(Minghui.org) Un uomo della città di Changchun, nella provincia del Jilin, gravemente malato sta affrontando un processo a causa della sua fede nel Falun Gong, una disciplina spirituale e di meditazione che è perseguitata dal regime comunista cinese dal 1999.

L’uomo in questione si chiama Yu Chunbo, 48 anni, e sua moglie non praticante, la signora Li Fengxia, sono stati arrestati e la loro casa è stata messa a soqquadro il 12 novembre dell’anno scorso. Yu gestiva un chiosco per mantenere la famiglia e l’arresto della coppia ha lasciato la loro figlia, che attualmente studia all'università, in una tremenda sofferenza mentale e finanziaria.

La polizia ha rapidamente sottoposto il caso della coppia alla procurae così il procuratore li ha incriminati il 30 dicembre e ha spostato il loro caso al tribunale del distretto di Chaoyang.

Il 13 gennaio, una guardia del Changchun City No. 2 (Centro di Detenzione) ha chiamato la famiglia del signor Yu e ha detto che il praticante era stato ricoverato in ospedale a causa di una condizione medica, senza fornire ulteriori informazioni.

La sua famiglia ha appreso il 26 gennaio che il tribunale del distretto di Chaoyang aveva originariamente fissato la sua udienza per il primo febbraio, ma poi l'ha posticipata di una settimana a causa della sua cattiva condizione di salute. La famiglia ha poi chiesto alle autorità di rilasciarlo in libertà condizionata per motivi medici, ma la loro richiesta è stata respinta, inoltre le stesse autorità hanno impedito alla sua famiglia di visitarlo.

La moglie, la signora Li è attualmente detenuta nel centro di detenzione n. 4 della città di Changchun, ma non è chiaro se sarà processata insieme al marito Yu.

Prima dell'ultimo calvario, Yu era stato arrestato diverse volte negli ultimi 21 anni per aver praticato il Falun Gong. Dopo un arresto alla fine del 2000 per essersi recato a Pechino a fare appello per il Falun Gong, gli sono stati inflitti due anni nel campo di lavoro forzato di Chaoyanggou. Le guardie lo sottoponevano a shock con manganelli elettrici, lo picchiavano, gli davano calci alle gambe, lo privavano del sonno e lo costringevano a fare lavori intensivi. Le sue mani erano coperte di scabbia, eppure le guardie lo costringevano ancora a lavorare nella fabbrica di mattoni o a scavare la terra.

Mentre Yu stava scontando la pena, anche suo fratello minore, il signor Yu Chunhai, è stato arrestato per aver praticato il Falun Gong e incarcerato nello stesso campo di lavoro forzato di Chaoyanggou. Le torture e il lavoro intensivo hanno avuto gravi ripercussioni sulla salute del giovane Yu. Ha lottato con una salute cagionevole per tre anni, e dopo il suo rilascio avvenuto il 21 gennaio 2007, è morto all'età di 32 anni. Gli sono sopravvissuti la moglie e due figli, di due e otto anni.

Il signor Yu Chunbo è stato nuovamente arrestato il 12 ottobre 2018 nel suo ristorante. Anche il marito di sua nipote, Wang Min, che lavorava nel ristorante e che non praticava il Falun Gong, è stata portato via. Quando sua figlia e suo genero sono andati alla stazione di polizia per chiedere il rilascio del signor Yu, la polizia ha arrestato anche suo genero e al signor Yu sono stati dati dieci giorni di detenzione e infine rilasciato il 23 ottobre.

Articolo correlato:

Fratello minore torturato a morte, fratello maggiore detenuto e torturato

Versione cinese