(Minghui.org) Dal 12 al 14 novembre, i praticanti della Falun Dafa in Romania hanno organizzato delle attività per introdurre la Falun Dafa (chiamata anche Falun Gong) nella storica città di Craiova.

Un praticante parla della Falun Dafa al centro commerciale del Parco Electroputere

Giornate informative sulla Falun Dafa al centro commerciale del Parco Electroputere di Craiova, il 13 e il 14 novembre

Un grande incoraggiamento

Dal giorno in cui i praticanti hanno iniziato a pianificare l'evento, il tasso di infezione da Covid, che era piuttosto alto a Craiova, è diminuito costantemente.

Gli eventi della giornata informativa si sono svolti presso il centro commerciale del Parco Electroputere. Durante le loro attività, in questa zona c’è stato un flusso maggiore di gente.

I praticanti hanno dimostrato gli esercizi del Falun Gong e distribuito una varietà di materiali alle persone, compreso l'opuscolo mensile in lingua rumena che riporta la persecuzione dei praticanti in Cina, “Falun Gong Info - numero 37”. Hanno anche consegnato volantini e fiori di loto fatti a mano con la tecnica dell’origami. Con l'avvicinarsi del nuovo anno, hanno donato i calendari con le informazioni sulla Dafa, diventata ormai una tradizione.

Sono state raccolte, inoltre, le firme per una petizione che chiede al presidente della Romania di condannare il prelievo forzato di organi da parte del regime cinese, nei confronti dei praticanti del Falun Gong perseguitati per la loro fede in Cina.

Dimostrazione degli esercizi della Falun Dafa all'ingresso principale del centro commerciale Electroputere Parc

I praticanti parlano alla gente della Falun Dafa durante le attività di novembre

Una ragazza di dodici anni e sua madre si sono fermate allo stand informativo dei praticanti. Interessata alla pratica, ha fatto domande e ascoltato attentamente la presentazione della Falun Dafa.

A volte, in queste attività, le persone aprono i loro cuori condividendo i loro problemi nella ricerca di un barlume di speranza affinché il bene possa prevalere.

Un praticante che ha partecipato all'evento ha raccontato la sua esperienza vissuta con un passante: “Ho dato un volantino ad una donna e le ho parlato della nostra pratica e della persecuzione in Cina. Ho descritto brevemente che si basa sui tre principi di Verità, Compassione e Tolleranza, che i praticanti seguono per migliorare il loro comportamento, carattere e pensiero, e ho parlato di come il Partito Comunista Cinese (PCC) costringa queste persone, attraverso metodi brutali come percosse e torture, a rinunciare alla loro fede perché non in linea con l'ideologia comunista”.

“Quando le ho detto che queste persone sono costrette dal PCC a firmare dichiarazioni di rinuncia al loro credo in cambio della fine dei maltrattamenti e del loro rilascio dalla prigione, mi ha detto: “Ora capisco davvero cosa significa questa persecuzione, perché anch'io sono una persona di fede e pratico fedelmente la religione che seguo””.

Ha continuato dicendo: “Quando ho menzionato che il PCC ha diffuso la persecuzione in tutto il mondo con questa piaga, la donna ha risposto: “È proprio così. Non possiamo più andare in chiesa come prima, a meno che non si accettino le restrizioni imposte, anch'esse causate dal PCC”. Ho pensato che la sua comprensione fosse veramente profonda”.

Un uomo si è fermato a parlare con i praticanti. Sapeva dell'ex leader del PCC, Jiang Zemin. Ha parlato degli orrori del comunismo in Romania e delle relazioni del dittatore cinese con le autorità rumene e persino con Craiova. Ha sostenuto che è necessario raccontare alla gente della persecuzione, far sapere loro cosa fanno i criminali che perseguitano i praticanti. Ha aggiunto che sa cosa significa persecuzione perché ha parenti che sono stati oppressi dai comunisti.

Quest'uomo crede che la gente debba svegliarsi perché l'influenza del PCC nel mondo è enorme e avrà gravi conseguenze per l'umanità. Ha menzionato la pandemia come esempio specifico, qualcosa che sta già accadendo nel mondo. Si è anche offerto di aiutare distribuendo volantini insieme ai praticanti.

Poiché l'evento dei praticanti è stato pubblicizzato sui social media, molte persone hanno visitato sia lo stand al centro commerciale Electroputere sia il sito degli esercizi locale al centro del bellissimo e storico Parco Romanescu.

Una donna sulla quarantina ha visitato il parco con le sue due figlie adolescenti. Ha chiesto informazioni sulla Falun Dafa e poi ha detto: “Sono venuta appositamente qui oggi perché ho visto l'evento su internet. Ho capito che era qualcosa di buono e volevo maggiori informazioni perché vorrei che la mia famiglia iniziasse a praticare. Voglio aiutare i miei figli a capire”.

