Hong Kong: Espositori del Falun Gong vandalizzati da gruppi pro-PCC (video)

La signora Zhou ha detto che solo nel sito di Argyle Street sono stati vandalizzati quattro striscioni, due porta bandiera, due bandiere e quattordici tabelloni per un costo stimato di 21.000 HKD (circa 2.300 euro), mentre il danno arrecato ad altri siti è ancora in fase di calcolo.

Hong Kong dopo quasi vent’anni di denuncia della persecuzione, è un esempio incoraggiante: "La vostra determinazione ci mostra che c'è speranza".

Hong Kong è un piccolo luogo con una grande popolazione. I praticanti del Falun Gong provengono da tutti i ceti sociali. Vedendoli continuare a fare gli esercizi e appendere striscioni che denunciano la persecuzione, anche molti passanti si sono commossi.

Hubei: Donna costretta a vivere lontano da casa per evitare la persecuzione

Alla stazione di polizia hanno cercato di raccogliere le mie impronte digitali. Ho stretto i pugni con forza e dopo mezz'ora sono arrivati altri due agenti e hanno richiesto le mie impronte digitali in cambio della libertà, ma ero consapevole che mi stavano ingannando, così ho rifiutato di collaborare.

Guangdong: donna perseguita per la sua fede

Il 12 dicembre dello scorso anno Cai, di circa sessant'anni, è stata arrestata dopo essere stata denunciata per aver chiarito la verità sul Falun Gong in un supermercato, in seguito gli agenti le hanno saccheggiato la casa e sequestrato i suoi libri del Falun Gong.

La confessione di un uomo di 92 anni: Testimone delle efferatezze del Partito Comunista Cinese

Fortunatamente, ora ha conosciuto la cultura tradizionale, la ‘vera storia’ del Falun Gong e i suoi principi di Verità, Compassione e Tolleranza. “È importante tornare ai valori tradizionali, abbracciare il bene e rifiutare il male”

Notizie recenti

© Copyright Minghui.org 1999-2021