(Minghui.org) Nella prima metà del 1994, nel giro di un solo mese, quattro persone nella scuola in cui lavoravo sono decedute. Uno era morto dopo aver bevuto molto la notte precedente, uno dopo essersi alzato dal letto e un altro a causa di una malattia cronica. L'ultimo era invece morto per cause che non ricordo.

Mi dispiaceva per i miei colleghi che erano passati a miglior vita, e allo stesso tempo mi sentivo persa. Come poteva una persona, che sino a ieri veniva a lavorare, oggi averci lasciati per sempre? Che incertezza in questa vita! Nessuno ha idea di quanto tempo si viva, a cosa serva e quale sia il significato della vita. Sono rimasta spesso sepolta da pensieri come questi, con molte domande e nessuna risposta.

Nell'ottobre del 1994 un mio collega mi ha fatto conoscere la Falun Dafa, conosciuta anche con il nome di Falun Gong. Mi ha portato tutte le registrazioni delle lezioni della Fa del Maestro, e mi ci sono voluti due giorni per finire di ascoltare i 16 nastri. Ero scioccata! Avevo trovato quello che stavo cercando, la ragione per cui sono al mondo e il senso della vita.

La vita prima di praticare la Dafa

Sin dall'infanzia ho sempre avuto una pessima salute. Mia madre mi ha raccontato che, quel giorno del 1963, ero nata prematuramente. La grande carestia che derivava dalle cattive politiche del Partito Comunista Cinese (PCC) era appena terminata.

Prima che io nascessi mia madre era piuttosto malata e aveva la febbre alta. Non aveva assunto abbastanza nutrimenti, e io ero nata prima del previsto. Sono stata fortunata a sopravvivere. La mia salute è sempre stata fragile, e i miei genitori erano sempre preoccupati per me. Una volta cresciuta ho sofferto di grave nevrastenia, rinite, bassi livelli di zucchero nel sangue e artrite. I gomiti, le ginocchia e le articolazioni delle dita mi facevano male.

Due giorni dopo aver ascoltato le lezioni della Fa del Maestro il mio corpo è divenuto leggero. Ero guarita da tutte le mie malattie all'età di 31 anni. Che sensazione meravigliosa. Ogni volta che avevo tempo leggevo lo Zhuan Falun, in cui il Maestro ci insegna a essere delle brave persone seguendo i principi della Dafa di "Verità, Compassione e Tolleranza".

La Dafa cambia il mio atteggiamento

Ero un insegnante in una scuola tecnica secondaria, ma prima di coltivare la Falun Dafa non avevo mai realmente insegnato. Non avevo quasi mai preparato le slide per un corso, non preparavo la lezione e portavo in classe solo il libro di testo. Le lezioni venivano tenute in una grande aula e duravano 90 minuti. Io impiegavo solo 30 minuti per completare la spiegazione e lasciavo il tempo rimanente agli studenti per studiare da soli. Terminavo la lezione mezz'ora prima della fine dei 90 minuti.

Gli studenti iscritti alla nostra scuola, come sostenuto dal vicepreside della scuola, non si interessavano allo studio e non avevano obiettivi nella vita. Erano piuttosto giovani e i loro genitori non volevano che entrassero nella società. Avevano pensato che frequentando la nostra scuola sarebbero stati sorvegliati. Gli studenti non avrebbero sostenuto gli esami di iscrizione al college e gli insegnanti non avevano alcuna pressione a valutarne le iscrizioni, pertanto solo pochissimi insegnanti su dedicavano veramente al loro lavoro.

Dopo aver iniziato la coltivazione nella Dafa ho seguito gli insegnamenti del Maestro: dovremmo sempre essere delle brave persone indipendentemente dal fatto che ci troviamo nella società, a casa o sul posto di lavoro. Ho iniziato ad arrivare in orario e a non andarmene prima del tempo. Mi sono preparata per le lezioni e ho preparato le slide dei corsi. Inoltre ho aggiunto alcuni contenuti aggiuntivi al di fuori del libro di testo per migliorare la conoscenza degli studenti, che hanno risposto in maniera eccellente al mio insegnamento.

Non molto tempo dopo aver iniziato a studiare la Dafa, mi è stata offerta la posizione di preside. Se fosse accaduto prima di iniziare a coltivare non avrei accettato questa posizione. Era piuttosto impegnativo essere un dirigente scolastico. Gli studenti di una scuola tecnica secondaria sono difficili da gestire, non sono studenti modello.

Dopo aver assunto la posizione di preside ho prima pensato alle mie responsabilità, al mio tempo e alle energie necessarie per essere degna della fiducia degli studenti, dei loro genitori e della scuola.

