(Minghui.org) Sto scrivendo questo articolo per condividerlo con i praticanti e ricordare a me stesso della lezione che ho imparato. Spero che altri praticanti della Falun Dafa non facciano come me! Ho trattato la mia coltivazione con troppa leggerezza, causando così delle tribolazioni che hanno interferito con il percorso di coltivazione che il Maestro Li Hongzhi ha predisposto per me.

Sono il tipo di persona a cui piace conoscere le cose. Dopo aver iniziato a praticare la Falun Dafa il mio pensiero è gradualmente cambiato e hanno cominciato a non piacermi più le cose moderne. Ho iniziato a conoscere la cultura tradizionale cinese e avvertito che, poiché era stata tramandata per molte generazioni, era preziosa e che le persone dei tempi antichi erano buone. Ho quindi iniziato a studiarla e non ho pensato al principio di coltivare in “una sola e unica disciplina”. In altre parole, all'inizio non ho pensato che ciò che stavo facendo fosse un grosso problema e questo attaccamento è aumentato gradualmente.

Diversi anni fa la cultura tradizionale cinese era diventata un tema molto attuale ed erano disponibili molti corsi per apprenderla. Un amico mi ha presentato ad un'azienda che offriva questi corsi. Si diceva che il titolare fosse un praticante della Dafa.

Tuttavia ho scoperto che questa compagnia non era migliore di altre: la gestione era un disastro e l'attività finanziaria era in calo. Le lezioni si tenevano spesso nelle case degli studenti iscritti, nondimeno alcuni dei loro genitori avevano un forte interesse nell'ottenere benefici ed erano coinvolti nell'attività. Inoltre l'azienda prediligeva assumere uomini e donne giovani e attraenti.

Alla fine l'azienda non ha realizzato nulla e ha finito per essere monitorata dal Comitato per gli Affari politici e legali. Ha subito spesso delle ispezioni ed infine ha chiuso i battenti.

Avrei dovuto imparare la lezione da quello che è successo, ma non l'ho fatto. Di recente ho avuto un calo di entrate a causa della pandemia, quindi ho deciso di mettermi a insegnare. Tuttavia mentre pensavo a cosa insegnare, ho preso nuovamente una strada destinata al fallimento.

Ho preparato una serie di lezioni di Confucio e sono andato a vedere un'aula da affittare. Mentre discutevamo dell'affitto, il proprietario ha affittato metà del locale a un altro insegnante di cultura tradizionale. Il mio istinto mi diceva che stavo facendo qualcosa di sbagliato, ma non riuscivo a capire esattamente in cosa consistesse.

Quella notte ho fatto un sogno molto chiaro in cui sono stato portato in quella che sembrava la spaziosa sala di un ristorante. C'erano delle frasi scritte sulla porta e un altoparlante che costantemente ripeteva le parole: “Namo Amitabha”. Quando ho sentito le parole ho capito che non volevo ascoltarle, ma non l'ho detto chiaramente a nessuno.

Una persona in giacca e cravatta mi ha poi dato una lista che ho trovato disgustosa. Ho detto: “Ma questo non è un bagno pubblico?”. In realtà, non sono mai stato in un posto del genere né ho nemmeno considerato andarci. Mentre camminavo con quella persona ho visto uomini e donne di tutte le età che sembravano essere degli ospiti. Indossavano tutti abiti normali dalla vita in su e alcuni sembravano molto rispettabili, ma erano tutti svestiti nella parte inferiore. Nonostante ciò si comportavano come se fosse tutto normale e sembravano non essere preoccupati della cosa.

Sono stato accompagnato a un lungo tavolo da pranzo, ma non c'erano né piatti né scodelle; tutto il cibo era stato gettato sul tavolo in modo molto disordinato. C'erano molte persone sedute e tutte mi guardavano. Mi sono seduto anch'io e alla mia sinistra ho visto una donna non giovane e piuttosto carina che, non appena mi sono seduto, mi ha sorriso e insistito per sedersi sulle mie ginocchia. Alla fine non sono riuscito a controllarmi e ho ceduto alla tentazione della lussuria.

Quando mi sono svegliato ero arrabbiato con me stesso e ho capito immediatamente che il sogno era una manifestazione dei miei problemi di vecchia data con la lussuria e che non stavo attento a coltivare in una sola e unica disciplina. Le vecchie forze si sono approfittate di me perché raramente mi guardavo dentro per esaminare il mio comportamento. Quelle “persone” nel sogno non erano forse lì per danneggiarmi? Ma non avevo avuto la minima intenzione di rifiutarmi di seguirle. Questo ha rivelato una mancanza davvero grande nella mia coltivazione!

Negli ultimi due giorni ho inviato spesso pensieri retti e cercato di scavare a fondo, riflettendo sui miei difetti. Ho immediatamente smesso di prepararmi per dare lezioni. Ho anche compreso che il Maestro Li ha fatto delle predisposizioni per ognuno di noi e che non possiamo semplicemente seguire i nostri attaccamenti e interrompere il nostro percorso di coltivazione. Nei nostri lavori ordinari dovremmo semplicemente fare bene!

Per quanto riguarda il futuro sono certo che la società umana tornerà alla cultura e ai valori tradizionali, tuttavia potrebbe non essere come lo immaginiamo e potrebbe non attenersi alle culture storiche che esistevano in passato.

Spero che la mia esperienza possa aiutare a risvegliare altri praticanti che sono veramente interessati a conoscere la cultura tradizionale.

Per qualcuno che non è un educatore, non credo che sia opportuno iniziare a insegnare tali materie; gli educatori stessi dovrebbero stare attenti! Sia in Cina che al di fuori, tutte le diverse istituzioni della società contengono cose cattive e noi dobbiamo essere in grado di discernerle.

Per coloro che sono ben informati e desiderano insegnare la cultura tradizionale, devono avere una mente chiara ed essere responsabili per gli altri e per sé stessi.

Questi pensieri rappresentano la mia attuale comprensione. Vi prego gentilmente di segnalare eventuali cose inappropriate.

Nota dell’editore: Le idee espresse in questo articolo rappresentano le opinioni dell’autore, verso le quali è il solo responsabile. I lettori sono invitati a valutare il contenuto secondo la propria comprensione.

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale

Versione cinese