(Minghui.org) Il 12 maggio scorso, la signora Sun Yanzhi, settantasette anni, residente nella città di Fushun, provincia del Liaoning, mentre stava aspettando l’autobus, un'auto senza targa si è fermata davanti a lei, sono scesi cinque agenti di polizia e l'hanno arrestata. È stata portata direttamente al centro di detenzione di Nangou e da allora è detenuta lì.

L'arresto di Sun per la sua fede nel Falun Gong, una disciplina spirituale e di meditazione perseguitata dal regime comunista cinese dal 1999, è avvenuto sette mesi dopo che si è rifiutata di presentarsi all'udienza in tribunale prevista per il 20 ottobre dello scorso anno. Si è rifiutata di presentarsi perché nessuna legge ha mai criminalizzato il Falun Gong in Cina e non dovrebbe essere perseguita per la sua fede.

Il 9 gennaio dello scorso anno, Sun è stata arrestata per aver distribuito materiale informativo sul Falun Gong. Anche se è stata rilasciata la notte stessa, il 4 febbraio la polizia si è presentata per perquisire la sua abitazione. Hanno tentato di confiscare i suoi libri del Falun Gong, ma hanno dovuto rinunciare quando lei ha protestato. Gli agenti hanno comunque requisito tutte le altre riviste.

In seguito, il 10 giugno Sun è stata convocata presso la stazione di polizia locale, in cui ha cercato di persuadere gli agenti a non seguire il regime comunista nella persecuzione del Falun Gong, ma la polizia si è rifiutata di ascoltare e ha comunque sottoposto il suo caso alla procura.

Nell'ottobre scorso, dopo il suo rifiuto nel presentarsi all'udienza in tribunale, ha vissuto lontano da casa per evitare le molestie della polizia, ma è stata arrestata poco dopo il suo ritorno a casa.

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione non commerciale è consentita, ma richiede l'attribuzione del titolo dell'articolo e un link all'articolo originale.

Versione cinese