(Minghui.org) In occasione del 20° anniversario della persecuzione dei praticanti del Falun Gong in Cina, i praticanti negli Stati Uniti hanno presentato un elenco di nomi di violatori dei diritti umani al Dipartimento di Stato americano (DOS), esortando l'agenzia a negare il visto o l'ingresso in porto a questi individui.

Questo in seguito alla decisione dell'agenzia, all'inizio di quest'anno, di inasprire il controllo dei visti e limitare l'ingresso dei trasgressori dei diritti umani. La decisione si è basata sulle leggi statunitensi in materia di ingresso e immigrazione e sul proclama presidenziale 8697 emessi nel 2011.

Un funzionario del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha confermato la ricezione delle comunicazioni e ha dichiarato che intraprenderà azioni appropriate in tutti i casi. Ha anche detto che tutte le persone a cui sono stati negati i visti a causa di violazioni dei diritti umani sono coinvolte nella persecuzione del Falun Gong. Citando Minghui.org come una fonte affidabile e degna di fiducia, ha evidenziato che le prove fornite dai praticanti del Falun Gong sono credibili e ben formulate e sono tra le migliori.

Quando il funzionario ha spiegato le varie leggi sull'inammissibilità del visto, ha affermato che alcune di esse si applicano anche al coniuge ed ai figli dell'autore del reato. Ha anche specificato che il modello della commissione non è importante, ma lo sono i dettagli specifici. Finché un caso ha specifiche sostanziali, tale autore è qualificato per la non ammissibilità del visto.

Il funzionario ha anche affermato che numerosi altri Paesi hanno promulgato o stanno prendendo in considerazione leggi simili al "Global Magnitsky Act" degli Stati Uniti che possono essere utilizzate per negare le domande di visto dei trasgressori dei diritti umani e limitare i loro benefici negli Stati Uniti.

Negli ultimi 20 anni Minghui.org ha raccolto informazioni su un gran numero di perpetratori e sulle loro azioni contro i praticanti del Falun Gong. Le persone chiave saranno continuamente selezionate e inviate al DOS.

Alcune persone nell'elenco dei nomi recenti inviato sono allegate di seguito. Comprende leader del dipartimento di propaganda, del comitato politico e giuridico (PLAC) e dell'Ufficio 610, nonché medici coinvolti nel prelievo forzato di organi, giudici e ufficiali di carceri e campi di lavoro. Il loro coinvolgimento include l'emissione di politiche, la fornitura di istruzioni e l'esecuzione di ordini.

Allegato: elenco di nomi parziali di soggetti inviati al Dipartimento di Stato USA

Le 20 persone elencate di seguito sono soltanto una parte dell'elenco dei nomi recentemente presentato al Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. L'elenco dei nomi copre varie regioni, funzioni e livelli di agenzia governativa.

1. Liu Yunshan (刘云山):

La storia di Liu Yunshan:

1993-1997: vicedirettore del dipartimento della propaganda del comitato centrale del Partito comunista cinese (PCC)

1997–2002: vicedirettore del dipartimento propaganda del comitato centrale del PCC e presidente della commissione centrale di orientamento del PCC per la costruzione della civiltà spirituale

2002–2012: membro del comitato permanente del Politburo del comitato centrale del PCC, primo segretario del segretariato centrale del Partito comunista cinese e capo del dipartimento propaganda del comitato centrale del PCC

2012–2017: membro del comitato permanente del Politburo del comitato centrale del PCC, primo segretario del segretariato centrale del Partito comunista cinese, capo del dipartimento propaganda del comitato centrale del PCC e presidente della commissione centrale di orientamento del PCC per la costruzione della civiltà spirituale

Da quando Jiang Zemin e il PCC hanno lanciato la persecuzione contro il Falun Gong nel luglio 1999, Liu Yunshan ha partecipato attivamente alla persecuzione. Come capo del dipartimento di propaganda del PCC, ha incitato a violazioni particolarmente gravi dei diritti umani e della libertà religiosa dei praticanti del Falun Gong, sottoponendoli a torture, detenzioni prolungate senza accuse, scomparse per rapimento e altre flagranti negazioni del diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza delle persone.

