(Minghui.org) «Sono stata fortunata ad aver incontrato la Falun Dafa nel gennaio del 1999, quando nella mia vita avevo toccato il fondo. Mentre mi sforzavo di vivere secondo i principi della Dafa, di Verità-Compassione-Tolleranza, la mia vita ha subito una trasformazione tremenda».

La mia famiglia prima di praticare la Dafa

Vivendo con la famiglia di mio marito, ho avuto una vita dolorosa. Ho anche pensato al divorzio e al suicidio, tuttavia questi pensieri non hanno mai avuto seguito, però hanno fatto diventare il rapporto che avevo con mio marito e la sua famiglia pieni di odio e risentimento.

Nel giro di tre mesi dalla data del mio matrimonio, mio marito aveva iniziato ad uscire frequentemente con gli amici e raramente restava a casa per occuparsi degli affari familiari o faccende di ordinaria routine, figuriamoci prendersi cura di me. Avevamo una dozzina di acri di terra su cui lavorare. Mio marito non ci ha mai messo le mani sopra.

Mio suocero era un dottore di medicina tradizionale cinese e trascorreva la maggior parte del tempo a curare i pazienti. Mia suocera soffriva di varie malattie.

Nella società patriarcale di più di trenta anni fa, i miei suoceri hanno viziato il loro figlio (mio marito), ed io ho dovuto lavorare il terreno con le sue tre sorelle. In quel periodo anche se ero incinta, quando mi sentivo molto a disagio, potevo riposare solo per mezza giornata.

Temendo che gli altri membri della famiglia mi guardassero dall'alto in basso, ho dovuto sopportare e continuare faticosamente a lavorare il terreno. Nessuno aveva pietà di me o addirittura si preoccupava di come mi sentivo. Da quel momento ho iniziato a provare rancore verso mio marito e la sua famiglia.

Mio marito non provvedeva alla famiglia; invece, si prendeva i soldi che io avevo messo da parte. Quando nascondevo i soldi, lui cercava in tutta la casa e riusciva sempre a trovarli. Prendeva tutti i soldi, e non rimaneva niente nemmeno per comprare i prodotti di base per l'igiene femminile. Un giorno mia madre, quando andai a trovarla mi diede tre yuan e settanta centesimi che aveva risparmiato. Li nascosi sotto tutti i vestiti nel mio armadio, solo per non farli trovare a mio marito, perché gli avrebbe spesi per regalare ai suoi amici una festa (il denaro sarebbe equivalente a più di cinquanta yuan oggi).

Quando ho dato alla luce il mio primo figlio, mio marito non è entrato nella stanza.Si è fermato in piedi fuori dalla stanza, ha dato un'occhiata e si è attappato il naso prima di allontanarsi. Dopo la nascita del mio secondo figlio, mio marito è divento atsegretario del Partito Comunista Cinese della città locale, il che lo rese ancora più arrogante. Ha iniziato a vestirsi e passeggiare per la città come un VIP. Anche se adesso percepiva uno stipendio, ha continuato a spendere tutti i suoi soldi per mangiare fuori, senza alcun riguardo per me e i suoi figli. Questi atteggiamenti hanno aumentato il mio rancore nei suoi confronti.

Quando mio figlio più piccolo aveva più di un anno, mio marito divenne il capo della divisione di vendite in una fabbrica di fuochi d'artificio. Ha portato me e i nostri due figli a vivere vicino alla fabbrica, lontano dai suoi genitori. Non dovevo più lavorare sul campo e pensavo di poter finalmente vivere una vita migliore. Tuttavia, mi ha chiesto di lavorare in fabbrica e ritirava i miei stipendi per mio conto, con la scusa che ero analfabeta e incapace di firmare il mio nome sulla busta paga. Io ho continuato a lavorare senza stipendio mentre lui sperperava i miei soldi.

Intorno alla fine degli anni '80 e l'inizio degli anni '90, il PCC stava promuovendo la sua riforma economica e la sua politica a porte aperte. Il governo, in particolare la polizia, aveva una partecipazione importante nelle attività illegali, come il gioco d'azzardo, la prostituzione e i narcotici. Mio marito comprava regolarmente prestazioni sessuali.

Un giorno, un gentile addetto ai lavori mi disse: «Tuo marito sta giocando d'azzardo ed ha la sua amante alle spalle». Ero scioccata, poiché era la prima volta che ne sentivo parlare.

Quella notte, dopo essere tornata a casa non ho fatto storie. Invece, gli ho chiesto se fosse vero. Con mia sorpresa, lui si oltraggiò, negando qualsiasi coinvolgimento e tentò anche di picchiarmi.

In seguito, mi ha infettato con una malattia a trasmissione sessuale. Ha quindi cambiato tattica, ammettendo il suo errore e chiedendomi perdono. Non potevo dirlo a nessuno dato che era un brutto scheletro nell'armadio. Se i miei parenti e amici lo fossero venuti a sapere, si sarebbero preoccupati per me. Non osai nemmeno vedere un dottore e presi da sola delle medicine che mio marito aveva ottenuto da suo padre. L'angoscia della malattia sessuale mi faceva sentire offesa e umiliata, piangevo e chiedendomi perché la mia vita fosse così dolorosa. In quel periodo ho seriamente preso in considerazione il suicidio.

