(Minghui.org) Il 13 maggio 2020 i praticanti della Falun Dafa hanno organizzato due eventi per celebrare la 21ª Giornata mondiale della Falun Dafa a Vienna, in Austria. Si sono riuniti in piazza Steve a Vienna e hanno parlato con i passanti della Falun Dafa, conosciuta anche come Falun Gong e della brutale persecuzione della pratica in Cina da parte del PCC (Partito Comunista Cinese).

I praticanti del Falun Gong parlano con i passanti ed eseguono gli esercizi

Anche se a causa della pandemia le persone necessitano di indossare le maschere facciali, questo non ha impedito ai praticanti di chiarire la verità. Ci sono meno turisti e la piazza è molto più tranquilla. Una signora attratta dall'evento, si è fermata ed ha appreso la verità sulla persecuzione della Falun Dafa da parte del PCC e dei motivi per cui il PCC non può tollerare i principi di Verità, Compassione e Tolleranza.

Un giovane afghano che ora vive in Austria ha detto: “Ho imparato un po' di storia cinese a scuola, l'Afghanistan è confinante con la Cina, ma non riceviamo vere notizie da là, anche se appare tutto calmo, nessuno conosce la vera situazione di quel Paese. Il PCC è un regime dittatoriale, le persone sono perseguitate per il proprio credo, ci sono telecamere ovunque: nessuno può chiedere la libertà. È assurdo, un piccolo numero di persone ha il controllo assoluto sul popolo”.

Alix e i suoi figli cantano canzoni della Dafa

Il praticante Alix e i suoi figli cantano le canzoni sulla pratica e sulla persecuzione della Falun Dafa. Molti passanti si sono fermati ad ascoltare e hanno preso i volantini.

Rosetta ha affermato che praticare la Falun Dafa le ha dato la pace interiore

I praticanti hanno concluso la giornata celebrativa con una pacifica protesta davanti all'ambasciata cinese a Vienna tenuta nella serata.

Il 13 maggio 2020 i praticanti hanno protestato pacificamente davanti all'ambasciata cinese

Versione cinese