(Minghui.org) Insegno in una rinomata scuola superiore in Cina e ho iniziato a praticare la Falun Dafa nell'aprile del 1999. In quel periodo, il dirigente scolastico era sul punto di andare in pensione, pertanto l'amministrazione stava decidendo sui potenziali candidati per la sua sostituzione. Il vicepreside mi aveva raccomandato dicendo che ero giovane, eccellente e che andavo d'accordo con i colleghi; mettermi a capo della gestione generale, avrebbe sicuramente giovato allo sviluppo accademico. Tuttavia, un altro responsabile aveva sottolineando che, essendo io un praticante della Falun Dafa, avrei potuto creare un impatto negativo sulla scuola per via della persecuzione in atto.

Di conseguenza, presero in considerazione altri candidati ma nessuno era stato ritenuto all’altezza. Alla fine, il vicepreside ripropose la mia nomina, sostenendo che dopo aver iniziato a praticare la Dafa, ero guarito dalle mie malattie, e che le mie lezioni erano di altissimo livello da molti anni. Inoltre, non gareggiavo per fama o denaro, quindi rimanevo il miglior candidato.

Così, l'amministrazione ha deciso di designarmi come nuovo direttore scolastico. Quando il preside ha raccontato l'intero processo di selezione, mi sono molto commosso soprattutto in considerazione del fatto che, la decisione per l’organo collegiale doveva essere stata estremamente difficile da prendere, per la grave persecuzione nei confronti della Falun Dafa. Ho detto al Preside: «Non avrei mai pensato di assumere il ruolo di dirigente, ma poiché lei si fida di me, accetterò l’incarico, nel caso si presentassero dei candidati più idonei, farò un passo indietro».

La Dafa mi dà la saggezza per correggere i conflitti a lungo termine

Il dipartimento lavorava bene insieme. In seguito, c’era stato un disaccordo tra diversi insegnanti più anziani. Le divergenze erano diventate gravi da rendere l'atmosfera pesante, questo aveva reso il dipartimento il più litigioso della scuola. La causa dei conflitti era il denaro. Numerosi insegnanti esperti hanno redatto il testo delle domande per le prove di esercitazione degli studenti. Oltre ad averli venduti agli studenti della nostra scuola, li avevano anche venduti ad altre scuole. Più si scriveva e si vendeva, più denaro si guadagnava, e più il responsabile della squadra avrebbe ottenuto un bonus extra.

La maggior parte degli insegnanti aveva partecipato a questo progetto redditizio. Diversi fra loro che avevano ottenuto meno soldi, si erano lamentati dell’ingiusto compenso ottenuto mettendo in discussione la quota percepita dal coordinatore. Tuttavia quest’ultimo era indispettito, e riteneva giustificato ricevere una somma maggiore per essersi occupato della gestione dell’organizzazione della squadra. I litigi si erano gradualmente amplificati.

I dirigenti scolastici avevano cercato di mediare, ma con scarso successo. Questa situazione di tensione si era protratta per diversi anni. All’epoca non avevo ancora iniziato a praticare la Falun Dafa, sentivo di essere giovane e di avere più opportunità di fare soldi, quindi non mi ero fatto coinvolgere in questo conflitto, però speravo anche di fare più soldi.

Quando sono diventato il capo dipartimento, ho deciso di essere con tutti gli insegnanti, sincero, gentile e paziente, così come viene insegnato dalla Falun Dafa, con l’intento di creare un gruppo di lavoro armonioso, ascendente e dinamico.

La cosa più difficile è stata gestire il lavoro di redazione per la formazione degli studenti veterani. Per garantire la qualità dei contenuti delle domande, ho selezionato gli insegnanti più competenti. Questo è stato senza precedenti per la nostra scuola. Ho condiviso le mie riflessioni durante l'incontro con gli insegnanti e ho detto: «Questi materiali riflettono la competenza e l’impegno del nostro dipartimento. Essi rappresentano gli alti standard della nostra scuola. Questo è il miglior materiale della provincia e non può essere misurato con il denaro, ed è solo per i nostri allievi. Dopo che gli studenti di quest'anno avranno completato il corso, sarà perfezionato e trasmesso a quelli del prossimo anno. Non trarremo profitto da loro, ma gli verrà addebitato solo il costo che abbiamo sostenuto». Tutti erano d'accordo.

