Francia, Parigi: I praticanti del Falun Gong protestano davanti all'ambasciata cinese contro i vent'anni di persecuzione in Cina

Il 25 marzo 2019 i praticanti del Falun Gong si sono radunati davanti all'ambasciata cinese mentre il leader cinese Xi Jinping era in visita a Parigi, manifestando contro la persecuzione del Falun Gong in Cina, che si protrae da 20 anni, e il regime cinese che appoggia il prelievo forzato e sistematico di organi dai praticanti vivi del Falun Gong, incarcerati per la loro fede.

Durante la costituzione di una nuova coalizione i funzionari USA esprimono la loro preoccupazione per la persecuzione del Falun Gong

Da quando il PCC ha lanciato la persecuzione a livello nazionale nel 1999, milioni di praticanti del Falun Gong sono stati imprigionati e torturati. Secondo statistiche incomplete, 4.288 praticanti sono morti come risultato diretto della persecuzione; questi rappresentano più di 30 province, regioni autonome e comuni controllati a livello centrale.

“Lettere da Masanjia” il pubblico intravede la speranza nei racconti sulla oscura persecuzione

La sera del 14 marzo 2019, il documentario "Lettere da Masanjia" è stato proiettato presso il Trabant University Theater, nell'Università del Delaware. L'evento è stato organizzato dal Club universitario della Falun Dafa.

Torture psicologiche: Simulazione d’annegamento, privazione del cibo e della possibilità di usare il bagno

Gli arti dei praticanti vengono legati e la loro bocca viene riempita di calze e sigillata con un nastro adesivo, così le guardie gli versano l’acqua sulla faccia. Il naso viene riempito di acqua portando velocemente al soffocamento, simulando così un annegamento e portando il cervello in uno stato di blocco mentale

Il mio stato di coltivazione è migliorato grazie agli articoli su Minghui

Ridding Ourselves of Postnatal Notions and Attachments, parla della comprensione avuta quando ha visto l’illustrazione della poesia del Maestro Il cosmo ricreato, in HongYin III. L’illustrazione (disponibile solo nella versione cinese) mostra un coltivatore che tiene un libro in una mano e nell’altra una lampada. I suoi occhi sono concentrati sul testo, che è illuminato dalla luce intensa della lampada.

Quello che il Maestro ci ha chiesto di fare è la cosa migliore

Il supervisore mi ha dato un'occhiata e ha detto: “Prenditi due notti di riposo e coprirò io il tuo turno, vai a casa e riposati!”. Tutti i miei colleghi sapevano che ero una praticante della Dafa e che pensavo sempre agli altri, quindi non sono rimasti sorpresi quando ho insistito per rimanere a lavorare le due notti.

Notizie recenti

© Copyright Minghui.org 1999-2019