Anche i dipendenti del centro commerciale sono venuti allo stand di presentazione e hanno chiesto calendari, volantini e fiori di loto da portare sul posto di lavoro. Hanno chiesto anche del materiale da portare a casa da dare ai loro conoscenti.

“Quasi al termine dell'evento, dopo che tutti i calendari erano stati distribuiti, un uomo, uscito dal centro commerciale, ha detto di aver visto quanto erano belli i calendari e ne voleva uno. Era rimasto solo quello sul banco ed è stato molto felice di riceverlo e si è incamminato sorridendo e tenendo il calendario ben stretto al petto.

Mentre stava diventando buio e l’aria più fredda, mezz'ora prima che l'attività terminasse, un membro della Filarmonica di Bucarest si è avvicinato allo stand per esprimere il suo sostegno. Ha detto di conoscere la Falun Dafa e che tipo di persone sono i praticanti. Ha commentato: “Sono felice che siate qui!”

I praticanti della Falun Dafa e i visitatori nel Parco Romanescu

Osservazioni

"Durante i tre i giorni dell'evento a Craiova, i praticanti della Falun Dafa sono andati anche al Parco Romanescu, il luogo di pratica settimanale, e hanno fatto gli esercizi insieme.

Molte persone si sono recate al parco per vedere gli esercizi e, alcuni, per iniziare a praticare. L'atmosfera armoniosa dell'ambiente di pratica e lo scenario naturale hanno incoraggiato la condivisione tra praticanti nuovi e veterani, così come tra i visitatori occasionali.

Diversi praticanti hanno parlato del loro percorso di coltivazione.

“Vengo in questo luogo da tre anni, da quando ho iniziato. I benefici della pratica della Falun Dafa sono molto, molto alti. Lavoro nel sistema sanitario e quando vengo qui dopo un lungo turno di lavoro di ventiquattro ore, mi riprendo completamente!”

“È lo stesso anche quando faccio gli esercizi a casa. Sono fantastici! Al lavoro, quando abbiamo tempo, andiamo in una stanza per farli. Altri benefici? Beh, in realtà l'energia; senti di avere molta energia. E il rapporto con la mia famiglia è cambiato enormemente. Ho due figli, una di diciannove anni e uno di dieci. Da quando ho iniziato a praticare, in famiglia tutto è cambiato in meglio”.

Un altro frequentatore abituale del luogo di pratica ha detto: “Pratico il Falun Gong da quasi un anno. Spiritualmente ed emotivamente, sono più tranquillo e calmo. Ho meno problemi, meno preoccupazioni, e mi fa sentire meglio. Fisicamente stavo già bene prima, ma emotivamente posso dire che sento dei progressi in termini di stabilità. Continuerò a venire perché mi piace e mi fa sentire davvero bene”.

Un’altra persona ha detto di conoscere un po' la Falun Dafa è arrivato su suggerimento di sua moglie, che aveva visto l'invito online all'evento, ed era curioso. Dopo aver fatto gli esercizi, ha detto di sentirsi davvero bene, “come una ginnastica, per così dire, dove ti senti bene e basta”. Non ha trovato gli esercizi difficili. Quando gli è stato detto che era andato bene, ha risposto: “È perché capisco cosa sta succedendo”, riferendosi al movimento dei suoi palmi delle mani durante gli esercizi.

Un'altra che si è unita al gruppo ha detto: “Ho sentito l'armonia e la serenità del luogo di pratica, ho percepito lo stato di calma e il mio corpo si è rilassato, la mia mente è diventata pacifica e calma, e un piacevole calore mi ha avvolto dalla testa ai piedi. Mi sentivo come se fossi in un luogo divino. Alla fine della meditazione, che è durata un'ora, noi (marito e moglie) ci siamo sentiti rinfrescati, come dopo una notte di sonno ristoratore”.

Una giovane visitatrice e sua figlia imparano gli esercizi della Falun Dafa nel Parco Romanescu durante un evento informativo di novembre

Il quinto esercizio della Falun Dafa, la meditazione seduta, nel Parco Romanescu

Durante il quinto esercizio di meditazione seduta, è arrivata una coppia e si è seduta nella posizione di meditazione direttamente sull'erba, anche se era bagnata e fredda. Un praticante si è avvicinato per dare loro una coperta su cui sedersi, poi ha spiegato l'esercizio. Mentre ascoltava le istruzioni ed eseguiva l'esercizio, gli occhi della donna si sono riempiti di lacrime ed era profondamente stupita da ciò che sentiva nel suo corpo. Le lacrime hanno cominciato a scorrere sul suo viso diventando molto luminoso. Andando via, il marito ha detto che sua moglie aveva recentemente subito un intervento chirurgico alla schiena.

I praticanti, venuti da ogni parte della Romania, hanno constatato che agli eventi di quei giorni hanno partecipato molte persone nonostante le condizioni del tempo. Credono che tutto ciò sia stato possibile grazie alla loro costante cooperazione, compassione e tolleranza.

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale