Sintesi dei principali fatti della persecuzione:

Nome: Li Piyun (李丕 云)
Genere: Uomo
Età: 65
Indirizzo: città di Shenyang, provincia di Liaoning
Occupazione: Proprietario di un negozio
Data di morte: 31 ottobre 2014
Data di arresto: 6 giugno 2013
Luogo di detenzione più recente: Prigione di Masanjia (马三家 监狱)
Città: Shenyang
Provincia: Liaoning
Persecuzione subita: privazione del sonno, lavaggio del cervello, condanna illegale, percosse, prigionia, casa saccheggiata, detenzione

(Minghui.org) Il 31 ottobre 2014 il signor Li Piyun della città di Shenyang, in provincia di Liaoning, è deceduto all'età di 65 anni. Solo 16 mesi dopo essere stato arrestato per aver espresso la sua fede nella pratica di meditazione pacifica del Falun Gong. Prima della sua morte, era stato brutalmente torturato nella famigerata Prigione di Masanjia fino a quando non si era ammalato gravemente, dovendo poi essere ricoverato in ospedale.

Il signor Li è stato arrestato il 6 giugno 2013, ad un checkpoint di sicurezza dell'Aereoporto di Taoxian. Il suo crimine? Indossava un distintivo del Falun Gong. È stato condannato a tre anni di prigione e trasferito nella Prigione di Masanjia.

Poco dopo il trasferimento in ospedale, alla famiglia è stato detto di venire a vederlo al Pronto Soccorso del Benxi Central Hospital. Si sono accorti che era completamente cambiato da come stava un mese prima, quando gli avevano fatto visita al centro di detenzione.

Il signor Li era pelle e ossa e non respirava bene, aveva un'insufficienza cardiaca e le sue gambe erano gonfie. Non riusciva a stare seduto. Aveva i sintomi di idrotorace con del liquido che si accumulava nella cavità pleurica. Gli era anche stato diagnosticato un cancro ai polmoni in fase tardiva.

Anche se il signor Li era in condizioni critiche, era ancora ammanettato e monitorato tutto il giorno dalle guardie.

La famiglia ha saputo che è stato duramente picchiato per due volte ed è stato privato del sonno per un lungo periodo di tempo, nel tentativo di costringerlo a rinunciare alla sua fede.

I familiari hanno chiesto che venisse rilasciato per motivi di salute, ma è stato detto loro che per i praticanti del Falun Gong non c'è una garanzia medica.

Per eludere la responsabilità, le autorità hanno finalmente rilasciato il signor Li per motivi di salute quando era in punto di morte. La sua famiglia ha pagato circa 100.000 yuan (circa 13000 euro) in spese mediche. Il 31 ottobre il signor Li è morto in ospedale, un mese dopo il suo rilascio.

Segretamente trasferito alla Prigione di Masanjia

Alla fine del 2013 il signor Li è stato condannato a tre anni di carcere, dal Tribunale Distrettuale di Dongling. Ha fatto appello al verdetto, ma è stato segretamente trasferito al Carcere di Masanjia prima che la sentenza definitiva era stata emessa.

A metà del 2014 la sua famiglia è andata al centro di detenzione per visitarlo, ma gli è stato detto che non era più lì. Le guardie hanno rifiutato di dire loro dove si trovava. I familiari allora sono andati in diversi dipartimenti di polizia in cerca di informazioni. Hanno scoperto poi che era stato trasferito alla Prigione di Masanjia, ma le visite dei familiari non erano ammesse.

Un buon uomo arrestato ingiustamente

Uno dei vicini del Signor Li aveva le lacrime agli occhi quando ha sentito era stato arrestato. Ha detto, "Questa persona gentile ed educata è stata arrestata. Perché la polizia arresta solo persone buone? Il Partito comunista è troppo cattivo! "

Il signor Li era un ex dipendente della fabbrica Hongmei MSG ed era tenuto in grande considerazione dai suoi colleghi. Per un periodo ha anche avuto un piccolo negozio dove vendeva prodotti ad un prezzo molto ragionevole. Seguiva i principi del Falun Gong e trattava tutti i suoi clienti in modo equo.

Ha dato la sua grande casa al suo figliastro quando si è sposato, e viveva in un luogo in affitto. Ha Badato a suo suocero le cui gambe le erano state amputate. Si è preso così tanto cura di lui che la gente pensava che fosse il figlio biologico dell'uomo.

(*)GLOSSARIO

Versione inglese