(Minghui.org) Circa un anno e mezzo dopo che la signora Sun Shujie residente a Shuangyashan, nella provincia dell’Heilongjiang, aveva finito di scontare cinque anni di detenzione per la sua fede nel Falun Gong, è stata nuovamente arrestata e condannata ad altri quattro anni.

Il Falun Gong, noto anche come Falun Dafa, è una disciplina spirituale perseguitata dal 1999 dal regime comunista cinese.

La signora Sun Shujie

Il 23 dicembre 2020 Sun si stava recando presso l'ufficio di previdenza sociale locale per chiedere il ripristino della sua pensione, che era stata sospesa durante la sua precedente pena detentiva, quando è stata fermata per strada dalla polizia e trascinata in un'auto. La polizia le ha rubato le chiavi ed ha perquisito la sua abitazione senza un mandato. Solo quando la sua famiglia ha fatto notare che l'irruzione avvenuta in casa era illegale, il vice capo della polizia Sun Yang ha prodotto un mandato. I libri del Falun Gong di Sun ed alcuni oggetti presenti in casa sono stati confiscati.

Dopo che il capo della polizia di nome Sun l’ha condotta alla stazione di polizia, ha detto ai suoi subordinati di non interrogarla, ma di compilare soltanto il verbale dell'interrogatorio. Dopo averla tenuta in una cella d’isolamento per un giorno senza darle cibo né acqua, il pomeriggio successivo la polizia l’ha condotta presso il centro di detenzione di Shuangyashan. Qui Sun ha sviluppato una grave patologia ed il 28 gennaio è stata rilasciata su cauzione.

Dopo essere stata incriminata, il 30 marzo dello scorso anno la polizia l'ha arrestata di nuovo e ha tentato di portarla nel centro di detenzione, che ha comunque rifiutato di accettarla a causa della sua pressione sanguigna estremamente alta. Il tribunale di Jianshan le ha fornito una copia dell'atto d'accusa e l'ha messa sotto sorveglianza residenziale.

Il 21 agosto Sun è stata ripresa in custodia e successivamente condannata a quattro anni. La praticante impugnato il verdetto, ma il suo appello è stato respinto dal tribunale superiore. Al momento della redazione del presente articolo, Sun si trova nella prigione femminile dell’Heilongjiang.

Sun, sessantacinquenne ex direttrice di produzione presso il gruppo minerario Shuangyashan, nel luglio 1996 ha intrapreso il Falun Gong ed ha attribuito alla pratica la popria guarigione dalla tubercolosi che, inoltre, le ha permesso di dedicare tutta la sua energia al suo lavoro, per il quale ha vinto diversi premi.

Dall'inizio della persecuzione avvenuta nel 1999 Sun, per aver sostenuto la sua fede, è stata arrestata quindici volte. Ha scontato tre delle sue pene nei campi di lavoro forzato. Rispettivamente le detenzioni sono state di uno, due, cinque e tre anni; inoltre, dopo il suo arresto nel 2014, ha affrontato una pena detentiva di cinque anni.

Durante la custodia è stata sottoposta a vari metodi di tortura tra cui percosse, panca della tigre, scosse elettriche, stiramento estremo e sospensione. É stata ricoverata in ospedale undici volte ed è quasi morta.

Nel 2003, durante il periodo di pena nel campo di lavoro forzato di Jiamusi, le sono state somministrate droghe tossiche che le hanno indotto uno stato delirante. Ciò è accaduto poco dopo che suo marito ha divorziato da lei, poiché non poteva più sopportare la persecuzione.

Articoli correlati:

Dopo 14 arresti in 16 anni, una praticante del Falun Gong imprigionata accusa l'ex dittatore cinese

Heilongjiang Court Tries Ms. Sun Shujie Despite Her Poor Health

Persecution Leads to Ms. Sun Shujie"s Mental Collapse, But Officials Still Insist on Passing Sentence

Narrow Escape from Death, Ms. Sun Shujie Imprisoned Again

Ms. Sun Shujie Still Detained; Family Seeks Lawyer"s Help

Le opinioni espresse in questo articolo rappresentano le opinioni o comprensioni dell'autore. Tutti i contenuti pubblicati su questo sito Web sono protetti da copyright di Minghui.org. Minghui produrrà raccolte dei suoi contenuti online regolarmente e in occasioni speciali.


Versione cinese