(Minghui.org) Dal giorno in cui ho acquisito un senso di indipendenza, depressione e sofferenza sono state mie compagne costanti di vita. Man mano che diventavo più consapevole del mondo in cui vivevo, mi sono reso conto che non avevo alcun interesse per le cose del mondo. Non trovavo nulla per cui valesse la pena vivere.

Con il passare del tempo questa sensazione è diventata sempre più forte.

A dicembre 2019 la mia vita sarebbe dovuta finire. Mi sentivo come se avessi raggiunto il mio punto di rottura, sia a livello mentale che fisico. Sentivo che anche se non avessi messo fine alla vita di mia iniziativa, probabilmente un giorno sarei morto nel sonno e non mi sarei più svegliato.

Un incontro fatale

In quel periodo mi capitava regolarmente di chiacchierare con un collega. Alla fine, mi ha dato del materiale sulla Falun Dafa e una copia del libro Zhuan Falun, che contiene gli insegnamenti principali della Falun Dafa.

Sapevo che la coltivazione spirituale poteva portare alla vera liberazione. Da giovane ho cercato la salvezza in diverse scuole di coltivazione. Tuttavia, i “coltivatori” che incontravo non sembravano essere sulla retta via, così non mi sono mai unito formalmente a nessuna disciplina e ho solamente letto alcuni libri spirituali per conto mio.

Un sacerdote taoista che ho incontrato in quel periodo mi ha parlato molto bene della Falun Dafa. Non mi ha detto chiaramente cosa fosse, ma dalle sue parole ho avuto l’impressione che si trattasse di qualcosa che la comunità dei coltivatori considerava estremamente buona.

Da bambino, incontravo sempre dei praticanti della Falun Dafa per strada che mi parlavano della loro pratica. Anche quando sono andato all’estero, li ho visti in diversi Paesi mentre distribuivano materiali informativi sulla pratica. Tutti i miei incontri con loro mi hanno dato l’impressione che la comunità della Falun Dafa fosse devota e determinata.

Perciò, quando ho ricevuto il libro Zhuan Falun e il materiale della Dafa dal mio collega, non ho potuto fare a meno di sentirmi eccitato. In passato avrei voluto conoscere la Falun Dafa, ma i praticanti che mi parlavano se ne andavano sempre in fretta. Parlavano per lo più della persecuzione, senza spiegare di più sulla pratica stessa. Il giorno in cui ho ricevuto il libro, ho avuto la sensazione di essere stato scelto ed ero un po’ emozionato.

Lasciare la scatola nera

A causa dei miei impegni di lavoro, ho sfogliato due pagine del libro prima di metterlo sotto il cuscino.

Un paio di giorni dopo, ho sentito molto caldo di notte, al punto che non riuscivo a tenere le coperte. Mi sono svegliato nel mezzo della notte madido di sudore. Pensavo di essere malato e sono andato alla clinica per prendere dei farmaci antinfiammatori, ma per una serie di motivi non hanno potuto somministrarmeli.

Quando il collega che mi aveva dato il materiale della Dafa mi ha chiamato e ha saputo della mia situazione, mi ha detto di leggere il libro perché parlava del fenomeno che stavo vivendo. Sono tornato a sfogliare il libro e ho capito cosa stava succedendo, ma non l’ho ancora finito tutto d’un fiato.

Solo alla fine di gennaio 2020, quando ero isolato a casa a causa della pandemia e non avevo niente da fare, ho tirato fuori lo Zhuan Falun da sotto il cuscino e ho iniziato a leggerlo seriamente. Dalla quarta lezione in poi, ho iniziato a piangere in modo incontrollato, e più continuavo a leggere, più avevo voglia di piangere. L’ho letto fino alla fine, piangendo tutto il tempo.

