento per evitare di essere arrestata illegalmente. Stavo aiutando un altro praticante a scrivere articoli di condivisione. Un giorno ero su un autobus dopo aver scritto un articolo, quando improvvisamente ho visto un Budda in un kasaya giallo, o veste, che si librava nel cielo. Era magnifico nel cielo blu e nelle nuvole bianche. Ho osservato il Budda più da vicino e ho capito che era davvero il Maestro. Ero molto commossa e ho guardato il Budda per circa un minuto.

Nell’autunno 2005 sono stata arrestata illegalmente e portata in un campo di lavoro forzato. La guardia in carica era molto crudele, così ho inviato pensieri retti per eliminare i fattori negativi dietro di lei. Tre mesi dopo ho sognato un serpente verde che moriva. In un altro sogno, quattro mesi dopo, ho dato a quella guardia una succosa pesca rossa. All’inizio la guardia ha rifiutato educatamente di prenderla, ma dopo aver insistito, ne è stata molto felice. Mi sono resa conto che il Maestro mi stava dicendo di salvarla.

Nella mia testa, ho scritto una lettera alla guardia per parlarle della Dafa e del perché non doveva partecipare alla persecuzione. Miracolosamente, quello stesso giorno, sono stata trasferita in un’altra cella che aveva carta e penna sul tavolo. Sembrava quasi che fosse stata preparata per me, così ho iniziato a scrivere una lettera di 2.000 caratteri. Dopo aver letto la mia lettera la guardia in carica è entrata nella mia cella quattro volte, e ogni volta mi sorrideva e chiamava il mio nome. Da allora è stata più compassionevole verso di me e verso gli altri praticanti.

Una sera d’autunno del 2007 sono andata in bicicletta con una praticante di nome Mei a distribuire volantini per chiarire la verità. Mi stavo preparando a tornare a casa dopo aver distribuito 600 volantini, quando improvvisamente la mia vista ha iniziato a offuscarsi e sono caduta dalla bicicletta diverse volte. Mei stava pedalando davanti a me e improvvisamente ho pensato di recitare la Fa. Ho recitato le poesie “Pensieri retti e azioni rette” e “Un Dio retto” mentre tornavo a casa in bicicletta. Ho riacquistato miracolosamente la vista e ho potuto vedere la strada più chiaramente. Era come se una lampada fosse stata accesa per me mentre pedalavo per gli ultimi dieci li (circa 500 metri).

Grazie, grande e compassionevole Maestro!

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell’articolo e sia presente un collegamento all’articolo originale

Versione cinese