(Minghui.org) Il 9 aprile scorso otto residenti nella contea di Nong'an, provincia dello Jilin, sono stati processati per la loro fede nel Falun Gong, una disciplina spirituale e di meditazione che viene perseguitata dal regime comunista cinese dal 1999.

Il tribunale della città di Dehui ha impedito ai loro avvocati di difenderli. È stato permesso di assistere all'udienza ad solo un membro della famiglia per ogni praticante, a condizione che riuscissero a dimostrare di non essere praticanti del Falun Gong.

Solo il padre di Zhang Jingyuan ha assistito all'udienza dopo aver ricevuto la convocazione dalla stazione di polizia, tutti gli altri familiari dei praticanti e gli avvocati sono stati bloccati fuori dall'aula. Il giudice che presiedeva, Wang Rongfu, ha comunque affermato che si è trattato di un'udienza a porte aperte.

Gli otto praticanti hanno rifiutato di farsi rappresentare dagli avvocati nominati dal tribunale, ai quali è stato chiesto di presentare le istanze di colpevolezza. In seguito alle loro richieste, respinte dal giudice, di essere difesi dai propri avvocati, i praticanti hanno agito loro stessi da avvocati e si sono dichiarati tutti non colpevoli.

I praticanti stanno aspettando i verdetti presso il centro di detenzione della contea di Nong'an.

Arrestati in una retata della polizia

I praticanti arrestati il 15 luglio dell'anno scorso, durante una retata della polizia, oltre a Zhang, sono: Gao Xiaoqi, Zhao Xiulan, Sun Fengxian, Cai Yuying e sua figlia, Yu Jiaoru, Sun Xiuying e Shan Weihe.

Gli arresti sono avvenuti qualche giorno prima del ventunesimo anniversario della persecuzione avviata il 20 luglio 1999 dal Partito Comunista Cinese, e della visita del leader del Partito Xi Jinping nella regione, avvenuto il 23 luglio dell'anno scorso.

È stato riferito che Ma Yanfeng, segretario del Comitato per gli Affari Politici e Legali (PLAC) di Changchun (la regione municipale che sovrintende alla contea di Nong'an), Zhang Kainan, segretario del PLAC della contea di Nong'an, e Li Xingtao, capo del dipartimento di polizia della contea di Nong'an, hanno ordinato gli arresti.

Nella persecuzione del Falun Gong il PLAC, un'agenzia extragiudiziale che sovrintende alla sicurezza dello Stato ed ai rami giudiziari, ha giocato un ruolo centrale nell'elaborazione ed esecuzione delle politiche di persecuzione.

Zhao Xiulan

Intorno alle 3:00 la sessantasettenne Zhao Xiulian ha sentito bussare alla sua porta, ha aperto ed un gruppo di agenti di polizia ha fatto irruzione nella sua abitazione. Durante la perquisizione, le hanno confiscato sei computer portatili del valore di circa 4.000 yuan (circa 511 euro) ciascuno, diversi telefoni cellulari, libri e foto del fondatore del Falun Gong, oltre ad alcune chiavette USB.

Gao Xiaoqi

Intorno alle 6:00 del mattino, Gao Xiaoqi si è recata a trovare Zhao, ma è stata arrestata dagli agenti che stavano perquisendo l'appartamento. In seguito anche la sua abitazione è stata perquisita e le sono stati confiscati un gran numero di manifesti con informazioni sul Falun Gong, libri della pratica, una foto del fondatore del Falun Gong, oltre a 100.000 yuan (circa 12.761 euro) in contanti. La madre novantenne di Gao si è molto spaventata per la presenza della polizia.

Gli agenti sembravano felici di requisire gli oggetti di valore della donna. Uno di loro ha detto sogghignando: "È tutta roba buona!".

Gao è stata portata alla stazione di polizia locale per essere interrogata ed è stata schiaffeggiata per non aver risposto a nessuna domanda.

Sempre alle 6:00 del mattino la polizia ha usato una motosega per aprire la porta blindata della casa di Cai Yuying e farvi irruzione. Cai, sua figlia Yu ed il marito Yu Chunlin sono stati arrestati. La polizia ha confiscato il loro computer portatile, la stampante, oltre 100 libri del Falun Gong, una foto del suo fondatore e molti altri oggetti. Anche se Yu è stato poi rilasciato, sua moglie e sua figlia rimangono in custodia.

Zhang Jingyuan

Quella stessa mattina, intorno alle 7:00, Zhang Jingyuan e sua moglie Ren Yongping, stavano per portare la loro figlia a scuola quando hanno scoperto che il buco della serratura della loro porta d'ingresso era ostruito dalla carta. Mentre lo stavano pulendo sono sopraggiunti degli agenti che hanno spinto l'uomo a terra e l’hanno ammanettato.

Chiusa la famiglia in una stanza, gli agenti hanno perquisito la loro casa ed hanno confiscato il loro computer portatile, la stampante, i libri, le foto del fondatore del Falun Gong ed un lettore multimediale. La coppia è stata poi arrestata e la loro figlia adolescente è rimasta traumatizzata. La procura ha archiviato il caso di Ren e l'ha fatta rilasciare il 4 marzo scorso, mentre Zhang è rimasto in custodia e sta affrontando il carcere.

Jiang Quande

La stessa mattina è stata arrestata un'altra coppia sposata: il signor Jiang Quande e la signora Sun Xiuying. Jiang soffriva di una malattia ed era emaciato in quel momento, ma la polizia l’ha comunque preso in custodia.

Al rilascio, avvenuto circa due settimane dopo, ha dovuto ricorrere alle flebo quotidianamente per mantenersi in vita. La polizia ha rifiutato di rilasciare la donna, che avrebbe potuto occuparsi del marito.

Jiang è deceduto il 26 agosto dell'anno scorso, all'età di sessantasei anni, quattro giorni dopo che la procura della contea di Nong'an aveva approvato l'arresto della moglie.

La signora Sun Fengxian è stata arrestata quando ha aperto la porta per recarsi al lavoro. Ha avuto un malore ed è stata ricoverata in ospedale, prima di essere trasferita nel centro di detenzione della contea di Nong'an.

Anche Shan Weihe è stato interrogato nella stazione di polizia. L'uomo ora, dopo nove mesi di detenzione, è emaciato.

Articoli correlati:

"Nong"an County, Jilin Province: 11 Arrested and 1 Harassed in 24 Hours
"Fourteen Falun Gong Practitioners Targeted in Group Arrests in Jilin Province Remain in Custody

Articolo correlato in cinese:

吉林农安11 名法轮功学员面临非法开庭

Versione cinese