(Minghui.org) Recentemente un praticante locale non cinese ha scattato una foto al nostro luogo di pratica. Ha detto che ogni praticante sembrava molto serio, persino un po' triste e questo valeva tutti. Lo ha comunicato al coordinatore del luogo, che me ne ha parlato con un tono di voce serio.

Il commento era sincero. Qualche anno fa mio figlio era venuto nel nostro luogo di pratica e mi aveva detto: “Sembravi triste e arrabbiato”. Allora non ci avevo pensato molto e presto me ne sono dimenticato, ma questa volta l'ho presa sul serio. Quando facciamo gli esercizi dobbiamo “assumere un'espressione serena sul viso”. (Capitolo II, La spiegazione dei movimenti con illustrazioni, “ La Grande Via del Compimento della Falun Dafa”).

Ma la mia espressione era l'opposto di ciò che il Maestro ci richiede e nel corso degli anni sembrava essere peggiorata.

Il Maestro ha detto:

“C'è anche un'altra cosa chiamata "praticare inconsapevolmente una via perversa". Che cosa significa "praticare inconsapevolmente una via perversa"? Significa semplicemente praticare una via perversa senza esserne coscienti. Questo è un problema veramente comune, accade veramente troppo di frequente. Come ho detto l'altro giorno, ci sono molte persone che fanno gli esercizi con cattivi pensieri; li vedete praticare gli esercizi in piedi con mani e gambe tremanti di fatica, ma le loro menti non smettono di pensare. Quel tipo sta pensando: «I prezzi stanno per aumentare, devo andare a fare acquisti; farei meglio ad andare subito dopo gli esercizi, altrimenti mi beccherò gli aumenti». Un altro pensa: «Nella nostra unità di lavoro sta iniziando l'assegnazione degli alloggi; ce ne sarà uno anche per me? Io non sono in buoni rapporti con la persona che se ne occupa». Più ci pensa e più si arrabbia: «Sono certo che non mi assegnerà un alloggio; che cosa devo dirgli per convincerlo...». Idee di ogni tipo affiorano alla mente. Come ho detto, i commenti di queste persone vanno dai problemi familiari agli affari di stato e, quando giungono a cose spiacevoli, si arrabbiano anche, e più ci pensano, più si arrabbiano”. (Quinta Lezione, Zhuan Falun)

Non avevo affatto soddisfatto i requisiti stabiliti dal Maestro. Mentre facevo gli esercizi la mia mente era sempre attiva, pensavo a ogni sorta di cose a volte con rabbia, non sorprende che la mia espressione facciale non fosse serena. Per fortuna sono stato avvisato del problema. Il Maestro ha sempre detto che è bene fare gli esercizi in un luogo di pratica.

Il coordinatore del luogo ha detto: “Dovremmo tutti sorridere”. Lui certamente sorride sempre e ogni giorno fa gli esercizi. Una volta un praticante non cinese gli ha detto che portava una buona energia e che era bello stargli vicino. In confronto avevo fatto così male, mi ero allontanato dai requisiti della Dafa senza rendermene conto.

Non molto tempo fa ero sorpreso che non stessi raccogliendo i benefici degli esercizi e che non avevo abbastanza forza nelle mani per aprire persino una bottiglia. Peggio ancora, non avevo cercato dentro di me la causa ma avevo invece avuto dubbi sul Maestro e sulla Dafa. Ero così felice che la questione fosse venuta fuori ora e che mi avesse dato la possibilità di chiedere perdono.

Il Maestro ha detto:

“Non ha importanza che siate caduti, non ha alcuna importanza! Rialzatevi rapidamente!” (“ Insegnamento della Fa durante la Festa delle Lanterna 2003 alla Conferenza della Fa negli Usa occidentali”)

Ora ricordo sempre a me stesso di “assumere un'espressione serena sul viso”. Ho bisogno di sorridere, sia che stia facendo gli esercizi o lavando i piatti. Quando sono seduto davanti al computer, a volte mi tocco il viso per controllare se sto sorridendo. Quando sono davanti a uno specchio mi assicuro di avere il sorriso e colgo ogni occasione per irradiare una buona energia.

Vorrei ricordare ai miei amici praticanti: state assumendo un'espressione serena sul vostro viso e sorridete ora?

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale.

Versione cinese