(Minghui.org) Le guardie della prigione femminile della provincia dello Shandong istigano le detenute a torturare le praticanti del Falun Gong da quando il regime comunista cinese ha iniziato a perseguitare questa antica disciplina spirituale e di meditazione nel 1999.

Xu Yumei, capo della Divisione 11 della prigione, Li Chunling, Wang Jianfang e Dai Dabing sono alcune delle guardie che ordinano alle detenute di prendere di mira brutalmente le praticanti.

La detenuta Tang Weiwei, sulla trentina, sta scontando una pena di diciannove anni per frode e il 26 maggio dello scorso anno non ha permesso alla praticante Wang Xiuqin di usare il bagno, costringendola a farsela addosso.

Tang spesso istruiva altre detenute a mescolare una droga chiamata "JS" nel cibo delle praticanti che si rifiutavano di rinunciare al Falun Gong, inoltre la guardia Dai Xiaobing praticava loro l’alimentazione forzata con droghe sconosciute e prelevava campioni di sangue.

L'11 giugno, un’altra detenuta di nome Song Chunmei, ha lesionato i denti della praticante Jiang Shue perché si rifiutava di scrivere un "rapporto di pensiero". Per sottrarsi alla responsabilità, ha poi fabbricato una dichiarazione, dicendo che i denti di Jiang si erano allentati ed erano caduti da soli.

Il 14 settembre dello scorso anno alla praticante, la signora Liu Hongzhao, è stato negato l'uso del bagno e ha dovuto bagnarsi nei pantaloni. Per protestare contro la persecuzione, ha iniziato uno sciopero della fame.

La praticante Gao Mingxia, della città di Qingdao, è stata condannata al carcere per aver esposto le torture subite precedentemente in prigione: l'hanno incatenata a terra e le hanno versato addosso acqua fredda lasciando la finestra aperta durante l'inverno. La detenuta Xu Yumei ha inoltre messo Gao in cella d’isolamento.

La detenuta Li Qin ha colpito la praticante, lasignora Li Shuzhen, nelle costole con una penna a sfera facendo nove buchi nel suo corpo.

La detenuta Li Chunling, sulla sessantina, spesso istruiva altre detenute a picchiare le praticanti.

La detenuta Jiang Ping, di Qingdao, ha torturato le praticanti strofinando violentemente una spazzola per scarpe contro le loro vagine.

La guardia Wang Jianfang ha incaricato la detenuta Wang Xiaona di torturare le praticanti in qualsiasi modo volesse e l’ha premiata con il privilegio di poter fare docce calde e di farsi fare il bucato da altre.

Altre detenute note per aver partecipato alla persecuzione delle praticanti del Falun Gong nella prigione femminile della provincia dello Shandong sono: Gao Guizhen, Zhang Min, Lu Guilian, Yang Meijuan, Cui Lili, Zhang Xiumin, Fan Cuiyan, Li Jifeng, Fu Guiying, Han Lianfeng , Wei Wenyong, Du Nusha, Zhou Hongman, Xue Dongjun, Jian Ping, Jiang Xiaoyan, Zhang Xiaohong, Zhang Shuai, Lu Meng, Zhang Yaoyun e Kong Jingjing.

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale.

Versione cinese