(Minghui.org) Se prima di iniziare a praticare la Falun Dafa qualcuno mi avesse detto che questa disciplina poteva curare le malattie, sarei scoppiato a ridere e avrei pensato che quella persona fosse ignorante.

Vorrei condividere con i lettori come sono passato dall'essere ateo al credere fermamente nella Falun Dafa e ad aver iniziato a praticarla.

Durante una visita medica di routine nel giugno 2015, l'ecografia ha mostrato un'ombra di due centimetri sul mio fegato. Ho allora eseguito ulteriori esami in diversi ospedali, ma i risultati sono sempre stati gli stessi. Quando ho visto il risultato della TAC ho sentito il mondo crollarmi addosso.

Mia moglie è una praticante della Falun Dafa e mi ha incoraggiato a praticare, ma in risposta le ho urlato contro dicendo che l'unica ragione per cui voleva che praticassi era che non voleva spendere soldi per le mie cure.

Alla fine mi sono sottoposto a un intervento chirurgico minimamente invasivo e dopo due settimane sono stato dimesso.

La sera prima di tornare a casa, mia moglie mi ha invitato a fare una passeggiata. Dopo un chilometro ho dovuto sedermi e riposare; ero così frustrato che sono scoppiato a piangere. Avevo solo quarant'anni! Fino ad allora ero sempre stato energico e giocavo persino a basket ogni giorno.

Dopo essere tornato a casa, ero già esausto dopo aver camminato solo per mezz'ora. Pensavo di morire ed ero sconvolto.

Tutti gli amici di mia moglie praticano la Falun Dafa e in quel periodo difficile alcuni di loro venivano spesso a trovarmi. Mi hanno raccontato storie su come persone affette dalle più svariate malattie sono guarite dopo aver iniziato a praticare e mi hanno incoraggiato a fare almeno un tentativo.

Mi hanno riferito quanto affermato dal Maestro Li Hongzhi:

“Non ho forse detto che quando una persona pratica, l'intera famiglia ne beneficia?” (Lezione alla Conferenza della Fa in Australia)

Mi hanno esortato a cogliere l'occasione per iniziare a praticare. Sapevo che erano brave persone; potevo avvertire la loro compassione e sentivo che volevano aiutarmi. Anche se non capivo cosa significasse coltivare, ho seguito il loro consiglio.

Ho iniziato a fare gli esercizi e dopo aver letto lo Zhuan Falun, ho cercato di essere una persona gentile seguendo i principi di Verità, Compassione e Tolleranza della Falun Dafa.

Improvvisamente ho iniziato a dubitare della Falun Dafa. All'inizio, di tanto in tanto, ho avvertito piccoli dolori o pruriti qua e là. Sono sorti in me molti dubbi e mi sono detto: “La mia malattia è tornata? Non ho visto il Maestro Li (il fondatore) di persona e non gli ho dato un solo centesimo. Eliminerà davvero la mia malattia? È vero che la Falun Dafa è praticata in oltre cento tra Paesi e regioni del mondo? Lo Zhuan Falun è stato davvero tradotto in quaranta lingue e pubblicato?”. Tutte queste domande mi rendevano insicuro.

Avevo letto di casi in cui la Falun Dafa aveva aiutato le persone a riprendersi dalle malattie e a rimanere in salute. Mi ero commosso fino alle lacrime mentre le leggevo. Tuttavia, a volte avevo ancora dei dubbi. Mi chiedevo: “Come può la Falun Dafa può alleviare le malattie delle persone semplicemente perché leggono lo Zhuan Falun e fanno gli esercizi?”.

Sono nato e cresciuto in Cina e, come tale, ero immerso nella cultura atea del Partito Comunista Cinese (PCC). Era difficile per me credere nell'esistenza di dei e Buddha, ma tutto sommato speravo che esistessero davvero.

Ho notato che stavo gradualmente cambiando in modo positivo. Ho smesso di bere e giocare d'azzardo. Ho imparato a guardarmi dentro durante i conflitti e smesso di incolpare l'altra persona. Ho imparato a resistere e a non lottare quando sentivo che il mio interesse personale veniva calpestato. Ho cominciato ad avere una mentalità più aperta e a non dire più bugie. Sono diventato calmo e meno irritabile e ho iniziato a preoccuparmi sinceramente degli altri.

