(Minghui.org) La signora Hu Hui, una residente della città di Xingtai nella provincia dell’Hebei, è stata recentemente condannata a due anni di prigione per via della sua fede nel Falun Gong, una disciplina spirituale perseguitata dal regime comunista cinese dal 1999.

La donna, cinquantaquattrenne, il 28 agosto dello scorso anno si è recata a casa di un’altra praticante per leggere con lei i libri del Falun Gong, ma è stata seguita ed arrestata dalla polizia, che le ha rubato le chiavi ed ha perquisito la sua abitazione in assenza dei suoi familiari. Quando suo marito è tornato dal lavoro intorno alle 17:30, la polizia era ancora lì: il suo computer, la stampante ed i libri del Falun Gong sono stati confiscati.

Hu è stata trattenuta in un centro per il lavaggio del cervello per cinque giorni, prima di essere messa in detenzione penale il 3 settembre, accusata di "minare le forze dell'ordine" e trasferita al centro di detenzione n. 1 della città di Xingtai.

La sua famiglia ed il suo avvocato hanno rintracciato gli agenti di polizia in servizio il 24 settembre ed hanno cercato di chiedere giustizia per lei. Poco dopo che il suo avvocato ha iniziato a parlare della sua detenzione presso il centro per il lavaggio del cervello, Song Jiaxi, il capo dell'ufficio di sicurezza interna, ha ordinato ai suoi ufficiali di trascinarlo via e ha gridato: "Puoi andare avanti e sporgere denuncia contro di me per aver detenuto illegalmente la tua cliente".

L'avvocato è andato al centro di detenzione per visitare Hu il 25 settembre, ma è stato respinto dalla guardia di turno, che ha preteso una lettera di approvazione della polizia. Ha provato a discuterne a lungo, ma senza successo.

La Procura del distretto di Xiangduha approvato l'arresto della donna il 30 settembre e l’ha incriminata il 31 dicembre.

La praticante è comparsa innanzi al tribunale di Xiangdu il 17 agosto scorso. Il suo avvocato ha presentato una dichiarazione di non colpevolezza e anche lei si è dichiarata non colpevole per aver professato la sua fede.

La sua famiglia ha recentemente appreso che è stata condannata a due anni di detenzione ed al pagamento di una multa di 3.000 yuan (circa 400 euro).

Informazioni di contatto dei perpetratori:

Zhao Haimin (赵海民), vicepresidente del tribunale distrettuale di Xiangdu: +86-17703390779, +86-319-3635061

Zhao Lijie (赵丽杰), presidente della procura del distretto di Xiangdu: +86-13903199582

Shi Lina (史丽娜), procuratore del distretto di Xiangdu: +86-319-3232805

(Ulteriori informazioni di contatto degli autori sono disponibili nell'articolo cinese originale.)

Articolo correlato

After Repeated Arrests and Harassment, Hebei Woman Faces Trial for Reading Book of Her Faith

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale.


Versione cinese