Agli amministratori del dipartimento, ho detto che speravo che la scuola avrebbe rimborsato agli insegnanti, la tassa del testo che avevano pubblicato. Per mostrarmi il loro entusiasmo, hanno subito approvato e lodato la mia idea. In seguito, sono stato nominato capo redattore all'unanimità. Ho trascorso molto del mio tempo a studiare ed a esaminare attentamente i contenuti di ogni domanda. Il primo anno, a tutti è stato pagato un importo uguale per i manoscritti. Dopo, non ho più voluto un centesimo, ho detto a tutti che percepivo un assegno mensile come capo del dipartimento, quindi venivo già retribuito.

Volevo che gli altri fossero risarciti il più possibile. Sono una praticante della Falun Dafa e dovrei pensare prima agli altri in modo che non si preoccupino dei soldi e che i loro sentimenti non vangano feriti. L'anno seguente, gli amministratori hanno chiesto agli altri dipartimenti di seguire il nostro esempio.

Preparare la strada ai giovani insegnanti

Quasi ogni anno, la nostra scuola attiva il programma di classi aperte a livello provinciale e municipale, e ogni due anni organizza una selezione nazionale di corsi di qualità. Questi progetti sono realizzati per offrire delle buone opportunità ai giovani insegnanti, per mostrare il loro potenziale e migliorare le loro competenze. Con gli standard attuali, devono essere di alto livello e innovativi, quindi è molto difficile formare una buona classe. Solitamente, gli insegnanti con una formazione di basso livello, mettono insieme il materiale trovato su Internet, quindi i loro programmi di studio di solito non vengono approvati.

Per aiutarli a compiere questo impegnativo percorso, ho prima dato loro dei suggerimenti in modo che potessero prepararsi, proponendo anche un programma per illustrare i materiali, e ho mantenuto con loro un continuo confronto. Successivamente, dopo la lezione di prova, ho ascoltato i suggerimenti di altri insegnanti per valutare i punti da migliorare.

Prima di me, nessuno si era impegnato per la classe aperta, con lo stesso impegno di come se fosse la propria. Non solo richiede molto sforzo, ma comporta anche molte responsabilità e pressioni. L'ho fatto perché pratico la Dafa. L'ho fatto con tutto il cuore, non solo per il nostro dipartimento, ma anche per gli insegnanti più giovani affinché potessero migliorare. Ciò è stato ampiamente elogiato dai nostri colleghi all'interno e all'esterno della provincia. Anche il preside è venuto ad ascoltarci e ci ha elogiato.

Ho detto a tutti che avrei fatto il tifo per loro. Non si trattava di stabilire relazioni celate con gli esaminatori o di lottare per avere un riconoscimento con mezzi impropri, ma di partecipare al concorso in modo corretto e guadagnare il corretto riconoscimento da parte della commissione.

Quattro persone nel nostro dipartimento hanno vinto il primo premio e il premio speciale per i concorsi nazionali di qualità; abbiamo anche avuto il maggior numero di vincitori "Esordienti Provinciali" tra tutte le scuole. Il nostro metodo è diventato un modello per tutti i dipartimenti della scuola. I nostri giovani insegnanti sono diventati la colonna portante dell’istituto e sono diventati in seguito, rinomati docenti provinciali e comunali e anche dirigenti scolastici.

I cambiamenti positivi nel nostro dipartimento hanno permesso a tutti gli amministratori e docenti di sperimentare la sincerità, l'altruismo e la gentilezza di un praticante della Dafa, e sentire la bontà della Falun Dafa.

Il docente più anziano mi ha elogiato di fronte a tutto il gruppo e ha detto: «Sei giusto e altruista e hai sacrificato tanto. Dopo che tu sei diventato il capo, Il dipartimento è completamente cambiato. Ora tutti si riuniscono felicemente insieme. Grazie mille!»

