(Minghui.org) Vorrei condividere l'esperienza di coltivazione e le storie straordinarie della praticante Wang. Assistendo il Maestro nella sua rettifica della Fa in questo mondo caotico, ha sperimentato molte dure prove, eppure si è sempre comportata in modo retto. La sua compassione ha commosso i cuori delle persone, e la sua dignità ha sconfitto le influenze del male.

Imbattibile Wang

Wang ha 50 anni. Era analfabeta prima di iniziare a praticare la Falun Dafa. Era disabile e camminava con il supporto di una stampella. Nel 1997 sua figlia le ha presentato la Falun Dafa. Ha ascoltato le conferenze audio della Fa tenute dal Maestro Li, il fondatore della Falun Dafa, perché non era in grado di leggere. All’inizio aveva solo un pensiero puro e semplice che doveva fare tesoro della Fa, perché il Maestro e la Fa sono preziosi e i praticanti sono persone gentili.

Il Partito Comunista Cinese (PCC) ha iniziato a perseguitare la Falun Dafa il 20 luglio 1999. Come praticante della Falun Dafa, è diventata un bersaglio della persecuzione. Non riusciva a capire e si chiedeva perché un insegnamento così retto e così tante brave persone dovessero essere maltrattate.

È andata con altri praticanti a convalidare la Fa a Pechino nel 2000. È stata in piazza Tiananmen, ed è stata poi portata alla stazione di polizia locale, dove è stata torturata. Una volta è stata picchiata fino a ridurla in un ammasso di sangue. Si è rifiutata di rinunciare alla sua fede e alla fine è stata rilasciata.

Nel 2001 è stata denunciata alla polizia mentre distribuiva opuscoli per chiarire la verità ed è stata arrestata. Le autorità locali hanno ordinato alla polizia di picchiarla a morte, perché aveva distribuito troppi opuscoli e fatto conoscere i fatti a troppe persone. I suoi materiali hanno fatto tanto scalpore nella zona, così i malvagi la volevano morta per fermarla definitivamente. Durante la tortura le sono stati spaccati addosso dei grossi bastoni di legno. I poliziotti le hanno detto: “Non è colpa nostra, è perché hai fatto tanto scalpore nella zona. Ci hanno ordinato di picchiarti a morte. Te lo diciamo in modo che tu sappia perché morirai. Ti manderemo al forno crematorio e diventerai cenere”.

Sentendo queste parole ha compreso la situazione. Non aveva paura della morte, ma ripensandoci ha pensato che non dovesse morire: “Altre persone dovevano sapere della Falun Dafa. Come poteva il male perseguitare i praticanti della Dafa che stavano salvando gli esseri senzienti e percorrendo il sentiero per diventare esseri divini?”.

Grazie a questo pensiero il potere della Dafa ha fatto un miracolo. Non sentiva più il dolore, non importa quanto la picchiassero. Infatti si sentiva sempre più leggera. Durante i pestaggi precedenti non poteva muoversi, ma ora sentiva di essere piena di energia e di potersi alzare in piedi. I poliziotti erano scioccati perché non riuscivano a ucciderla nonostante i pestaggi violenti. Hanno smesso di picchiarla e alla fine le hanno detto con ammirazione: “Sei imbattibile”. È stata poi rilasciata.

Il potere della Dafa ha fatto miracoli costantemente

Wang è stata in grado di leggere quasi l’intero libro Zhuan Falun, nonostante fosse analfabeta. È in grado di leggere e recitare le poesie del Maestro di Hong Yin e Hong Yin II.

Una notte è andata a distribuire opuscoli di chiarire la verità in un altro villaggio, e ha camminato per più di quattro ore fino alle due del mattino. Non era molto preoccupata. Ha seguito semplicemente la strada e ha pensato di poterla ritrovare dopo l'alba. Ha visto una via dritta di fronte a sé e ha continuato a percorrerla senza fare nessuna svolta. Stranamente è riuscita a tornare a casa. Si ricordava che la strada per andare al villaggio non era dritta.

Un giorno lei e un parente hanno chiesto un passaggio su un furgone. L'autista ha messo in moto e quando ha visto un conoscente, si è fermato ed è sceso per salutarlo. Non si era accorto di non aver inserito il freno a mano. Il furgone è scivolato giù per un pendio e stava per colpire un palo elettrico più avanti, ma in quell’istante si è fermato.

Lei è una persona semplice e introversa, e non è certo loquace, ma quando incontra le persone riesce a chiarire molto bene la verità. A volte incontra persone che la insultano, ma altre persone intorno la difendono e rimproverano chi la maltratta, perché sanno che lei pratica la Falun Dafa ed è una brava persona. Alcune persone le mostrano il pollice alzato.

Ci sono molte storie incredibili su di lei, che ringrazia sempre la Falun Dafa e l'immensa benevolenza del Maestro.

(continua)

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale

Versione cinese