Un giorno, sopraffatta dall'odio, ho afferrato un coltello da cucina tentando di tagliare le dita di mio marito. Lui per nascondersi da me è scappato dai suoi genitori. Quando ho raccontato a mia suocera della mia situazione e delle sofferenze che suo figlio mi aveva arrecato, sono stata accusata di seminare discordia in famiglia. Quando ho riportato il mio caso a mia cognata, ha detto che stavo diffondendo delle dicerie. La loro mancanza di supporto mi ha fatto aumentare ancor più il mio risentimento nei loro confronti.

Alla fine ho perso la fiducia in mio marito e nella sua famiglia. Mi sono detto: «Se mi suicidassi, cosa accadrebbe ai miei figli? Se mio marito si sposasse di nuovo, i miei figli soffrirebbero ancora di più a causa della loro nuova matrigna. Così decisi di divorziare e portare i miei figli con me». Ma mio marito non ha accettato il divorzio, qualunque cosa fosse accaduta. La disperazione mi ha davvero fatto impazzire.

La mia famiglia dopo aver praticato la Dafa

La mia vita è cambiata quando un parente mi ha fatto conoscere la Falun Dafa nel gennaio 1999.

Ho molti fratelli e la nostra famiglia quando siamo cresciuti era povera. Prima di poter terminare la terza elementare, ho dovuto abbandonare gli studi perché la mia famiglia non poteva permettersi di pagare le tasse scolastiche. Ho finito per essere praticamente analfabeta, incapace di scrivere correttamente il mio nome o di capire il cinese mandarino.

Quando inizialmente mi sono unita al gruppo di studio, ho ottenuto il libro Zhuan Falun, ma non riuscivo a leggere nulla al suo interno. Gli amici praticanti mi hanno incoraggiata: «Nessun problema. Puoi ascoltare prima gli altri. Il Maestro ti aiuterà e gradualmente sarai in grado di leggere il libro».

Così ho continuato ad unirmi al gruppo di studio ogni sera e ho fatto del mio meglio per ascoltarlo mentre seguivo, pagina per pagina. Ho anche ascoltato attentamente quando i praticanti condividevano le loro esperienze e comprensioni di coltivazione.

Da quando la lettura è stata fatta in mandarino e la condivisione dell'esperienza si è svolta nel dialetto locale, ho inizialmente imparato i benefici della pratica della Dafa attraverso la condivisione degli altri. Ho imparato che la Falun Dafa insegna alle persone ad essere gentili e premurose. Ho imparato che la mia vita difficile è stata probabilmente il risultato di cattive azioni che avevo commesso nelle vite passate.

Mi sono resa conto che più uno sbaglia verso gli altri, più sofferenza dovrà sopportare in seguito, perché tutto deve essere ripagato. Pertanto, l'unica strada per una vita felice è diventare una brava persona. Mi sono avvicinata agli insegnamenti della Dafa giorno dopo giorno. Più la ascoltavo, più cresceva in me la voglia di saperne di più.

Una notte ho provato a seguire insieme agli altri gli scritti del libro. All'improvviso, mi sono resa conto di poter riconoscere alcune parole. Ho controllato con gli altri per vedere se stavo leggendo le parole correttamente. Mi hanno detto: «Hai ragione. Puoi leggere ora».

Ho detto: «Ho ancora così tante parole da imparare». Mi hanno incoraggiato dicendomi: «È sicuramente un buon inizio. Da qui in poi migliorerai rapidamente».

Sorprendentemente giorno dopo giorno, potevo leggere sempre più parole. Dopo oltre un mese, ho potuto leggere l'intero libro insieme agli altri. Che grande gioia! Non riuscivo a esprimere quanto in quel momento mi sentissi sollevata. Il Maestro mi ha trasformato in una persona istruita. Dal profondo del mio cuore, non ho potuto fare a meno di ringraziare il Maestro.

Ho trascorso i giorni successivi in assoluta felicità. Tutto il dolore e la sofferenza sono diventati un ricordo del passato. La mia mente era tranquilla e ho iniziato a sorridere tutto il tempo.

La mia famiglia, incluso mio marito, erano tutti scioccati nel vedere il mio tremendo cambiamento. Ho detto loro: «Questo è il risultato della mia pratica della Falun Dafa. La Dafa mi insegna ad essere una persona di elevata morale, secondo i principi di Verità-Compassione-Tolleranza. Solo diventando una persona migliore si può trovare un senso nella vita ed essere responsabili nei confronti della propria famiglia. Ho praticato la Dafa per circa un mese e ora posso già leggere».

Vedendo i miei cambiamenti, mia suocera, le tre cognate e persino mio marito hanno voluto praticare la Dafa. Tutta la nostra famiglia ha iniziato ad andare insieme al sito di studio di gruppo.