Ho vissuto vicino alla scuola. Arrivavo presto, prestavo attenzione alla situazione generale della classe e agli sviluppi specifici dei singoli studenti. Li ho trattati come amici. Ho assegnato a uno studente di buon carattere il ruolo di leader della classe. Al mattino mi recavo in classe o nei dormitori degli studenti prima di loro per vedere se c'erano problemi che potevo risolvere. Nel pomeriggio rimanevo dopo che tutti se ne erano andati. Incontravo gli studenti e rimanevo con loro durante le sessioni di autoapprendimento serali.

Dopo qualche tempo gli studenti sono cambiati. Erano disposti a studiare e hanno smesso di litigare. Molti hanno smesso di inventare scuse per le loro assenze. Erano disposti a condividere i loro pensieri con me. Durante le sessioni di auto-studio di mattina o sera non dovevo essere lì, tuttavia non c'era un solo studente che chiaccherasse o si assentasse. Tutti, in silenzio, semplicemente studiavano. Non era mai successo in tutta la scuola.

Per qualche tempo ho notato che una studentessa che era appena arrivata nella mia classe si comportava diversamente dalle altre. A volte non tornava a scuola la sera, altre volte mancava alle lezioni. Quando le ho parlato ho notato che non riusciva a comporre delle frasi complete, e mi sono resa conto che poteva avere dei problemi mentali. Ho contattato i suoi genitori, e sua madre è venuta immediatamente a scuola. Sembrava preoccupata e mi ha detto che due anni fa suo marito aveva urlato e imprecato contro la figlia, che ferita dalla cosa aveva continuato a piangere fino ad addormentarsi. Quando si era svegliata, la mattina seguente, aveva iniziato a comportarsi in maniera anomala. L'avevano portata da vari dottori, avevano provato tutti i tipi di medicine e di cura, avevano persino chiesto l'aiuto di persone con presunte capacità soprannaturali, ma nessuno era stato di aiuto. Erano preoccupati, ma avevano deciso di mandarla a scuola perché speravano che gli insegnanti potessero prendersi cura di lei. Apparentemente non stava però succedendo.

Le ho parlato della Falun Dafa e le ho dato una copia dello Zhuan Falun e delle cassette delle lezioni della Fa del Maestro. Le ho detto che, se avesse letto il libro e ascoltato seriamente le cassette della conferenza della Fa, la situazione di sua figlia sarebbe migliorata.

Dopo alcuni giorni è tornata a scuola e mi ha raccontato che una volta a casa ogni giorno aveva letto il libro e ascoltato le lezioni della Fa del Maestro. Mi ha raccontato della sua dipendenza dalle sigarette. Fumava 10 pacchetti al giorno, più quelle che si faceva a mano. Un paio di giorni dopo aver ascoltato le lezioni della Fa del Maestro ha notato che non le andava più di fumare. È guarita dalle tante malattie di cui soffriva e sua figlia ha iniziato a comportarsi in maniera normale.

Mi ha detto anche che una notte suo marito stava avendo difficoltà a respirare. Sembrava stesse per morire da un momento all'altro e anche lui le stava dicendo di prepararsi alla sua morte. Lei gli aveva messo il libro sul petto dicendogli che solo quel libro poteva salvargli la vita. Il marito è riuscito poi a respirare di nuovo e tutto è andato bene. Tutta la sua famiglia era grata alla Dafa e al Maestro.

Essendo un dirigente scolastico gli studenti e i loro genitori mi portavano spesso regali, che non accettavo. Un genitore è arrivato un giorno con la sua macchina carica di regali per me, ma gli ho detto che ero una praticante della Falun Dafa. Il Maestro mi ha detto di essere una brava persona e di essere gentile con gli altri, non potevo accettare i regali. Ciononostante mi sarei presa cura dei ragazzi con la massima serietà.

L'inizio della persecuzione

Il 20 luglio 1999 il PCC ha lanciato una campagna nazionale per perseguitare la Falun Dafa, e ha diffuso menzogne in tutto il Paese. Sono stati rilasciati documenti a tutte le organizzazioni e tutti hanno dovuto dichiarare pubblicamente il proprio atteggiamento nei confronti della Falun Dafa.

Mio marito lavorava nella stessa scuola e anche lui praticava la Falun Dafa. Funzionari e colleghi sapevano tutti che io e lui eravamo brave persone, e nessuno di loro ci ha discriminati, il che ha ridotto la pressione che abbiamo dovuto affrontare.

Un pomeriggio si sarebbe tenuto un incontro con tutti gli insegnanti e il personale presenti nella sala conferenze. Si diceva che bisognava leggere dei documenti, e il mio istinto diceva che doveva trattarsi di qualcosa di diffamatorio verso la Dafa. Non volevo andarci e ho detto: “Deve essere lo stesso che si sente alla televisione, tutte menzogne e calunnie. Non ho intenzione di ascoltare". I miei colleghi hanno detto: "Beh, potresti venire lo stesso". Ci ho pensato e ripensato e ho deciso poi di assistervi per vedere quali bugie diffondessero.