Ho riacquistato le forze, gli occhi hanno smesso di farmi male e sono potuto andare in bicicletta. Mi sentivo felice ogni giorno e ho iniziato a sorridere.

Quando ero stato dimesso dall'ospedale, il dottore aveva detto che sarei dovuto tornare frequentemente per farmi prescrivere i medicinali e che avrei dovuto fare gli esami del sangue regolarmente, eseguire una TAC ogni tre mesi e un controllo generico ogni anno.

Tuttavia quel novembre ho gettato via tutte le medicine che avevo portato a casa quando ero stato dimesso e non mi sono più considerato un paziente. A dicembre sono tornato a lavorare. Ad oggi sono passati quattro anni e mezzo e in questo periodo non ho preso nemmeno mezza pillola o fatto alcun tipo di iniezione. Non sono andato in ospedale per nessun esame. So che il Maestro Li si prende cura di me e mi considero un praticante.

Ho guadagnato quasi quattro chili e ora la mia carnagione ha un aspetto luminoso. Ogni volta che penso ai miei cambiamenti fisici e mentali, ringrazio ripetutamente il Maestro e dico: “Grazie Maestro, per avermi dato una nuova vita!”.

Nel 2017 un amico praticante mi ha chiesto di accompagnarlo in un villaggio rurale a raccogliere le condivisioni di esperienze di coltivazione dei praticanti locali. Ho ascoltato molte storie sorprendenti e commoventi che hanno rafforzato la mia fede nel Maestro e nella Fa.

Un praticante di ottantaquattro anni ha raccontato dell'operazione che aveva subito nel 2003 per rimuovere un cancro del colon-retto. I medici non avevano richiuso correttamente l'incisione e poco dopo, il suo intestino era fuoriuscito attraverso la ferita.

Questo praticante ha trascorso tre ore sdraiato in silenzio sul letto d'ospedale, trattenendo l'intestino tra le braccia per evitare che cadesse sul pavimento. La sua condizione ha sconvolto dottori e infermieri presenti. Sua moglie, un amico praticante e i suoi familiari erano così traumatizzati che hanno aspettato fuori dalla stanza in lacrime, incapaci di sopportare la vista di quella scena terribile.

Dopo che i medici lo hanno esaminato, hanno finalmente ammesso di non aver richiuso bene l'incisione. Un chirurgo ha quindi rimesso gli intestini dell'uomo all'interno dell'addome, ha ricucito l'incisione con un solo punto di sutura in modo da chiuderla superficialmente e ha fasciato la ferita con bende in abbondanza. L'ospedale ha poi esortato la sua famiglia a riportare il loro caro a casa.

Una volta a casa, sua moglie ha lavato il taglio con una soluzione salina. Il giorno seguente la coppia ha notato che la ferita stava guarendo da un lato. La donna ha quindi rimosso il punto di sutura e l'incisione ha iniziato rapidamente a chiudersi, lasciando però un foro di circa tre-quattro centimetri. A quel punto è successa una cosa straordinaria: un pezzo di carne ha iniziato a crescere dall'interno del corpo riempendo il buco rimasto!

Nel giro di quindici giorni la ferita è guarita e l'uomo è stato in grado di camminare da solo.

La sua straordinaria guarigione ha suscitato scalpore nella comunità locale, convincendo molte persone dei poteri della Falun Dafa.

A quel punto l'ho interrotto e gli ho chiesto: “Durante tutto questo calvario, hai avuto paura?”. Lui ha risposto: “No, non ne ho avuta, poiché ho pensato fermamente che sono un praticante della Falun Dafa”.

La sua storia ha rafforzato la mia fede nel Maestro e nella Fa. Il praticante ha detto: “Ho iniziato a praticare diligentemente e le mie prospettive sono migliorate. Sono felice tutto il giorno e sono molto indifferente alla fama e alla fortuna. Mi attengo rigorosamente ai principi di Verità, Compassione e Tolleranza”.

La grande Fa, il nostro compassionevole Maestro e noi discepoli della Dafa lasceremo al mondo una storia straordinaria. Dal profondo del mio cuore, vorrei ricordare a tutti che “la Falun Dafa è buona e Verità, Compassione e Tolleranza sono buone!”.

Versione cinese