Non avrei mai immaginato che i miei suoceri, con i quali avevo avuto in passato un grande risentimento, potessero diventare miei amici praticanti. Che cambiamento sconvolgente e che enorme benedizione! La benevolenza del Maestro e il potere della Dafa si sono manifestati veramente.

Studiando la Fa, ho appreso che l'errore di mio marito era il risultato della degenerazione morale prevalente della nostra società. Era semplicemente una vittima, quindi ho lasciato andare il mio odio e volevo solo studiare la Fa insieme a lui. La nostra relazione ha segnato una svolta. Successivamente si è anche pentito delle sue colpe ed è rimasto lontano dal gioco d'azzardo, dalla droga e dalla prostituzione.

Entrambi i nostri corpi sono stati purificati e in pochi mesi abbiamo iniziato a godere di una buona salute. Abbiamo lavorato durante il giorno e studiato la Fa insieme di notte. Quando la fabbrica di fuochi d'artificio è fallita, ho iniziato a lavorare in un negozio di cucito, mentre mio marito guidava una moto per trasportare i clienti. Sebbene il suo reddito non fosse molto alto, faceva del suo meglio per sfamare la famiglia.

Ricostruzione della famiglia dopo la persecuzione

Proprio quando ci stavamo godendo la nostra pratica e la vita familiare, l'ex leader del Partito Comunista Cinese (PCC) Jiang Zemin ha lanciato la persecuzione della Falun Dafa, il 20 luglio 1999. Jiang Zemin maestro di calunnie, ha attuato la sua propaganda di diffamazione travolgendo la Dafa.

Sono andata a Pechino per denunciare queste ingiustizie, ma sono stata arrestata e portata due volte in un campo di lavoro daagenti dell'Ufficio 610 locale (un'agenzia extralegale creata appositamente dalla massima leadership del PCC per perseguitare la Falun Dafa).

Nel 2005, quando sono stata rilasciata dal campo di lavoro, ho appreso che sotto la forte pressione della polizia locale, mio marito aveva rinunciato alla pratica della Dafa ed era tornato alle sue precedenti dipendenze. Mio figlio più giovane stava per entrare al college, ma non aveva i soldi per pagare le tasse scolastiche. Fortunatamente, mia sorella minore gli ha fornito diverse migliaia di yuan per coprire le tasse scolastiche del primo semestre e lo ha mandato al college. Mio figlio maggiore si è trasferito fuori città e si diceva che avesse iniziato a giocare d'azzardo.

È stato estremamente doloroso per me sapere che la mia famiglia al tempo perfetta era stata spezzata dalla persecuzione. Ho supplicato il Maestro di salvarci. Per prima cosa ho convinto mio marito a tornare alla Dafa. Dicendogli: «Studiamo insieme», e il suo lato buono è stato rianimato.

Abbiamo iniziato a ricostruire la nostra famiglia. Mio marito è tornato a guidare la sua moto, mentre io guadagnavo dei soldi raccogliendo foglie di tè e coltivando verdure da vendere. Abbiamo iniziato a dire ai nostri vicini della Falun Dafa e li abbiamo esortati a lasciare il PCC e le sue organizzazioni giovanili. Abbiamo anche fatto visita ai parenti portandogli dei regali e ne abbiamo approfittato per parlare con loro di come lasciare il PCC.

Nel corso degli anni, sotto la guida della Dafa e la protezione del Maestro, il nostro ambiente è diventato sempre più rilassato. Abbiamo colto l'opportunità di parlare con tutti quelli che abbiamo incontrato della Dafa consigliandogli di dimettersi dal PCC.

Dopo aver abbattuto la persecuzione del PCC che ci attanagliava, le nostre vite sono migliorate sempre di più. Anche le situazioni dei nostri figli sono migliorate. Il nostro figlio maggiore ha smesso di giocare d'azzardo e ha iniziato un lavoro normale. Anche nostro figlio minore ha trovato un buon lavoro dopo essersi laureato. Mio marito ed io abbiamo trovato lavoro come impiegati presso un'azienda locale. Il nostro reddito familiare è aumentato e siamo riusciti a saldare i nostri debiti precedenti. I nostri figli hanno comprato un’auto e sono tornati a trovarci ogni volta che ne hanno avuto la possibilità.

Due anni fa, abbiamo costruito una nuova casa a quattro piani. I nostri figli si sono sposati e ora abbiamo una nipote. Mio marito ed io abbiamo fatto diversi turni di lavoro in modo che uno di noi potesse sempre rimanere a casa per prendersi cura di nostra nipote.

Ho fatto molta strada, sono passata dal nulla a tutto e dall'amarezza alla felicità. Tutto mi è stato donato dal Maestro. Il Maestro mi ha dato la Dafa, la saggezza, la salute, la capacità di aiutare a fornire la salvezza agli altri e una famiglia piena di brave persone. Non ho nulla per ripagare il Maestro, ma continuerò a migliorarmi nella coltivazione.

Versione cinese