(Minghui.org) La signora Sun Yongqin, una residente di Weifang nella provincia dello Shandong, è stata recentemente condannata a tre anni per la sua fede nel Falun Gong, una disciplina spirituale perseguitata dal regime comunista cinese dal 1999.

La donna è stata arrestata il 28 febbraio 2020 per aver distribuito materiale informativo sul Falun Gong. È stata condotta al centro di detenzione di Changyi e rilasciata cinque giorni dopo, previo pagamento di una cauzione di 10.000 yuan (circa 1.400 euro).

Liu Chang'en dell'ufficio di sicurezza interna di Changyi è andato a molestare Sun presso la sua abitazione a settembre, ma la donna si è rifiutata di aprire la porta, temendo che suo suocero, quasi novantenne e con una grave depressione, potesse scappare.

Sun è stata arrestata a casa di suo figlio il 31 maggio dello scorso anno ed è stata condotta al centro di detenzione di Changyi nel tardo pomeriggio, dopo un esame medico. Quando i suoi familiari, il 5 ed il 16 giugno, sono andati a farle visita ed a consegnarle alcuni abiti, le guardie li hanno bloccati entrambe le volte. Il 20 giugno è stata trasferita al centro di detenzione di Weifang.

Il 13 luglio Sun ha chiesto di essere rappresentata da un avvocato, così l'ufficiale di polizia Liu ne ha informato suo figlio il giorno successivo. La sua famiglia ha assunto un avvocato che ha avuto un incontro in videoconferenza con lei il 17 luglio. Quando l'avvocato ha cercato di persuadere la praticante a rinunciare al Falun Gong, in cambio di una pena più lieve su richiesta della sua famiglia, Sun gli ha detto che molti dei suoi disturbi sono guariti grazie alla pratica del Falun Gong e che non c'era modo per lei di rinunciarvi.

La polizia ha presentato il caso di Sun alla Procura della città di Gaomi il 6 settembre ed è stata processata dal tribunale locale il 27 ottobre in videoconferenza. La sua famiglia ha ricevuto la sua condanna a tre anni il 12 dicembre, ma al momento attuale risulta essere ancora reclusa nel centro di detenzione di Weifang.

Secondo le informazioni raccolte da Minghui, nel 2020 oltre 2.000 praticanti del Falun Gong sono stati perseguitati in diversi modi nello Shandong. 4 praticanti sono stati perseguitati a morte, 66 sono stati condannati, 785 sono stati arrestati, 985 sono stati molestati, 21 sono stati costretti a vivere lontano da a casa per nascondersi dalla polizia, 165 sono stati portati al centro di lavaggio del cervello e a 12 è stata sospesa la pensione.

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale.

Versione cinese