(Minghui.org) Una praticante a cui sono legata recentemente mi ha suggerito di studiare di più la Fa, lei è molto scrupolosa quando si tratta di studiare gli insegnamenti.

Ha condiviso la sua esperienza e poi mi ha domandato: “Quando qualcosa ti impedisce di leggere i libri della Falun Dafa, non è una forma di tribolazione?”

Dopo la nostra conversazione, ho voluto intensificare lo studio della Fa.

Ho iniziato a memorizzarla invece di limitarmi solo a leggerla. All’inizio, memorizzavo due pagine al giorno, poi solo una, e alla fine riuscivo a memorizzare solo un capoverso.

La praticante in seguito mi ha suggerito prima di leggere la Fa e poi di memorizzarla. Il giorno stesso ho fatto una prova e ho provato lo stesso forte entusiasmo della prima volta, quando ho iniziato a memorizzare la Fa.

Quindi ho deciso di leggere prima la Fa, poi di memorizzarla.

In modo inatteso, ho dovuto affrontare un’interferenza, appena ho preso il libro in mano, mi sono sentita stanca, a disagio e avevo freddo. Quindi, mi sono seduta sul letto sotto una coperta. Ero assonnata, ma non ho pensato di inviare pensieri retti per eliminare l’interferenza. Avrei potuto finire di leggere in un’ora, invece mi ci sono volute due ore.

In seguito mentre memorizzavo la lettura, pensavo che non avrei avuto difficoltà, nonostante ciò mi sono fermata nuovamente; il naso mi doleva, come se qualcuno l’avesse punzecchiato con un ago, mi sentivo irascibile e a disagio. Ero di cattivo umore e non riuscivo a memorizzare nulla.

Quando ho detto alla praticante che volevo migliorare nella coltivazione, mi ha chiesto se ci fosse qualcosa che mi impediva di leggere il libro e memorizzare la Fa.

Sebbene il mio occhio celeste non sia aperto, potevo percepire che c’erano due esseri malvagi che mi avevano punto il naso con un ago e mi avevano messo un peso che gravava sul cuore per farmi sentire a disagio.

Quella sensazione mi ha indotto a inviare forti pensieri retti per distruggerli e a non accettare le sostanze estranee che mi opprimevano.

Per un po’ di tempo ho inviato pensieri retti e mi è successo qualcosa d’incredibile. Il dolore al naso e il senso di oppressione sono scomparsi e mi sentivo leggera.

Non era un’illusione? Non erano sostanze estranee? Sentivo chiaramente che erano ostacoli che bloccavano il mio cammino di coltivazione. Erano elementi esterni e non facevano parte di me. Dopo che le ho riconosciute e ho deciso di sradicarle, il Maestro Li, il fondatore della Falun Dafa, le ha eliminate per me.

Quando in passato ho avuto dei contrasti o quando ho attraversato il karma di malattie, le ho trattate come tribolazioni. Ho lavorato duramente per superarle, ciononostante, quando si trattava di studiare Fa, non le consideravo allo stesso modo.

L’interferenza durante lo studio della Fa, non è anch’essa una forma di tribolazione? Se avessi accettato che il dolore e il disagio prendessero il sopravvento, non sarei stata capace di memorizzare le lezioni. Infatti, come praticante veterana, soprattutto ora che siamo nella fase finale della rettifica della Fa, la sola lettura delle lezioni non è sufficiente.

Essere intralciati durante lo studio della Fa è un ostacolo e una prova che devo superare. È come la storia di “Viaggio in Occidente”, dove un monaco buddista della dinastia Tang, nel corso del suo viaggio nella Regione Occidentale (Asia Centrale e India), ha dovuto superare 81 tribolazioni per ottenere le Scritture.

In quanto praticante, anch’io devo sopportare numerose difficoltà per ottenere la Fa. Di conseguenza sorgono i problemi che mi impediscono di studiarla. Questa è una prova per vedere se riesco a discernere ciò che lo spettro malvagio mi ha preparato e se sono determinata a eliminarlo.

Questa esperienza mi ha fatto capire che le interferenze che incontro durante lo studio della Fa sono una forma di tribolazione.

Versione cinese