In passato, volevo suicidarmi perché non riuscivo a trovare una ragione per vivere in questo mondo. Avevo la vaga sensazione di essere venuto qui per un motivo molto importante, ma avevo dimenticato quale fosse. Il dolore e la confusione che provavo mi facevano sentire come se fossi sballottato in una piccola scatola buia. Il mio cuore si sentiva vuoto e la mente era caotica. Non avevo una meta, una direzione; volevo aggrapparmi a qualcosa di solido, ma ne uscivo sempre vuoto.

Dopo aver letto lo Zhuan Falun per la prima volta, non ho più avuto pensieri di suicidio.

Sono venuto proprio per questo scopo. Ora lo sapevo. La cosa che avevo dimenticato era riemersa. Mi sono ricordato chi ero e perché sono qui. Una mano aveva raggiunto la scatola nera e mi aveva portato alla luce.

Finalmente mi trovavo dove dovevo stare, ero al mio posto.

I primi passi nella coltivazione

Volevo imparare di più, così ho iniziato a leggere gli insegnamenti delle conferenze del Maestro tenute in tutto il mondo. Non c’era alcuna esitazione nella mia mente sul fatto di voler praticare o meno. Il giorno in cui ho finito di leggere lo Zhuan Falun, sapevo che non l’avrei più messo giù. Da allora ho continuato a studiare la Fa ogni giorno. Ho anche seguito i video degli esercizi del Maestro e imparato i movimenti.

In quei giorni, dovevo alzarmi alle 6 del mattino per lavorare e a volte non tornavo a casa fino a dopo le 22. Non dormivo quasi mai abbastanza.

Ma per fare gli esercizi, mi alzavo alle 5 del mattino, il che era un miracolo per me a quel tempo. Non sapevo nemmeno come facevo. Più tardi, quando ho saputo che molti amici praticanti si alzavano alle 3 del mattino per fare gli esercizi, mi sono reso conto di essere molto pigro in confronto.

Metamorfosi

Da allora sono diventato una persona completamente diversa. Non ho percepito un cambiamento marcato in me stesso, ma i commenti dei miei amici abituali lo confermavano.

Mi hanno detto che prima non mi vedevano mai sorridere e che emanavo sempre un senso di misantropia e negatività. Ma ora potevo davvero sorridere e avere un atteggiamento positivo e brillante. Se non mi avessero visto attraversare l’intero processo, si sarebbero chiesti se questo nuovo me fossi davvero io.

Ho detto loro che il motivo del mio cambiamento era dato dal fatto che avevo iniziato a praticare la Falun Dafa. Ho anche detto loro alcune delle mie intuizioni dei primi stadi della pratica, e quanto sia straordinaria la Falun Dafa. Ho insegnato loro a meditare e poiché erano stati testimoni della mia trasformazione, erano molto entusiasti di imparare.

Allo stesso tempo, il rapporto tra me e la mia famiglia è cambiato radicalmente.

In passato, non riuscivo mai ad andare d’accordo con i miei familiari. Non appena ci incontravamo, litigavamo e discutevamo; non avevamo mai niente di carino da dirci. Da quello che posso ricordare, tutto ciò che dicevo loro era quanto desiderassi morire e come avessi pianificato di uccidermi.

Dopo aver iniziato a praticare la Dafa, io e la mia famiglia chiacchieravamo più spesso. La nostra comunicazione era amichevole e calma, come se le cose spiacevoli non fossero mai accadute. Anche loro erano sorpresi dal cambiamento del nostro rapporto.

Sono tornato a casa qualche mese dopo, quando la pandemia si era un po’ attenuata. Quando avevo praticato la Dafa per circa sei mesi, a mio padre è stato diagnosticato un cancro ai polmoni in stadio avanzato. Quando sono tornato a casa, ha fatto un esame di controllo e ha scoperto di essere guarito.

Ho raccontato alla mia famiglia che stavo praticando la Falun Dafa e ciò che avevo imparato. Tutti hanno mostrato la loro approvazione per la mia scelta e mi hanno incoraggiato a dedicarle più tempo. Non capivo se il loro supporto dipendesse dall’esperienza miracolosa della malattia ai polmoni o dal miglioramento dei nostri rapporti familiari o da qualcos’altro.