Nel giugno 1999, Liu Yunshan fu incaricato della propaganda anti-Falun Gong nel Gruppo leader del PCC per la Gestione del problema del Falun Gong, istituito da Jiang Zemin per perseguitare il Falun Gong. Il famigerato Ufficio per Prevenire e gestire i problemi di culto (Ufficio 610) è l'ufficio esecutivo di questo gruppo leader. Liu era anche vicedirettore del dipartimento di propaganda del PCC. A causa del suo attivo coinvolgimento nella persecuzione del Falun Gong, Liu è stato promosso direttore del dipartimento di propaganda nel 2002 ed è rimasto in carica per 10 anni fino alla fine del 2012.

Nel 2012, è stato ulteriormente promosso a membro del comitato permanente del Politburo responsabile della propaganda. In quegli anni, a causa del ruolo di primo piano di Liu nella propaganda contro il Falun Gong, la persecuzione nella Cina continentale era al suo apice: innumerevoli praticanti del Falun Gong sono stati illegalmente detenuti e imprigionati, torturati e condannati. Molti hanno subito lesioni gravi e riportato disabilità. Un numero enorme di praticanti del Falun Gong è stato ucciso attraverso il prelievo dei loro organi.

2. Zhao Fei ():

Durante i suoi incarichi come capo dell'ufficio di pubblica sicurezza della città di Wuhan (provincia dell’Hubei) e vice segretario della commissione politica e giuridica (PLAC) della commissione locale del PCC da settembre 2011 a luglio 2014, Zhao Fei è stato responsabile di almeno tre arresti di massa di praticanti nella città . Inoltre, come capo della polizia locale, è stato responsabile della reclusione di oltre 30 praticanti del Falun Gong e della morte di oltre 10 di loro a seguito di torture.

3. Feng Zheng ():

Feng è stato segretario del partito e direttore dell'amministrazione penitenziaria della provincia dello Shanxi tra giugno 2003 e maggio 2011. Durante questi anni, almeno cinque praticanti hanno perso la vita nella prigione di Jinzhong e nella prigione femminile dello Shanxi a causa di maltrattamenti intensi.

4. Liu Hong (刘宏):

Come vice segretario generale della provincia dello Liaoning, PLAC e direttore dell'ufficio 610 della provincia dello Liaoning tra il 2011 e il 2017, Liu Hong è stato responsabile della detenzione, della tortura e della morte di praticanti durante il suo mandato.

5. Shan Chengfan ():

Shan è stato segretario del partito e direttore dell'amministrazione carceraria della provincia dello Liaoning tra febbraio 2012 e gennaio 2016. Quella dello Liaoning è stata una delle province in cui i praticanti sono stati perseguitati maggiormente nelle carceri e nei campi di lavoro, come la prigione femminile dello Liaoning e il campo di lavoro di Masanjia. Dal febbraio 2012, quasi 20 praticanti del Falun Gong detenuti in questa provincia hanno perso la vita ed altri praticanti sono diventati disabili o sono impazziti.

6. Huang Jiefu (洁夫):

Huang è direttore del comitato per le donazioni e i trapianti di organi cinesi, vicedirettore del comitato sanitario centrale. È stato vice ministro del Ministero della Salute cinese; direttore del comitato per l’applicazione tecnica e per l’applicazione clinica (OTC) del trapianto di organi umani in Cina (luglio 2006); direttore del comitato cinese per la donazione di organi (CODC) (2008); nonché direttore onorario del dipartimento per i trapianti di organi del Primo ospedale affiliato dell'Università di Sun Yat-sen e direttore del reparto di chirurgia epatica presso l’ospedale Union Medical College di Pechinio.

Huang è un organizzatore chiave del prelievo di organi da praticanti del Falun Gong nel sistema sanitario del Partito Comunista Cinese. Nell'ospedale in cui ha prestato servizio, il numero di trapianti è enorme e molti medici hanno ammesso di usare gli organi dei praticanti del Falun Gong. È anche personalmente coinvolto in un gran numero di trapianti di organi: nel 2012 ha dichiarato di aver eseguito personalmente più di 500 trapianti di fegato in un anno. Il 28 settembre 2005 Huang Jiefu ha eseguito un intervento di trapianto di fegato ed è stato sospettato di usare tre persone viventi come fonti di fegato di riserva. È uno dei principali criminali coinvolti nella raccolta di organi su larga scala da praticanti del Falun Gong per conto del PCC.

