(Minghui.org) La signora Luo Ji, residente a Maoming nella provincia del Guangdong, è stata condannata a tre anni per aver praticato il Falun Gong. La sua famiglia è stata informata dal tribunale intermedio di Maoming, alla fine dello scorso mese di dicembre, che la sua mozione per riconsiderare l'ingiusta condanna al carcere era stata respinta all'inizio di quel mese. Siccome il figlio di Luo non poteva permettersi di pagare i 10.000 yuan (circa 1.400 euro), il tribunale l'ha multata e le autorità hanno prelevato l'importo dal suo conto bancario personale.

La famiglia di Luo ha inoltre appreso che le erano stati diagnosticati ipertensione, colesterolo alto, insufficienza aortica, tricuspide e cisti annessiale. Non è chiaro se abbiano chiesto per lei la libertà vigilata.

Luo, settantatré anni, è stata arrestata il 10 agosto 2020 per aver distribuito in un mercato agricolo materiale informativo sul Falun Gong, una disciplina spirituale perseguitata dal regime comunista cinese dal 1999. È stata rilasciata il giorno successivo e posta agli arresti domiciliari.

Laprocuradistrettuale di Maonan l'ha incriminata il 27 ottobre ed ha deferito il suo caso al tribunale distrettuale l'11 novembre. Luo è stata processata l'8 gennaio dello scorso anno e condannata a tre anni con una multa di 10.000 yuan il 5 febbraio. Successivamente è stata riportata in custodia nel centro di detenzione n. 1 della città di Maoming.

La praticante ha presentato appello al tribunale intermedio di Maoming, che ha deciso di confermare il suo verdetto originale il 30 aprile. L'avvocato di Luo ha successivamente presentato una mozione per riconsiderare il suo caso, ma quando le ha fatto visita il 9 luglio ha notato che negli ultimi mesi era invecchiata rapidamente e le erano rimasti solo pochi denti, tuttavia era ancora di buon umore.

I funzionari del centro di detenzione hanno chiamato il figlio di Luo il 24 agosto dicendogli di fare un test per il coronavirus. Dopo l’esito negativo del tampone, gli è stato permesso di vedere sua madre: gli è sembrata dimagrita e soffriva di ipertensione.

Suo figlio ha ricevuto un avviso dalla prigione femminile della provincia del Guangdong una settimana dopo in cui si affermava che le persone ultrasettantenni incarcerate non erano obbligate a svolgere lavori forzati, ma non potevano avere riduzioni di pena.

Luo è stata portata in prigione il 28 agosto e dovrebbe essere rilasciata il 5 febbraio 2024.

Articoli correlati:

Guangdong: Donna di settantatré anni imprigionata per aver praticato il Falun Gong

Guangdong Woman’s Appeal Against Wrongful Term for Her Faith Rejected

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale.

Versione cinese