Una sera, dopo aver bevuto, mio padre mi ha detto in lacrime: “Sapete che grande cosa state facendo?”

Continuare il mio viaggio

A quel tempo, non capivo bene il significato della rettifica della Fa, ma potevo sentire che innumerevoli vite avevano riposto la loro speranza nella rettifica della Fa. Potevo anche sentire la grande responsabilità che avevo sulle spalle. Volevo migliorarmi e stare al passo con la rettifica della Fa.

Così, negli ultimi due anni, ho continuato a studiare la Fa ogni giorno, leggendo tutti gli insegnamenti del Maestro dall’inizio alla fine. Ho letto il libro Zhuan Falun più e più volte, mentre lavoravo per eliminare tutti i miei attaccamenti.

Come ha detto il Maestro, finché studiamo la Fa, stiamo migliorando. Molte domande che all’inizio non riuscivo a capire, trovavano gradualmente risposta attraverso la lettura della Fa.

Con la meditazione seduta, le gambe mi facevano molto male non appena le incrociavo. Ho pensato tra me e me: “Quando è difficile da sopportare, provate a sopportarlo. Quando sembra impossibile da fare, o solo difficile da fare, provateci semplicemente per vedere cosa riuscite a fare.”(Zhuan Falun)

Nell’ottobre 2020, ho legato le mie gambe e fatto la meditazione. Non le mettevo giù nemmeno quando ero in lacrime. Stringevo i denti quando il dolore diventava troppo forte. Avevo un solo pensiero: Sono un praticante della Dafa, come potrei non sopportare nemmeno questo dolore?

Ho contato i secondi uno per uno fino all’ultimo secondo, sopportando il dolore che mi penetrava nella carne e nelle ossa. Alcuni mesi dopo, mi sono ritrovato a meditare in modo molto stabile e calmo, e potevo stare seduto per un’ora senza piangere o urlare. Tuttavia, non era perché non faceva più male, ma perché la mia resistenza era migliorata.

Come discepolo della Dafa, devo proteggere il buon nome della Dafa. Ogni volta che ho incontrato un problema, ho pensato a ciò che il Maestro ha detto e ho cercato immediatamente dentro di me i miei attaccamenti. Se non riuscivo a trovarli, studiavo la Fa.

Avendo ottenuto la Fa in ritardo, le prove e le tribolazioni predisposte per me sono state molto intense. Ben presto sono stato esposto ai conflitti tra i praticanti, che erano molto complicati. Ma mi sono reso conto di quanto fosse importante seguire gli insegnamenti del Maestro. Ogni volta che affrontiamo un conflitto, dovremmo guardarci dentro incondizionatamente e studiare la Fa. Allora, otterremo la risposta.

Sono disposto a lasciare andare tutto il mio ego per assimilarmi alla Fa. Finora, pratico la Falun Dafa da due anni.

Ricordo che quattro anni fa, quando ho incontrato un discepolo della Dafa in un sito turistico, che è venuto a convincermi a ritirarmi dal Partito Comunista Cinese, gli ho detto: “Non devi dirmelo. Io so tutto di questo. Sono uno di voi”.

All’epoca non sapevo perché l’avessi detto.

Ora sono in grado di dire a quell’amico praticante che sono davvero uno di loro.

Ringrazio il Maestro per la sua compassionevole salvezza e ringrazio anche i miei amici praticanti che mi hanno ripetutamente chiarito i fatti sulla Falun Dafa. Mi hanno portato dall’oscurità alla luce.

Oggi, ho finalmente preso il mio legittimo posto come particella nella rettifica della Fa.

Le opinioni espresse in questo articolo rappresentano i punti di vista o le comprensioni dell’autore. Tutti i contenuti pubblicati su questo sito web sono protetti dal copyright di Minghui.org. Minghui produrrà raccolte dei contenuti online regolarmente e in occasioni speciali.

Versione cinese