7. Zheng Shusen (郑树森):

Zheng è stato vicepresidente e successivamente presidente della filiale dell’associazione anti-culto cinese nella provincia di Zhejiang tra il 2007 e il 2017. Era responsabile della produzione e diffusione della propaganda diffamatoria contro il Falun Gong, sia all'interno della Cina che all'estero. Oltre ad eseguire personalmente il trapianto di organi, anche il Primo ospedale affiliato dell'università di Zhejiang, dove lavora, e l'organizzazione di approvvigionamento di organi-Cina, OPO-Cina che dirige, erano coinvolti nella raccolta forzata di organi.

8. Shen Zhongyang (沈中阳):

Shen era direttore del Centro trapianti di organi nel Primo ospedale centrale di Tianjin, nonché presidente dell'ospedale. I media cinesi hanno riferito che Shen ed il suo team avevano eseguito quasi 10.000 trapianti di fegato entro dicembre 2014, mentre i sondaggi dell'organizzazione mondiale per indagare sulla persecuzione del Falun Gong (WOIPFG) hanno dimostrato che si tratta di oltre 5.000 trapianti all'anno dal 2006.

9. Chen Xinguo (陈新国):

Chen è vicedirettore di Chirurgia dei trapianti dell’Istituto per i trapianti di fegato presso l'Ospedale generale della polizia armata di Pechino. Tra gli altri suoi titoli: membro permanente del Comitato professionale per i trapianti di organi dell'associazione medica di Pechino, membro del comitato di esperti per i trapianti di organi dell'Associazione dei medici di Pechino, membro permanente del Comitato dei professionisti del trapianto di organi dell'Associazione ospedaliera cinese ad alta intensità di ricerca e membro del Comitato professionale di rianimazione cardiopolmonare dell'Associazione cinese di ricerca intensiva in ospedale.

Dal febbraio 2002, Chen è impegnato in trapianti di fegato sotto le istruzioni di Shen Zhongyang. Per quasi 6 anni ha partecipato ad oltre 800 interventi chirurgici di trapianto di fegato, tra cui oltre 30 casi di trapianti di donatori viventi. Ha completato in modo indipendente oltre 300 casi di prelievo di organi e oltre 300 casi di interventi di trapianto di fegato. Ha anche partecipato ad una serie di interventi chirurgici molto difficili, tra cui il primo trapianto di fegato in Cina, un trapianto combinato fegato-rene, un trapianto di fegato per la terza volta, un trapianto di fegato a metà gravidanza, il trapianto di fegato per il paziente più anziano della Cina e un trapianto di fegato da donatore vivente senza trasfusione: è stato impegnato nel trapianto di fegato a partire dal 2002.

10. Peng Zhihai (彭志海):

Peng è stato vicedirettore della Divisione trapianti di organi dell’Associazione di medici cines (CMDA). Si diceva che avesse condotto oltre 5.000 trapianti di fegato, raggiungendo oltre 400 trapianti all'anno negli ultimi anni.

11. Liu Xuepu ():

Liu è stato segretario del Partito del PLAC della città di Chongqing tra giugno 2012 e maggio 2017. Secondo le informazioni limitate ottenute da Minghui, nel solo 2015 335 praticanti di Chongqing sono stati arrestati, 50 processati e 19 scomparsi o costretti a stare lontano da casa.

12. Teng Xiaoguang (晓光):

Teng è stato direttore dell'amministrazione penitenziaria della provincia di Heilongjiang e vicedirettore del dipartimento di giustizia di Heilongjiang tra giugno 2010 e luglio 2015. Oltre 10 praticanti sono morti a causa di torture durante quel periodo.

13. Jiang Chun (蒋春):

Jiang è stata vice commissario politico della prigione femminile di Wuhan, provincia di Hubei, tra il 1999 e il novembre 2015. È diventata commissario politico della prigione di Hankou nel dicembre 2015. Oltre 40 praticanti del Falun Gong hanno rinunciato alla loro fede a causa delle pressioni esercitate da lei. Ha anche pubblicato più di 10 articoli su come trasformare i praticanti.

14. Qu Shen (屈申):

Qu era un ex membro dello staff e successivamente vicedirettore dell'Ufficio 610 del distretto di Jianghan di Wuhan. Era anche responsabile del centro di lavaggio del cervello di Jianghan. Più di 1.000 praticanti sono stati trattenuti al centro e almeno 17 di loro hanno perso la vita a causa delle torture.

