(Minghui.org)

Nome cinese: 吴乃英

Genere: Femmina

Età: 66

Città: Shenyang

Provincia: Liaoning

Occupazione: N/A

Data della morte: 16 dicembre 2021

Data del più recente arresto: 14 novembre 2016

Luogo di detenzione più recente: Prigione femminile della provincia del Liaoning

Il 16 dicembre dello scorso anno Wu Naiying, sessantaseienne, è morta due anni dopo essere stata rilasciata dopo aver scontato una pena di tre anni in un campo di lavoro forzato, per essersi rifiutata di rinunciare alla sua fede nel Falun Gong.

Wu Naiying

Dal 1999, quando il regime comunista cinese ha iniziato a perseguitare il Falun Gong, Wu è stata arrestata cinque volte, condannata a due anni in un campo di lavoro e due volte condannata al carcere, per un totale di sette anni.

È stata arrestata per la prima volta nel 2000 e detenuta per quindici giorni. Nel 2001 è stata arrestata di nuovo e tenuta nel centro per il lavaggio del cervello del distretto di Shenhe.

Dopo un altro arresto, nell'agosto 2003 è stata condannata a due anni nel campo di lavoro forzato di Longshan, dove le guardie l'hanno picchiata e percossa con dei manganelli elettrici.

Illustrazione della tortura: Percossa con manganelli elettrici

Il 10 agosto 2008 Wu è stata arrestata di nuovo, i poliziotti le hanno coperto la testa con un cappuccio nero e l'hanno ammanettata. Il 29 ottobre 2008 il tribunale del distretto di Dadong l'ha condannata a quattro anni ed il 13 gennaio 2009, dopo essere stata portata nella prigione femminile della provincia del Liaoning, ha subito abusi verbali, lavori forzati ed altre torture.

Illustrazione della tortura: Lavori forzati

Il 15 giugno 2015 la donna ha presentato una denuncia penale contro Jiang Zemin, l'ex capo del Partito Comunista Cinese che ha ordinato la persecuzione. É stata nuovamente arrestata il 14 novembre 2016 mentre studiava i libri del Falun Gong a casa con altri tre praticanti. Molti dei suoi effetti personali sono stati confiscati. Dopo averla videoregistrata con telecamere di sorveglianza, le autorità l'hanno anche accusata di aver affisso un poster informativo sul Falun Gong.

La polizia l'ha reclusa nel centro di detenzione della città di Shenyang ma, siccome soffriva di ipertensione, ed è stata ricoverata in ospedale per due settimane, per poi essere riportata al centro di detenzione.

Wu è stata condannata a tre anni e multata di 20.000 yuan (circa 2.800 euro) dal tribunale distrettuale di Shenhe il 29 settembre 2017. É stata portata nella prigione femminile della provincia del Liaoning il 9 gennaio 2018.

Quando è stata rilasciata, nel novembre 2019, non era in grado di parlare coerentemente ed aveva perso gran parte della memoria. Una volta ha ricordato che, a causa delle torture subite in prigione, aveva difficoltà a respirare e dolori ai piedi e alle gambe, ed aveva una grave costipazione.

Dopo aver lottato con una salute cagionevole è deceduta intorno all'una di notte del 16 dicembre scorso.

Articolo correlato

Liaoning Woman Jailed for Suing Former Chinese Dictator for Her Past Imprisonment

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale.


Versione cinese