Trattare ogni studente con compassione

Due anni fa ho iniziato a insegnare in una nuova classe. Una studentessa si è addormentata non appena è iniziata la lezione, allora l'ho svegliata, ma il giorno dopo è successo nuovamente. Quando ho controllato il punteggio del suo ultimo d'esame, ho visto era molto basso. Così le ho domandato in privato, come mai si era addormentata, e mi ha risposto dicendo che non riusciva a comprendere cosa le veniva spiegato. A quel punto, non mi sono meravigliato che non avesse consegnato i compiti. Poi le ho chiesto di mostrarmi i suoi appunti, e sono rimasto sorpreso nel vedere che non ne aveva presi. In una scuola prestigiosa come la nostra, era una cosa insolita, allora le ho detto di scrivere ciò che aveva appreso nell'ultima lezione, ma non è riuscita a scrivere molto. Il mio cuore è sprofondato.

Ripensandoci, era questo il modo in cui trattavo i migliori studenti? Dov'era la mia compassione? Ho rapidamente pensato a come aiutarla. Le ho detto che aveva ancora tempo per recuperare, ma che avrebbe dovuto lavorare moltissimo. Le ho consigliato di comprare un quaderno e di iniziare a prendere appunti in classe. Le ho anche proposto di svolgere i compiti nel mio ufficio così avrebbe potuto chiedermi dei chiarimenti. Era felice e mi ha chiesto se poteva iniziare subito dopo il pranzo, ed io ho acconsentito.

Successivamente, in classe era sempre concentrata e gradualmente i suoi voti sono migliorati.

Un anno dopo, ho smesso di insegnare in quel corso. Prima di andarmene, ogni studente mi ha scritto una lettera; lei ha scritto: «Tutti mi dicevano che dovevo studiare di più, ma nessuno mi insegnato come fare. Altri mi deridevano per i miei scarsi voti, ma nessuno era disposto ad aiutarmi. Ma tu sei diverso, mi hai aiutato davvero e mi hai insegnato un metodo per studiare. Professore, grazie! Hai influito positivamente su tutta la mia vita. Continuerò a imparare!» Sono rimasto molto toccato. Ho compreso che non solo aveva acquisito fiducia in sé stessa e migliorato i suoi voti, ma soprattutto, i semi di sincerità e gentilezza erano stati piantati in lei.

Ho vinto più volte il titolo di "Insegnante più rinomato" e per due volte ho vinto il "Premio eccezionale per l’istruzione e l’insegnamento".

Alla fine del 2017, il segretario del Partito comunista della scuola ha dichiarato: «Sei un eroe nella nostra scuola. Non competi per fama o profitto. Abbiamo deciso di assegnarti 20.000 yuan (circa 2.500 euro), così tu e tua moglie potrete andare in vacanza». Ho risposto che avrei potuto prendermi una pausa per trascorrere un po’ di tempo a casa e non c'era bisogno di darmi dei soldi. Due giorni dopo, un ufficiale ha portato il compenso nel mio ufficio e ha insistito perché li accettassi.

Ho aspettato che uscisse e mi sono recato dal segretario per restituirli e gli ho detto: «Ringrazio la direzione, ma non posso accettarli perché pratico la Falun Dafa, il mio compito è quello di fare bene il mio lavoro in conformità con i requisiti di Verità, Compassione e Tolleranza. I miei successi sul lavoro sono il risultato degli sforzi di tutti. Sono solo un componente della squadra. Non voglio i soldi, ma apprezzo la gentilezza dei dirigenti»

In passato, gli avevo parlato della Dafa e della persecuzione da parte del Partito Comunista, e ho colto l’occasione per approfondire l’argomento, sicuramente aveva una buona impressione della Dafa, e mi ha detto: «Tu sei diverso dagli altri, io ti rispetto».

Il Maestro ha detto:

«Una persona buona ha sempre un cuore compassionevole. Senza malcontento e odio, prende con gioia le avversità». (da Livelli in elementi essenziali per un ulteriore avanzamento)

La Dafa mi insegna ad essere una persona migliore. Terrò la Dafa nel mio cuore, coltiverò bene e mi impegnerò diligentemente.

Versione cinese