(Minghui.org) Tra il 29 gennaio e il 17 marzo di quest’anno, la città di Canterbury Bankstown a Sydney, in Australia, ha ospitato alcuni seminari della Falun Dafa per diffondere la pratica alla comunità locale. Questi seminari gratuiti hanno avuto luogo nella Biblioteca di Campsie e nel Chester Hill Community Center, nell'ambito di una serie di iniziative da parte delle autorità governative per migliorare la salute pubblica.

Sebbene i seminari fossero programmati fino all'8 aprile, hanno dovuto interromperli a causa della pandemia del coronavirus. Molti dei 60 partecipanti hanno dichiarato che vorrebbero partecipare ai nuovi incontri una volta che verranno programmate le nuove sessioni aggiuntive. Inoltre, hanno chiesto come nelfrattempo potevano praticare il Falun Gong attraverso i siti online.

I residenti di Canterbury Bankstown imparano gli esercizi della Falun Dafa

I residenti locali hanno acquisito le informazioni sui seminari attraverso poster, volantini e social media. I responsabili del governo locale ha informato che gli incontri pubblici riprenderanno quando le restrizioni causate dalla pandemia saranno revocate.

Riequilibrato con energia

Huong, pratica di recente la Falun Dafa e mostra un grande entusiasmo. Ha appreso dai giornali locali la programmazione dei seminari e a tale proposito ha riferito come la pratica degli esercizi ha riequilibrato l’energia del suo corpo. Ha dichiarato: «Sono particolarmente colpito da questo ambiente tranquillo all’interno del seminario».

Ha particolarmente apprezzato i principi di Verità, Compassione e Tolleranza, e ha affermato che questi principi fanno parte del suo essere. Inoltre ha aggiunto: «Ho sentito parlare della persecuzione contro la Falun Dafa in Cina e penso che tutti abbiamo la responsabilità di aiutare coloro la cui libertà di credo è stata privata. Dobbiamo impegnarci, anche in questo momento particolare, in cui il coronavirus del Partito Comunista Cinese (PCC) è diffuso in tutto il mondo e ha causato enormi danni. Abbiamo visto e subito il dolore causato da un regime totalitario».

Huong lavora per i media. Ha detto che non vede l'ora di partecipare ai nuovi seminari che si terranno dopo la crisi pandemica. Ha inoltre assicurato che avrebbe diffuso le informazioni sui seminari ai suoi colleghi e le persone della sua comunità locale. Ha aggiunto: «Per noi è arrivato il momento di avere una chiara comprensione del danno causato dal PCC».

Essere una persona migliore

Vinh ha ringraziato i praticanti volontari per i loro sforzi e la loro dedizione, durante i seminari. Ha affermato: «Già dal primo giorno ho notato che la pratica mi dà forza».

Attraverso la lettura dello Zhuan Falun, il principale libro della Falun Dafa, si capisce la natura della pratica in quanto è basata sul miglioramento fisico e spirituale della persona. Ha detto: «Il Maestro Li Hongzhi (il fondatore della Falun Dafa) ci insegna ad essere persone migliori, per lo stesso motivo il PCC reprime i praticanti. Tutto questo ci fa capire quanto il regime è davvero malvagio».

Jay era venuto per la prima volta ad imparare gli esercizi e ha fatto molte domande: «Perché la Falun Dafa non è permessa in Cina? Perché per il PCC è così speciale per perseguitarla in quel modo?»

I praticanti hanno risposto alle sue domande e spiegato i motivi per cui il malvagio regime si accanisce con chi pratica la Falun Dafa. Jay è rimasto impressionato dai benefici della pratica sulla mente e sul corpo; ha mostrato molto interesse e ha frequentato tutti i seminari.

Un viaggio di 6.000 miglia

Rudrakumar Tyata, un uomo d'affari in Nepal, era venuto in Australia per far visita a sua figlia. Circa 10 giorni prima del suo viaggio di rientro, ha letto la locandina informativa sui seminari della pratica in un centro commerciale.

Tyata voleva far conoscere gli esercizi e diffondere la pratica a numerose persone in Nepal, quindi i praticanti hanno valutato l’opportunità di aumentare di un’altra sessione il seminario. Gli hanno anche consegnato una copia del video e della musica degli esercizi. Dopo aver letto online una parte della versione indiana dello Zhuan Falun, si è commosso e ha confessato che stava cercando da parecchio tempo una pratica così unica nel suo genere.

Dopo essere rientrato in Nepal, ha inviato un'e-mail ai praticanti per informarli che aveva continuato a praticare e ne aveva tratto beneficio.

"Tutti dicono che sembro più giovane"

La signora Nguyễn, di 79 anni, ha iniziato a praticare la Falun Dafa diversi mesi fa; ha iniziato con numerosi problemi di salute, tra i quali patologie gastrointestinali e la sua colonna vertebrale presentava diverse fratture. Aveva difficoltà a camminare, quindi i medici le avevano prescritto 17 iniezioni sul rachide dorsale, ma il trattamento terapeutico era stato inutile. Aveva anche provato l'agopuntura e diversi tipi di farmaci, ma anche quelle cure erano risultate inefficaci.

Ha affermato: «Sono bastati tre mesi di pratica della Falun Dafa per eliminare i miei problemi gastrointestinali. Anche il mal di schiena si è notevolmente ridotto». Ha aggiunto: «Tutti dicono che sembro più giovane. Sono molto grata al Maestro Li per avermi salvato».

Ha esternato la sua tristezza e dolore per la persecuzione in Cina, dove le persone buone venivano detenute e torturate per il loro credo. Ha detto: «La Falun Dafa è così buona cheil regime del PCC sta commettendo un grosso errore a reprimerla».

A parte i benefici per la salute, la signora Nguyễn ha detto che la Falun Dafa l'ha aiutata a mantenere una mente pacifica.ha spiegato: «Ripensandoci, in questi ultimi decenni, ho fatto molte cose cattive, ma non ero consapevole che quelle azioni erano una brutta cosa.Ora riconosco i miei errori e cercherò di fare di meglio». Ogni tanto i suoi pensieri non sono retti e si arrabbiata, e quando accade è in grado di ricordare gli insegnamenti della Falun Dafa e di calmarsi subito.

La signora, oltre a cucinare e fare le faccende domestiche, trascorre molto tempo a studiare gli insegnamenti del Maestro Li e fare gli esercizi.Ha concluso: «Sono molto fortunata a praticare la Falun Dafa. Questa è la cosa più importante nella mia vita».

Versione cinese