Quando il preside ha annunciato l'inizio dell'incontro, non ha detto molto, ed è stato poi il vicepreside a leggere il documento in tono monotono. Veniva calunniata la Dafa e il Maestro, senza citare le parole originali, ma aggiungendone e rimuovendone a piacimento, inventando cose e affermando che provenissero dalla Dafa. Avevano cambiato il significato di ciò che dice il Maestro. Quelli che non avevano mai letto la Fa potevano essere ingannati e circuiti.

Da quando studio la Fa ogni giorno ho familiarità con ciò che il Maestro insegna. Quando il vicepreside leggeva alcune dichiarazioni scorrette, lo interrompevo a gran voce e lo correggevo: "No", e dicevo che il Maestro non lo aveva mai detto, poi dicevo qual era il significato corretto e le Sue esatte parole. Tutti ridevano della falsità trasmessa da quel documento. Dopo una serie di diverbi il vicepresidente era talmente imbarazzato e con il viso rosso che ha smesso di leggere.

Il PCC avrebbe reso la vita difficile ai dirigenti delle organizzazioni in cui c'erano praticanti della Falun Dafa, o se qualcuno di loro fosse stato a Pechino per fare appello. Questi dirigenti potevano subire un degrado o venire ripresi. Anche il rendimento dell'azienda ne sarebbe stato influenzato.

Sono stata arrestata nell'ottobre 1999 a Pechino per aver fatto appello per il diritto di praticare la Falun Dafa, e mi hanno portata al centro di detenzione della mia città natale. Il segretario del comitato del PCC della città, sotto pressione dei superiori, ha dato l'ordine di licenziare tutti i praticanti che si erano recati a Pechino. Il preside e i colleghi della mia scuola non mi hanno incolpata ma mi hanno invece espresso la loro preoccupazione. Il preside e il direttore dell'ufficio sono venuti al centro di detenzione per farmi visita e quando mi hanno visto in quelle condizioni sono scoppiati in lacrime.

Mi sono rifiutata di sottoscrivere le dichiarazioni di garanzia come ordinato dalla polizia, e sono quindi rimasta in carcere per quasi sei mesi. Mi hanno rilasciata dopo che avevo portato avanti uno sciopero della fame di cinque giorni. Sono venuti a trovarmi i colleghi e il preside mi ha presa per mano dicendo: "Se voi due foste davvero quelli cattivi della nostra scuola, allora non esistono le brave persone!". I colleghi dell'ufficio di insegnamento hanno portato me e mia figlia a fare un giro turistico per dirci addio, dato che ero stata licenziata dalla scuola.

Affrontare la persecuzione

Dopo maggio 2005 io e mio marito siamo rimasti lontani da casa per evitare le persecuzioni. Tuttavia un membro del personale che non conoscevamo si è assicurato che lo stipendio di mio marito venisse riscosso ogni mese e consegnato a mia sorella minore, che trovava poi il modo di consegnarcelo.

Successivamente è stato emesso un mandato di cattura contro di me, e gli agenti di polizia e dei dipartimenti di sicurezza statali sono andati nella scuola per indagare in modo da accusarci, e per cercare indizi per arrestarmi. Tutti, dal presidente agli insegnanti, hanno pronunciato parole favorevoli sul mio conto. Hanno detto che ero gentile, eccellente nell'insegnamento e con molti talenti. Quando gli agenti del dipartimento di polizia della città hanno chiamato il preside per espellere mio marito, lui ha risposto: "Non avete una coscienza? Hanno due figli. Ci avete già costretto a espellerne una, ora volete espellere anche l'altro. Non gli state permettendo di vivere così!".

Poi, nel 2007, sono stata nuovamente arrestata e condannata al carcere. Alcuni colleghi sono venuti a trovarmi nell struttura, che si trovava a 250 miglia di distanza dalla scuola, e hanno versato soldi sul mio conto. Hanno pianto nel vedermi, e anche io mi sono commossa e sono scoppiata in lacrime. Quando sono tornata, alla fine della pena detentiva, il preside e gli altri colleghi hanno organizzato un banchetto per celebrare la mia libertà. Quando mia figlia si è sposata anche molti di questi colleghi hanno espresso le loro congratulazioni. Quasi tutti i miei colleghi sono stati comprensivi e premurosi con me e mio marito ed hanno espresso il loro sostegno alla Falun Dafa. Tutti loro sono stati benedetti.

Poiché la nostra era una piccola scuola tecnica, c'erano anche alcuni adulti iscritti. Quasi tutte queste scuole nella nostra città erano state chiuse. La nostra però non solo è sopravvissuta, ma è stata anche unita a un college e a un paio di altre famose scuole della città di livello nazionale. Il livello amministrativo si è elevato passando alla divisione completa. Il limite per gli insegnanti era stato precedentemente assegnato al livello di professore associato, ma ora era stato portato allacattedra completa. Il nostro preside è stato promosso vicedirettore, e anche altri membri dello staff sono stati promossi di conseguenza.

Se un membro della famiglia pratica la Dafa, l'intera famiglia ne beneficia

Una notte, pochi mesi dopo aver ottenuto la Fa, mia madre stava guardando la televisione, e ho notato che era seduta nella posizione del loto. Era leggermente sovrappeso, aveva le gambe grosse, e non ci aspettavamo che fosse in grado di sedersi in quella posizione. Io e mia figlia di sei anni abbiamo iniziato a leggere la Fa e poco dopo abbiamo sentito mia madre dire: "Wow, come mai mi sento come se le mie braccia fossero sparite?". L'ho incoraggiata: “È grandioso. Continua!". Poco dopo, ha detto: "Wow, sento come se anche le mie gambe se ne fossero andate!". L'ho esortata ad andare avanti e le ho detto che poteva sentire anche la testa e il corpo sparire. Quando io e mia figlia siamo andate a dormire era ancora seduta nella posizione del loto.

La mattina dopo, dopo essere tornato dal luogo di pratica, mia madre era entusiasta e mi ha raccontato che la sera prima aveva davvero sentito che la testa e il corpo erano spariti e una sensazione molto gradevole. Dopo che aveva sciolto le gambe dalla posizione del loto gli occhi non le avevano fatto più male, dopo che per oltre 30 anni aveva sentito dolore. Quando si è guardata allo specchio aveva visto che il sottile rivestimento che le copriva gli occhi era scomparso, ed essi erano diventati molto chiari.

Mio padre soffriva di dolori alla spalla, e quando ho ottenuto la Fa faceva delle infusioni ogni giorno. Una notte gli ho chiesto di leggere alcuni capitoli del libro Zhuan Falun, e il giorno dopo mi ha raccontato che quando stava sonnecchiando aveva visto una ruota d'oro volare verso di lui. La ruota aveva continuato a girare intorno al dorso della sua mano, finché non gli era entrata nella pelle. Dopo di che la spalla non gli aveva fatto più male.

Mia sorella era distratta e non molto attenta quando faceva le cose. Un giorno ha collegato il bollitore elettrico e si è recata a casa della suocera, e solo il pomeriggio del giorno successivo si è resa conto che aveva lasciato tutto collegato. Era molto spaventata e nell'angoscia le è venuto in mente un pensiero: "Tutto andrà bene dato che mia sorella pratica la Falun Dafa!". Quando è tornata a casa, quella sera, ha visto che c'era ancora un po' d'acqua nel bollitore e che l'elettricità era staccata. Poiché si tratta di uno scaldaacqua senza capacità di interruzione automatica, ha pensato che dovesse essersi rotto, ma quando l'ha ricollegato, funzionava come prima.

Un giorno mio fratello minore stava guidando la sua moto, con un amico seduto dietro di lui. Una piccola macchina è spuntata di lato e ha dovuto premere forte sul freno. Sono volati entrambi a terra, e la moto fuori controllo è scivolata per una certa distanza. Quando mio fratello si è alzato si è reso conto di non essersi ferito. Il suo amico invece, sebbene fosse seduto dietro di lui, si era fratturato due costole. La motocicletta non è stata danneggiata.

Usando i loro veri nomi, mio fratello, mia sorella, mia figlia e mia nipote hanno intentato causa contro Jiang Zemin (l'ex leader del PCC) per la persecuzione del Falun Gong e la violazione della costituzione cinese. Le loro azioni legali sono state pubblicate sul sito web Minghui. Hanno anche aiutato i praticanti della Dafa a chiarire i fatti sulla Dafa. Sono stati anche abbastanza efficaci nell'aiutare le persone a lasciare il PCC e le sue organizzazioni giovanili.

Durante il capodanno cinese o quando celebrano il compleanno del Maestro, inviano i loro saluti al Maestro attraverso la televisione NTD e il sito web Minghui. Credono di essere stati protetti dal Maestro Li, il fondatore della Falun Dafa.

Vivendo i tempi in cui la Dafa si sta diffondendo in lungo e in largo, e trovandoci ad affrontare le caotiche vicende umane con il Maestro e la Dafa nei nostri cuori, ci sentiamo incomparabilmente benedetti!

Versione cinese