(Minghui.org) Il signor Gao Bing, residente della contea di Yanchi, nella provincia del Ningxia, è stato arrestato il 18 giugno dello scorso anno in quanto praticante del Falun Gong. Il sito Minghui ha confermato di recente che è stato segretamente condannato nella prigione di Shizuishan e l’entità della sua condanna non è ancora nota.

Questa è la terza volta che l’uomo, quarantunenne, viene condannato al carcere per via della sua fede nel Falun Gong, una disciplina spirituale e di meditazione perseguitata dal regime comunista cinese dal 1999. Oltre alle pene detentive, ha scontato due anni in un campo di lavoro ed è stato tenuto in un centro per il lavaggio del cervello per quattro mesi.

Gao, durante la sua adolescenza, dopo che i suoi genitori hanno divorziato, soffriva di depressione. Dopo aver letto i libri del Falun Gong nel 1996, ha ritrovato la speranza e, sia la sua salute, che il rendimento scolastico sono migliorati in breve tempo. Successivamente è stato ammesso all’istituto di ingegneria meccanica dello Shaanxi e nel suo tempo libero siuniva ad altri praticanti nel fare gli esercizi del Falun Gong nel parco. Ha detto che è stato il periodo più felice della sua vita.

Con l'inizio della persecuzione tre anni dopo, il college ha diffuso la propaganda contro il Falun Gong e Gao ha subito parlato ai suoi compagni di classe di come avesse beneficiato del Falun Gong, sperando di aiutare più persone a conoscere i fatti.

Per rappresaglia i dirigenti della scuola gli hanno ordinato di smettere di praticare. Poiché si rifiutava di ripudiare la sua fede, hanno convocato suo padre a scuola per cercare di persuaderlo, ma Gao è rimasto impassibile, nonostante suo padre lo sgridasse o lo picchiasse. Aveva addirittura minacciato di rinnegarlo. La scuola in seguito ha espulso il ragazzo che è tornato a Yanchi, la sua città natale.

Il 25 aprile 2005 il praticante è stato denunciato per aver affisso manifesti del Falun Gong fuori dalla scuola del partito della contea di Yanchi. In seguito è stato condannato a tre anni da scontare nella prigione di Guanmahu nella città di Wuzhong, dove ha subito continue percosse e abusi verbali.

Quando il suo mandato è scaduto nell'aprile 2008, gli agenti dell'Ufficio 610 di Ningxia l’hanno portato direttamente al centro per il lavaggio del cervello della città di Yinchuan dov’è rimasto fino all'agosto 2008.

Gao in seguito è andato a Pechino per lavorare, ma è stato arrestato il 24 maggio 2011 e condannato a due anni di lavori forzati. Mentre scontava la pena nel campo di lavoro forzato della Mongolia interna, è stato sottoposto a scosse elettriche e percosse, oltre al lavoro forzato che consisteva nel tagliare rotoli di carta igienica. Durante un incidente, avvenuto nel giugno 2013, il suo dito medio sinistro è stato tranciato dalla macchina ed è stata necessaria l’applicazione di trentotto punti di sutura. È stato rilasciato il 12 novembre 2013, poco dopo lo smantellamento del sistema di lavoro forzato in Cina.

L’uomo è stato segretamente arrestato di nuovo alla fine del 2015 e successivamente condannato a tre anni di carcere. Ha scontato la prima pena nella prigione di Yinchuan, prima di essere trasferito in quella di Shizuishan il 3 maggio 2017. Poiché rifiutava di rinunciare al Falun Gong, le guardie l’hanno tenuto in cella d’isolamento e costretto ad indossare una camicia di forza. È stato rilasciato intorno a giugno 2018.

Articolo correlato

Ningxia: Quaranta praticanti del Falun Gong ancora in detenzione, sette di loro condannati al carcere

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale.


Versione cinese