15. Jia Fujun (贾福军):

Jia è stata nominata direttrice del carcere femminile dello Liaoning nel gennaio 2014 ed a tutt’oggi ricopre quella posizione. In precedenza era direttore dell'ufficio della prigione dello Liaoning. Quasi 640 praticanti del Falun Gong sono stati detenuti in prigione nel solo 2006 e 36 praticanti sono morti a partire dal 2015 a causa delle torture praticate in questa prigione.

16. Li Chao (李超):

Li Chao è stato vice sindaco della città di Chaoyang (provincia dello Liaoning), direttore e segretario del partito dell'ufficio di pubblica sicurezza della città di Chaoyang da maggio 2013 a luglio 2016. Dopo aver assunto la sua posizione, c'è stato un drammatico cambiamento nel trattamento da parte della polizia nei confronti dei praticanti locali del Falun Gong e un aumento degli sforzi per arrestarli. Ci sono stati diversi cicli di arresti di massa a seguito di incontri che Li ha chiesto al personale di sicurezza locale in cui ha esortato la polizia ad amplificare gli sforzi nel perseguitare il Falun Gong.

17. Sun Yongbo (孙永波):

Sun è stato segretario del Partito dell'ufficio di pubblica sicurezza della provincia dell’Heilongjiang tra giugno 2008 e maggio 2016. È stato vicedirettore del gruppo dirigente dell’Ufficio 610 della provincia dell’ Heilongjiang dal giugno 2008. Almeno 67 praticanti sono morti nella provincia dell’Heilongjiang a causa di torture durante questo periodo di tempo.

18. Zhang Guojun (张国钧):

Zhang è stato direttore dell'Ufficio 610 della provincia dell’Hebei tra giugno 1999 e luglio 2005. Ha seguito da vicino la politica di persecuzione: 379 praticanti sono morti nel novembre 2005, facendo della provincia dell’Hebei una delle province con il maggior numero di morti in Cina.

19. Yang Bo (杨波):

Yang era un ufficiale, poi divenuto istruttore politico nel campo di lavoro di Suihua. Successivamente è stato promosso e ha lavorato nell'amministrazione dell'Heilongjiang per la rieducazione attraverso il lavoro tra dicembre 2003 e agosto 2004. Dal settembre 2004 ha lavorato come vicedirettore dell'Ufficio per la sicurezza interna dell’Heilongjiang. I media cinesi hanno riferito che Yang ha “trasformato” oltre 100 praticanti del Falun Gong in tre anni. Durante il suo mandato nel campo di lavoro, Yang ha anche usato metodi severi per torturare i praticanti del Falun Gong ivi detenuti.

20. Jiang Tieliang (铁良):

Da quando Jiang Zemin ha iniziato a reprimere il Falun Gong nel luglio 1999, la Procura suprema del popolo e la Corte suprema del popolo cinese hanno fatto del loro meglio per seguirlo. Le azioni di questi gruppi includono l'arresto illegale di praticanti del Falun Gong senza giustificati motivi, la loro condanna senza adeguate procedure legali e anche frequentemente senza processi. Di conseguenza molti innocenti praticanti del Falun Gong sono stati condannati illegalmente, "rieducati" attraverso il lavoro forzato e persino perseguitati a morte negli ultimi 20 anni. Come esecutore di legge che ha commesso tali persecuzioni, dovrebbe assumersi la piena responsabilità di tali atti.

In particolare, tra questi, il 17 agosto 2001 il tribunale distrettuale di Dongcheng di Pechino ha processato illegalmente 25 praticanti del Falun Gong che mostravano uno striscione lungo 99 metri che mostrava il messaggio "La Falun Dafa è buona" e 18 poesie "Hong Yin " in piazza Tiananmen il 31 dicembre 2000.

Il giudice che presiedeva il processo era Jiang Tieliang, un giudice del tribunale distrettuale di Dongcheng, che ha condannato tutti e 25 i praticanti al carcere con pene che vanno dai tre anni e mezzo ai dieci anni.

   

Per le leggi correlate su ingresso e immigrazione, consultare:

il Dipartimento di Stato americano potrebbe negare il visto o l'ingresso a coloro che sono coinvolti nella persecuzione del Falun Gong