(Minghui.org) Il 16 febbraio 2021 il Consiglio dei supervisori della contea di Prince William ha adottato una risoluzione mirata a informare i residenti e la comunità medica dei rischi derivanti dal turismo dei trapianti di organi in Cina. Dal gennaio 2021 la contea di Prince William è la terza dello Stato della Virginia a prendere posizione contro l'atrocità del prelievo forzato di organi messo in atto dal Partito Comunista Cinese (PCC).

La risoluzione richiama l'attenzione su “rapporti ampi e credibili” che “hanno rivelato l'uccisione in massa di prigionieri di coscienza nella Repubblica Popolare Cinese... al fine di ottenere organi per da trapiantare”. Il documento menziona che i praticanti del Falun Gong sono l'obiettivo principale, ma che sono presi di mira dal PCC anche altri gruppi religiosi e minoranze etniche.

La risoluzione mira a informare i circa 460.000 residenti della contea sui rischi derivanti dal viaggiare in Cina per sottoporsi a un trapianto di organi, in modo da impedire loro di diventare complici involontari di questi atti illeciti. Copie della risoluzione saranno fornite al governatore e al Dipartimento della Salute della Virginia.

Yesli Vega (al centro), supervisore del distretto di Coles, assieme al residente locale Jim Giragosian (a destra) che mostra la risoluzione che condanna il prelievo forzato di organi in Cina, presso l'edificio governativo della contea di Prince William, il 16 febbraio 2021

Il consiglio dei supervisori della contea di Prince William durante la sessione del 16 febbraio 2021

Il supervisore del distretto di Coles Yesli Vega ha affermato: “Dobbiamo agire... devono esserci conseguenze per ciò che sta accadendo. Questa è chiaramente una violazione della legge! Quello che sta accadendo è un atto disumano e deve finire!”. Ha anche detto di apprezzare i praticanti della Falun Dafa per il loro impegno nel sensibilizzare il pubblico su ciò che sta accadendo in Cina, e di sperare che il governo federale intraprenda azioni concrete contro la politica disumana del PCC.

Il 16 febbraio la residente locale e praticante della Falun Dafa Linh Pham è intervenuta alla riunione del consiglio, sostenendo che, data la limitata copertura mediatica sulla questione, la risoluzione era necessaria per fermare il prelievo forzato di organi su larga scala messo in atto dal PCC.

La praticante Pham ha detto: “La persecuzione della Falun Dafa da parte del PCC va avanti da oltre venti anni, nell'indifferenza dei media. Anche durante la pandemia il Partito ha attuato nuove serie di imprigionamenti e torture contro i praticanti”.

Ha continuato: “Il prelievo forzato di organi dai praticanti della Falun Dafa ha stabilito un precedente in Cina. Se nessuno lo contrasterà, il PCC potrebbe usare questa barbara pratica per reprimere e perseguitare altri gruppi, uccidendo ancora più vite innocenti”.

Linh Pham, residente locale e praticante della Falun Dafa, ha parlato alla riunione del consiglio del 16 febbraio

Anche il dottor Jim Giragosian, praticante della Falun Dafa nella contea di Prince William, è intervenuto alla riunione del consiglio, ricordando ai presenti la persecuzione illegale della Falun Dafa attuata dal PCC negli ultimi ventuno anni, che include la prigionia, le torture crudeli e il prelievo forzato di organi dai praticanti.

Jim Giragosian è intervenuto alla riunione del consiglio dei supervisori della contea di Prince William il 16 febbraio 2021

Il dottor Giragosian ha detto che il regime cinese è “riuscito a farla franca con violazioni inconcepibili dei diritti umani” attraverso vaste operazioni di influenza che prendono di mira ogni aspetto della società americana, come le università americane, i governi cittadini e i responsabili politici.

Ha detto che il Partito Comunista Cinese “prende di mira i membri più vulnerabili delle nostre comunità, i malati terminali, dicendo loro che se vanno in Cina non devono aspettare mesi o anni per eseguire un trapianto di organi. Ma semplicemente non ci dicono da dove vengono gli organi!”.

George Dodge, colonnello dell'esercito americano in pensione, sua moglie Barbara Dodge e diversi residenti locali hanno espresso il loro sostegno alla risoluzione.

Il signor Dodge ha detto di aver sentito parlare della persecuzione della Falun Dafa (conosciuta anche come Falun Gong) per anni. Ha detto che il prelievo forzato di organi dai praticanti è una vicenda “molto tragica”. Ha affermato: “Non sono davvero una minaccia per il governo cinese... sono persone pacifiche. Non stanno facendo nulla di minaccioso per il governo. Il governo dovrebbe lasciarli in pace!”. Ha aggiunto inoltre che vorrebbe che più persone negli Stati Uniti venissero a conoscenza di questa risoluzione.

Sua moglie Barbara Dodge, che ha lavorato per la Croce Rossa americana per diversi anni, ha detto: “Prelevare organi con la forza e fare cose del genere sono una cosa estremamente malvagia e noi dobbiamo schiacciarla!”.

Il colonnello in pensione dell'esercito degli Stati Uniti George Dodge presso l'edificio del governo della contea di Prince William

La risoluzione del Consiglio dei supervisori della contea di Prince William che condanna gli abusi del prelievo forzato di organi attuato dal governo cinese

La Falun Dafa, conosciuta anche come Falun Gong, è una disciplina di coltivazione spirituale. Presentata nel 1992 dal signor Li Hongzhi è ad oggi praticata da oltre cento milioni di persone in oltre cento Paesi in tutto il mondo. Verità, Compassione e Tolleranza sono i principi guida della Falun Dafa che i praticanti si sforzano di seguire nella loro vita quotidiana.

Versione cinese