(Minghui.org) Una donna della provincia del Guangxi è attualmente detenuta in un centro per il lavaggio del cervello per essersi rifiutata di rinunciare alla sua fede nel Falun Gong, una disciplina spirituale perseguitata dal regime comunista cinese dal 1999.

La signora Meng Liuli originaria della città di Baise, attualmente risiede nella città di Nanning ed è stata arrestata verso la mezzanotte del 15 dicembre scorso da un gruppo di agenti di polizia che hanno fatto irruzione nella propria casa. La famiglia è stata informata il giorno dopo del suo trasferimento al centro per il lavaggio del cervello di Baise per "ulteriore rieducazione".

Recentemente diversi praticanti del Falun Gong della provincia del Guangxi sono stati molestati da agenti dell'Ufficio 610 per essersi rifiutati di rinunciare alla loro fede, alcuni di loro sono stati arrestati sul posto e portati al centro di lavaggio del cervello conosciuto all'esterno come "Law Education Center".

Il centro per il lavaggio del cervello di Baise si trova nel Paibaiyun Hotel e da molti anni viene affittato dall'Ufficio 610 per perseguitare i praticanti del Falun Gong, molti praticanti delle dodici contee e distretti di Baise sono stati detenuti qui e sottoposti a lavaggio del cervello e varie torture. Il 22 settembre 2016 Wang Zhen, dipendente di una scuola di medicina è morta all’età di quarantasette anni dopo una detenzione di dieci giorni.

Persona coinvolta nella persecuzione:

Liao Bin (廖彬), capitano istruttore al centro di lavaggio del cervello di Baise: +86-151,77903581

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale

Versione cinese