(Minghui.org)

Nome cinese: 孙凤仙

Sesso: femminile

Età: 65

Città: contea di Nong'an

Provincia: Jilin

Professione: ostetrica

Data di morte: 15 dicembre 2021

Data dell'ultimo arresto: 15 luglio 2020

Luogo di detenzione più recente: Centro di detenzione della contea di Nong'an

Una praticante del Falun Gong e ostetrica è stata presa di mira in un arresto di gruppo, ha avuto un'emorragia cerebrale mentre era in detenzione ed è deceduta due settimane dopo.

Il Falun Gong, noto anche come Falun Dafa, è una disciplina spirituale perseguitata dal regime comunista cinese dal 1999.

La signora in questione si chiama Sun Fengxian, sessantacinquenne residente della contea di Nong'an nella provincia dello Jilin, è stata arrestata con altri ventuno praticanti del Falun Gong il 15 luglio 2020.

Stava per andare al lavoro alle 7:30 di quel giorno, quando una dozzina di agenti hanno fatto irruzione in casa sua perquisendo ovunque senza mostrare un mandato e confiscando il suo computer, tutto il materiale relativo al Falun Gong, il cellulare di suo marito e la loro antenna TV.

Sia Sun che suo marito sono stati condotti alla stazione di polizia locale per essere interrogati. La donna, terrorizzata, ha iniziato a sentirsi male ed è stata curata nel reparto ospedaliero del centro di detenzione della città di Changchun, poi trasferita a quello della contea di Nong'an.

Oltre a Sun, anche dodici altre praticanti sono rimaste in custodia. Dopo che i loro casi sono pervenuti al tribunale della città di Dehui, il giudice Wang Rongfu ha impedito agli avvocati difensori ed ai familiari di rivedere i documenti del caso e di partecipare all'udienza, sulla base del fatto che non avevano fornito la prova di non praticare il Falun Gong.

Il giudice Wang si è infuriato usando un linguaggio offensivo ed umiliante nei confronti delle famiglie dei praticanti, dicendo cose del tipo: "Abbiamo chiesto informazioni a tribunali di livello superiore e questo (non permettere agli avvocati di difendere i praticanti in tribunale) è quello che ci è stato detto di fare". “É inutile che chiediate a me se è legale o meno: è così che facciamo le cose. Lasciate che vi dica una cosa: i casi del Falun Gong sono speciali”. “Nessuna difesa è una difesa. Sì, abbiamo violato la legge, e allora?! Potete denunciarci, se volete.

IL 26 luglio dello scorso anno il giudice ha emesso condanne con pene che variano da un anno e mezzo a dieci anni. Tutti i praticanti hanno presentato ricorso contro i verdetti presso il tribunale intermedio della città di Changchun. Gli appelli di Sun sono stati accettati il 1° settembre, ma il giudice Zang Wancheng ha deciso di confermare la sua sentenza originale il 29 novembre.

Alle 16:30 del 3 dicembre, nel centro di detenzione della contea di Nong'an, Sun ha avuto un ictus. Dopo essere stata condotta in ospedale, il medico l'ha operata con il consenso della sua famiglia. L'intervento è durato quasi cinque ore ed il medico ha detto che era riuscito.

La praticante, in seguito, è rimasta in coma ed è stata trasferita all'ospedale di medicina cinese della contea di Nong'an il 13 dicembre. La sua famiglia è stata informata alle 00:40 del 15 dicembre che era stata rianimata, ma è deceduta intorno all'1:30 del mattino.

I familiari di Sun sospettano che l'abuso in custodia abbia provocato le sue gravi condizioni fisiche. Hanno inoltre incolpato il centro di detenzione per non aver permesso loro di farle visita nei pochi mesi precedenti l'emergenza medica, dicendo che, se l'avessero vista prima, avrebbero avuto un'idea migliore delle sue condizioni di salute, fisica e mentale, e forse la tragedia non sarebbe accaduta.

La sua famiglia ha detto che l'ultima volta che il suo avvocato aveva fatto visita alla loro cara risale al 26 agosto dello scorso anno. I funzionari del centro di detenzione pretendevano che l'avvocato fosse vaccinato contro il COVID-19, ma in seguito hanno ceduto, dopo che la famiglia si è lamentata con il governo della contea di Nong'an.

L'avvocato ha chiesto di poterle fare nuovamente visita il 9 ottobre, dopo che lei aveva impugnato il verdetto illegittimo, ma il centro di detenzione ha chiesto una lettera di approvazione dell'ufficio di giustizia locale dell'avvocato, nonché il permesso del giudice Zang del tribunale intermedio di Changchun. L'avvocato e la sua famiglia hanno sporto diverse denunce contro il giudice per aver bloccato la visita, ma senza risultato.

Il 24 gennaio scorso le signore Gao Xiaoqi, cinquantasette anni, e Zhao Xiulan, sessantotto anni, i cui appelli sono stati anch'essi respinti dal giudice, sono state portate nella prigione femminile della provincia dello Jilin per scontare rispettivamente nove e cinque anni.

Articoli correlati:

Jilin: Il marito implora il rilascio della moglie in una lettera aperta Contea di Nong'an,

Jilin: Dieci praticanti del Falun Gong sono stati condannati da due a dieci anni di prigione

Jilin: Figlia devota attende il verdetto per la sua fede

Jilin: Arrestati in una retata della polizia, otto residenti processati per la loro fede

Jilin: Padre muore un mese e mezzo dopo il suo arresto, figlio scrive una lettera invocando giustizia per la madre che affronta un processo per la sua fede

Jilin: Imprigionato per la sua fede per undici anni muore un mese e mezzo dopo l'ultimo arresto

Thirteen Jilin Residents’ Appeals Against Wrongful Sentences Rejected, One of Them in a Coma in Critical Condition

Trial Court Judge Claims, “Murderers Can Hire Lawyers, But Not Falun Gong Practitioners!”

Elementary School Teacher Tried for His Faith after Nine Months in Custody

Nong’an County, Jilin Province: 11 Arrested and 1 Harassed in 24 Hours

Fourteen Falun Gong Practitioners Targeted in Group Arrests in Jilin Province Remain in Custody

Tutti gli articoli, la grafica e i contenuti pubblicati su Minghui.org sono protetti da copyright. La riproduzione per scopi non commerciali è consentita a patto che venga citato il titolo dell'articolo e sia presente un collegamento all'articolo originale.


Versione cinese